• Open
  • 30 Agosto 2007 alle 23:26 #844

    Leggendo i vostri post sembra una cosa facilissima, ma la mia passiflora edulis flavicarpa non ne vuole sapere di allegare frutti.

    Io prendo il polline da un fiore e lo deposito sui tre pistilli, alla sera quando annaffio,ma ho provato anche alla mattina.

    Com’è la tecnica esatta e quale il momento della giornata più adatto?

    Le piante sono da seme, di uno stesso frutto, ma ora ne ho altre piante da seme (semi acquistati in Brasile)che però non fioriscono ancora anche se sono cresciute moltissimo.

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    Franco
    Partecipante
    Posts: 307
    • 51Topic
    • 307Risposte
    • 358Post totali
    31 Agosto 2007 alle 12:44 - Views: 664 #11613

    Il polline del fiore va portato sull’ovario del fiore (il centro del fiore) e non sui pistilli.. Il momento piu favorevole, dalle mie esperienze è nel primo pomeriggio, quando il polline è ben maturo… Se fai tutto in modo corretto i frutti si vedono formati entro un paio di giorni…

    MaurizioPosts: 97
    • 9Topic
    • 97Risposte
    • 106Post totali
    31 Agosto 2007 alle 20:16 - Views: 737 #11614

    Si ottengono ibridi se si deposita polline compatibile sulla superficie superiore sugli stigmi, le 3 strutture a forma di chiodo presenti alla sommità del fiore, appena sopra le 5 antere, le palettine gialle che portano il polline.
    Io ottengo ibrido prendendo le antere di una specie e sfregandole fino a depositare una buona quantità di polline sui 3 stigmi. Allego comunque una immagine dove sono precisate le morfologie del fiore che sono implicate nella pratica di impollinazione.

    Tanti saluti
    Maurizio

    http://www.passiflora.it

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    31 Agosto 2007 alle 21:51 - Views: 645 #11615

    Io sinora ho fatto proprio come scrive Maurizio, ovviamente tra fiori della stessa specie avendo come scopo avere frutti e non semi ibridi.

    Ora proverò ad aumentare la dose di polline, cospargendo anche il centro del fiore. E’ ripresa la fioritura, che si era un po’ fermata con la siccità nonostante le annaffiature.

    Forse si stanno formando boccioli anche sulle piante messe in primavera, sono cresciute molto perchè in terreno molto fertile.

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    MaurizioPosts: 97
    • 9Topic
    • 97Risposte
    • 106Post totali
    31 Agosto 2007 alle 22:06 - Views: 739 #11616

    Secondo me, mi sbaglierò, ma mettere il polline al centro del fiore non serve a nulla. Il polline deve essere collocato sulla superficie degli stigmi per poter dirigere il tubulo pollinico nell’ovario
    Maurizio

    http://www.passiflora.it

    Scritto Da – Maurizio on 31 Agosto 2007 22:07:50

    lulu
    Partecipante
    Posts: 935
    • 159Topic
    • 935Risposte
    • 1094Post totali
    1 Settembre 2007 alle 6:46 - Views: 601 #11617

    Allego comunque una immagine dove sono precisate le morfologie del fiore che sono implicate nella pratica di impollinazione.

    Finalmente una bella foto dove si distingue bene la morfologia del fiore.
    Thank!

    Lulù

    http://www.passiflora.it
    [/quote]

    Elio Gulino
    Partecipante
    Posts: 292
    • 42Topic
    • 292Risposte
    • 334Post totali
    1 Settembre 2007 alle 18:24 - Views: 646 #11618

    Secondo me, mi sbaglierò, ma mettere il polline al centro del fiore non serve a nulla. Il polline deve essere collocato sulla superficie degli stigmi per poter dirigere il tubulo pollinico nell’ovario
    Maurizio


    Sono perfettamente d’accordo con Maurizio (e vorrei vedere !!): Maurizio è soltanto “diplomatico” e dice “mi sbaglierò”, ma non si sbaglia!
    Intervengo, però, non per dare forza a quanto detto da Maurizio (non ne ha bisogno!), ma perchè gli è sfuggita una tua domanda (….quale il momento della giornata più adatto?) e una tua informazione ….(….la mia passiflora edulis FLAVICARPA…..Le piante sono da seme, di uno stesso frutto, ma ora ne ho…….).
    Per la domanda, ti rimando, nuovamente , alla sez. Monografie, cap.3-Coltivazione-sub (g. e cap.3-Interventi.
    Per quanto riguarda l’informazione, la P.edulis flavicarpa è autoincompatibile : quindi necessita di impollinazione incrociata (polline di altra pianta di clone diverso: le altre piante, anche se ottenute da semi dello stesso frutto, dovrebbero andare bene; nel peggiore dei casi, ti toccherà aspettare che crescano, e fioriscano, le altre “brasiliane”)

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    1 Settembre 2007 alle 22:07 - Views: 635 #11619

    Volevo già dirlo la volta scorsa, non è che io non abbia cercato nella sezione Monografie, ma trovo solo una 4° sezione, suddivisa in due.

    Poi mi piacerebbe sapere qual’è la tecnica consigliata per l’innesto, io pensavo ad un innesto a corona, con uno o due rametti tagliati a becco di luccio e inserito sottocorteccia.

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    1 Settembre 2007 alle 22:23 - Views: 633 #11620

    Dimenticavo, sempre riguardo l’impollinazione: le piante per ora sono 4, di un frutto proveniente dal Venezuela, tutte fioriscono con almeno tre fiori al giorno, quindi un cocktail di polline. Stasera ho visto una farfalla notturna che si è fatta tutti i fiori, poi a buio ci sono i macroglossi, attirati anche dai capperi.

    Speriamo bene…

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    Elio Gulino
    Partecipante
    Posts: 292
    • 42Topic
    • 292Risposte
    • 334Post totali
    2 Settembre 2007 alle 0:00 - Views: 643 #11621

    quote:


    Volevo già dirlo la volta scorsa, non è che io non abbia cercato nella sezione Monografie, ma trovo solo una 4° sezione, suddivisa in due.

    Poi mi piacerebbe sapere qual’è la tecnica consigliata per l’innesto, io pensavo ad un innesto a corona, con uno o due rametti tagliati a becco di luccio e inserito sottocorteccia.



    In tutte le sezioni del Forum, in alto a destra, c’è una finestrella che chiede se vuoi mostrate tutte le discussioni: la tua pagina sarà, quindi, regolata in modo da mostrare solo le ultime (cap.4° – parte prima e parte seconda). Per visualizzare tutte le discussioni basta evidenziare “mostra tutte le discussioni”.
    Non ti avvilire! C’ero cascato anch’io: non trovavo più le mie discussioni!

    Per quanto riguarda l’innesto, visto che pare ci sia un certo interesse penso di aggiungere nella Monografia al cap. 4°-parte seconda qualche informazione più puntuale; dammi soltanto un pò di tempo, perchè ho qualche problema di tempo e anche di PC nuovo, che fa i capricci!

    Elio Gulino
    Partecipante
    Posts: 292
    • 42Topic
    • 292Risposte
    • 334Post totali
    2 Settembre 2007 alle 0:35 - Views: 643 #11622

    quote:


    Dimenticavo, sempre riguardo l’impollinazione: le piante per ora sono 4, di un frutto proveniente dal Venezuela, tutte fioriscono con almeno tre fiori al giorno, quindi un cocktail di polline. Stasera ho visto una farfalla notturna che si è fatta tutti i fiori, poi a buio ci sono i macroglossi, attirati anche dai capperi.

    Speriamo bene…

    Paolo



    Le condizioni per sperare in una fruttificazione ci sono tutte: piante di diverso clone che fioriscono con regolarità e contemporaneamente. Per quanto riguarda la speranza di impollinazione notturna non penso ci sia di aspettarsi nulla di positivo: a quell’ora la Passiflora non dovrebbe più essere recettiva (a meno che non parliamo di P.arida e poche altre).
    Ti ripeto, quindi, quanto già detto prima: impollinazione manuale incrociata !!!
    Buon divertimento e …auguri!!

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    14 Settembre 2007 alle 22:20 - Views: 632 #11623

    Oggi come al solito trasportavo polline da una pianta e l’altra, cosa non facile perchè i rami delle varie piante sono tutti intrecciati.

    Ad un certo punto ho visto un frutto grosso come un uovo ma più allungato tra i tralci di una pianta. Finalmente un frutto, non mi sembrava vero… oltretutto ha fatto un fiore anche una delle passiflore piantate in primavera ma non me ne sono accorto se non il giorno dopo; però ci sono ancora boccioli quindi avrò polline di clone ben diverso per le mie impollinazioni.

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    15 Settembre 2007 alle 23:24 - Views: 622 #11624

    Oggi altro frutto, ma ce ne saranno altri nel fogliame, che è molto denso. Quindi grazie per i consigli, ora mi attrezzo con cotton-fioc e scala per l’impollinazione incrociata

    Un’ulteriore domanda ai nostri enciclopedici vegetali : quanto tempo ci impiegano i frutti a maturare, visto che arriva l’inverno?

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com

    MaurizioPosts: 97
    • 9Topic
    • 97Risposte
    • 106Post totali
    17 Settembre 2007 alle 10:06 - Views: 749 #11625

    Ciao Paolo,
    i frutti di passiflora impiegano normalmente da 2 a 3 mesi per maturare. Naturalmente dipende dalla specie.Io ora sto pulendo i frutti impollinati a metà luglio, ma ve ne sono di impollinati in giugno che non sono ancora maturi.
    Riguardo alla tecnica di impollinazione non uso cotton fioc, pennelli ecc, poichè vi è dispersione del polline. Io stacco l’antera con una pinzetta o con le dita e la sfrego sullo stigma dell’altro fiore. La resa è migliore.
    Saluti
    Maurizio

    http://www.passiflora.it

    danielesitPosts: 224
    • 28Topic
    • 224Risposte
    • 252Post totali
    17 Settembre 2007 alle 22:56 - Views: 714 #11626

    Ciao a tutti
    scusate se mi intrometto in una sezione dove ben poco posso dire.Ma leggendo i vostri post mi avete incuriosito,anche perche avendo in casa una P.quadrangulares che non ha mai allegato nessun frutto ho cercato nei vostri post il motivo.che ora credo sia dovuto al fatto di non avere un’altra pianta per poter scambiare il polline.
    Devo fare anche i complimenti a Maurizio.Per curiosita sono entrato nel suo sito dedicato alle passiflore sono rimasto a navigarci dentro per parecchio tempo FANTASTICO!!!!!
    Sinceramente ho cominciato a rivalutare la mia passiflora che snobbavo per le mie palme

    ps.la mia passiflora si puo incrociare con altri generi della specie?(se ho detto qualche stupidagine perdonatemi)

    paolob44Posts: 768
    • 49Topic
    • 768Risposte
    • 817Post totali
    17 Settembre 2007 alle 23:38 - Views: 621 #11627

    Come avrai letto nei post precedenti puoi usare il polline di un’altra passiflora, penso che anche la quadrangularis sia autoincompatibile.

    Il frutto sarà quello della specie, mentre i semi daranno ibridi.

    Ci sarà qualcuno vicino a te con delle passiflore, magari la solita caerulea.

    Paolo

    un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
    http://caprettetibetane.splinder.com