Forum replies created

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    21 Maggio 2013 alle 20:47 - Views: 483 #33116

    Ciao Franciccio,
    come prodotto rameico cerca la Poltiglia Bordolese che va benissimo e si trova quasi dappertutto.

    Per quel che riguarda la posizione del seme da sistemare nel terriccio, ci sono varie scuole di pensiero ma va da se che in qualunque posizione tu lo metta, la radice segue la forza di gravità e quindi va anche bene il metodo suggerito da Angelo, e cioè di adagiarlo per piatto sul terriccio umido.

    Il mio sistema è di metterlo in ammollo in un bicchiere con poca acqua in grado di lambire l’estremità del seme posto in verticale con la parte embrionale (non sempre facile da individuare) in basso e immerso nell’acqua.
    Se si sbaglia la posizione e se il seme è fresco e fortemente vitale, sarà lui stesso ad indicarti dopo qualche giorno la posizione a lui più gradita e congeniale…devi fare un po’ di esperienza!

    Una volta sviluppata la radice dentro l’acqua e prodotta la piantina verso l’alto non ti rimane che piantarlo in terra ricca di materiale drenante, inizialmente in un vasetto piccolo e proporzionato, successivamente in vasi gradatamente sempre più grandi…
    non commettere mai l’errore di metterlo in un vaso sproporzionato…marcirebbe subito!

    Bagnalo poco aspettando che il terriccio si asciughi quasi completamente fra una innaffiata e l’altra e…buona fortuna!

    P. S.
    Non conosco la varietà di questi due frutti di Mango ma ti posso assicurare che hanno preso molto sole e sono maturi al punto giusto!

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    21 Maggio 2013 alle 1:08 - Views: 453 #33105

    quote:


    Quanto mi viene a costare!? e poi Hanno la graviola o il mangosteen? a me interessano quelli più rari.


    Da noi a Torino i prezzi girano intorno ai 9 euro al chilo!

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    21 Maggio 2013 alle 1:04 - Views: 483 #33113

    Ciao Franciccio,

    in realtà si parla spesso di semi trattati con soluzioni rameiche per la prevenzione del marciume…ma, per esperienza acquisita in lunghi anni di sperimentazione sul campo, ti posso dire che se il seme è fresco e non ha subito stoccaggi in celle frigorifere per troppo tempo, potrebbe essere germinabile anche senza il trattamento di cui sopra.

    Molto spesso, nel seme di Mango già sgusciato e nettato della sua pellicina di colore marron, si nota una zona centrale leggermente più scura rispetto al color crema dello stesso seme fresco e vitale; questa zona ormai compromessa dai fattori sopra descritti, andrebbe per l’appunto trattata con sostanze rameiche per fermare il processo di marcescenza che potrebbe compromettere anche la zona embrionale estrema del medesimo seme ancora parzialmente vitale e produttiva.

    E’ proprio dal grosso seme, o meglio dai due grossi cotiledoni che il germoglio in formazione trae le sostanze nutritive per sopravvivere e crescere prima della formazione dell’apparato radicale subentrante; ed è per questo che se il seme risulta compromesso parzialmente ma viene trattato preventivamente, riesce a sviluppare una delicata e giovane piantina, che, se riesce a produrre rapidamente un apparato radicale di fortuna, potrà ancora avere qualche probabilità in più di sopravvivenza.

    In sostanza, il seme di Mango sgusciato e ripulito da quella pellicina che lo ricopre parzialmente, deve assolutamente essere di un bel color crema nella sua completa totalità, pena la sua stessa fine!
    L’ideale, caro Franciccio, sarebbe di poter avere a disposizione frutti freschi e piuttosto acerbi, anziché troppo maturi e ormai compromessi…

    leggi un mio vecchio post a loro dedicato:
    http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?f=7&t=8912

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    20 Maggio 2013 alle 15:25 - Views: 446 #23442

    Ciao Jon,

    in passato, e precisamente con un bonsai di Zelkowa Variegata, ho avuto l’occasione di sperimentare personalmente questo apparente problema (del tutto insignificante se non nell’estetica), responsabile di una mutazione genetica che causa un disturbo metabolico:
    essendo meno robusta delle altre, l’essenza che ne è colpita, tenderebbe in questo modo a variegarsi per la diminuita capacità di fotosintetizzare.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Profumo di caffè!
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    20 Maggio 2013 alle 14:54 - Views: 451 #22354

    Ciao Katia,
    mi dispiace molto…
    i due semini di caffè sono in viaggio per Capaccio – Paestum…

    Però la “mamma” dei due piccolini è nuovamente in procinto di produrre altre bacche per la stagione in corso e stai sicura che questa volta mi ricorderò di te…a presto!

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Profumo di caffè!
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    16 Maggio 2013 alle 19:15 - Views: 451 #22350

    Beh…magari uno lo tengo per le prove di coltivazione e l’altro?

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Profumo di caffè!
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    16 Maggio 2013 alle 12:29 - Views: 496 #22347

    Ciao Fabrys,

    penso di poterli regalare…anche a te se vuoi

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Profumo di caffè!
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    16 Maggio 2013 alle 11:56 - Views: 500 #22345

    Cari amici,
    rieccomi con gli ultimi aggiornamenti del frutto di Caffè e con il naturale epilogo di questa lunga e sospirata avventura:

    ho lasciato (dimenticandomene volutamente) che il frutticino in questione rimanesse attaccato alla sua pianta fino alla completa maturazione che è avvenuta in questi giorni e che si è manifestata con un raggrinzimento del frutto e la sua conseguente disidratazione.

    Ho aperto la bacca con le unghie notando i due semi contrapposti, (come da canone), uno contro l’altro e avvolti da una mucillagine giallastra dal sapore dolce e gradevole.

    Ricordandomi dei semi di Theobroma Cacao acquistati freschi all’Euroflora di Genova, alla stessa maniera, ho ripulito dalla golosa mucillagine i due semi tenendoli in bocca come caramelle fino alla loro completa ripulita e mettendoli poi ad asciugare.

    I due semi appaiono ben sviluppati e di un inaspettato colore giallo.

    Ora, nonostante la sua pianta sia ancora giovane e poco sviluppata, non rimane che sperare nel “prossimo raccolto” per tentare l’avventura di una profumata degustazione a chilometri zero!

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    16 Maggio 2013 alle 9:15 - Views: 469 #33074

    La Pouteria Lucuma, che ho consumato peraltro diverse volte, ha una caratteristica polpa farinosa che a molti non piace ed è per

    questo motivo spesso utilizzata in gelateria.

    Se potessi vedere il seme che ho maneggiato diverse volte (rotondo, morrone lucido con una piccola zona più chiara) riconoscerei

    subito se essere quello della Pouteria Lucuma.

    Guardando attentamente il frutto di Maurizio sembrerebbe, così come già detto da Mirko, anche la Pouteria Campechiana.

    Mau….ma i semi non li hai fotografati prima di seminarli?

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    15 Maggio 2013 alle 23:41 - Views: 469 #33068

    Ciao Maurizio,

    il frutto in questione mi ricorda lo stesso della Manilkara Zapota

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Germogli Mango
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    15 Maggio 2013 alle 10:51 - Views: 423 #33004

    Ciao Franciccio,

    a giudicare dalle piccole gemme, la tua piantina di Mango è chiaramente sana!

    Ma senza le foglie, il pericolo per la sua sopravvivenza è rappresentato dall’eventuale eccesso idrico che potrebbe innescare il

    marciume radicale.

    Bagnala pochissimo e vedrai che con la bella stagione (che però stenta ad arrivare ) inizierà nuovamente a vegetare.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    29 Aprile 2013 alle 22:27 - Views: 447 #29285

    Grazie Peppe,
    ho già letto e anche risposto

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    29 Aprile 2013 alle 20:00 - Views: 447 #29283

    Ciao Peppe,

    ho visto che coltivi le tue tropicali in un bellissimo ed invidiabile giardino…e mi piacerebbe poter parlare con te a voce delle nostre coltivazioni insolite…

    se ti fa piacere e se mi inviii il tuo numero telefonico con un MP
    ti chiamo io nell’ora che ritieni più opportuna…grazie

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    29 Aprile 2013 alle 19:46 - Views: 447 #29282

    Ciao Peppe,

    come procede con la tua Eugenia Uniflora?

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a Germogli Mango
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    28 Aprile 2013 alle 23:50 - Views: 421 #32976

    Caro Franciccio,

    io continuo ad essere assente per il fine settimana, (sempre senza l’iphone) e tu continui ancora a fissarti e a polemizzare sulla frase infelice o meno che concludeva la mia risposta….

    Hai giudicato infantili i miei colleghi e amici, anche discepoli che parlano a vanvera e loro hanno preferito lasciar correre…(più bravi di me!)

    Se tu fossi una persona più gentile e più malleabile non avresti incontrato nessuna difficoltà a farti prestare una modesta fotocamera digitale dai tuoi amici per fare finalmente le foto indispensabili per una diagnosi approssimativa del tuo Mango….

    Ma è come avevo detto io: avevi bisogno di attenzioni… e di attenzioni, infatti, (te lo dico con simpatia) ne hai ricevute tante!

    Caro Franciccio, fra noi non c’è nessun maestro e nessun allievo…siamo semplicemente un gruppo di amici appassionati di coltivazioni tropicali; io personalmente ho fatto morire migliaia di piante e dovrei vergognarmene…(altro che maestro)..

    però da tutto ciò ho ricavato tanta esperienza ed ultimamente anche qualche modesto successo.

    Per cui , “sotterriamo l’ascia di guerra” facciamo pace e dedichiamoci alle nostre amate ed innocenti piantine…

    Tienici informati (magari con qualche bella foto) sulla salute della tua piantina e…buona coltivazione!

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B