Forum replies created

    In risposta a Trapianto papaya
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    9 Marzo 2009 alle 18:22 - Views: 413 #28767

    Cari amici,
    purtroppo anche l’ultima delle nove Papaye da seme stà passando a miglior vita…
    ma non importa poichè ho ancora quella di Lucia che anzi, in questi giorni di primi caldi, stà cominciando a rivegetare producendo nuove piccole foglie.
    La Papaya è veramente una bellissima pianta fra le tropicali ed io sono orgoglioso di possederne almeno una che spero possa fiorire (come nell’autunno scorso) e magari fruttificare.
    Spero di potervi aggiornare in futuro con buone notizie e con qualche bella foto
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    8 Marzo 2009 alle 20:24 - Views: 414 #29162

    Ciao Giuliana,
    non sono un esperto di peperoncini poichè ne coltivo solo una varietà e cioè quella illustrata nelle foto, ma dalla tua descrizione mi sembra di riconoscere la varietà “cappello turco” oppure “cappello del vescovo”.
    In questo forum ci sono molti esperti, veri appassionati del settore che potranno soddisfare sicuramente la tua richiesta..nel frattempo visita questo sito che potrebbe esserti utile per l’eventuale riconoscimento e buona fortuna:
    http://www.ricetteecooking.com/view.php/id_709/lingua_0/whoisit_1
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    8 Marzo 2009 alle 11:47 - Views: 414 #29158

    Ieri ho tenuto per la prima volta, quest’anno, la veranda aperta per alcune ore del pomeriggio, facendo prendere una boccata di aria primaverile alle mie piante tropicali…speriamo che duri..
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a STRANI SEMI
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    8 Marzo 2009 alle 11:40 - Views: 571 #29068

    Meno male..eravamo preoccupati…
    ma guarda che la pianta del caffè la puoi tranquillamente coltivare in vaso e ripararla l’inverno come faccio io che la possiedo già da cinque anni e che quest’anno forse produrrà i sospirati frutti.
    Carissimo Costiero, goditi la vacanza e centellinala fino all’ultimo secondo…a noi, non rimane che invidiarti…
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    7 Marzo 2009 alle 15:37 - Views: 515 #29154

    Anch’io, così come te, controllo sul nascere qualsiasi problema come afidi, acari, cocciniglia ecc…
    Tutte le sere, prima di andare a dormire, faccio un controllo accurato con la torcia e l’indomani intervengo.
    E poi arriverà finalmente il caldo e tutte le piante verranno spostate sull’altro balcone con esposizione a Est…non vedo l’ora!
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    7 Marzo 2009 alle 9:08 - Views: 515 #29152

    Perchè (haimè) abito in condominio, come avrai visto dalle foto…però ho il vantaggio, durante il lungo inverno torinese, di poter riparare la pianta in questione nella calda veranda in compagnia di altre numerose piante tropicali…della serie:
    chi si accontenta gode..
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    7 Marzo 2009 alle 0:23 - Views: 515 #29150

    E come le concimi…con la polvere da sparo???
    Scherzi a parte…facci sapere in quale zona climatica risiedi, poichè a Torino, dove io vivo, mi posso solo accontentare della coltivazione in vaso per questi simpatici “diavoli”
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    7 Marzo 2009 alle 0:12 - Views: 424 #29180

    Benvenuto Gadio,
    per quel che riguarda le talee di Selenicereus megalanthus non posso aiutarti, ma se invece ti accontenti dei semi medesimi, li puoi trovare su Ebay al prezzo di Euro 1.70 più 4.00 di spedizione.
    La vendita di questi semi è valida fino al 28 marzo 2009 ed è stata reinserita da poco.
    Buona fortuna e buona coltivazione
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    In risposta a STRANI SEMI
    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    6 Marzo 2009 alle 23:57 - Views: 571 #29065

    quote:


    capo verde, trovato veludo, calabaceira e simbron, cibi da uomo primitivo e ormai in via di disuso , ma si favoleggia sulle loro virtu’ medicinali.



    Costierooooooo….ma dove sei finito…non è che ti sei avvelenato assaggiando semi e frutti strani????
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    6 Marzo 2009 alle 23:47 - Views: 515 #29148

    quote:


    ne coltivo ogni anno 130 di 100 varietà differenti



    Complimenti Kirmen…ma che fine fanno tutti quei peperoncini?
    …non credo che te li mangerai tutti…

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Scritto Da – Antonio 46 on 06 Marzo 2009 23:51:07

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    6 Marzo 2009 alle 18:29 - Views: 515 #29146

    quote:


    è molto meglio e piu pratico riseminare ogni anno le piantine



    Ma vuoi mettere la soddisfazione di raccogliere dal 2003 numerosissimi peperoncini dalle ottime proprietà organolettiche su di un “albero” ottenuto da seme raccolto in un Orto botanico italiano, varietà Goat’s Weed, alto un metro e mezzo (e purtroppo deceduto solo in questi ultimi giorni per sopraggiunta vecchiaia)
    Ogni anno riproducevo dei nuovi piantini che poi andavo puntualmente a regalare, mentre ostentavo con orgoglio la vetusta “mamma” semplicemente impegnata, all’arrivo della bella stagione, a canalizzare le proprie energie per la produzione di foglie, fiori e di saporiti frutti.
    Nel germinatoio riscaldato sono già spuntati i nuovi figlioletti, e il più sviluppato e prestante fra questi, prenderà a breve il posto di rilievo che aveva la loro mamma.
    Allego le foto della cara estinta in un momento di raro splendore.
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    2 Marzo 2009 alle 23:16 - Views: 431 #28587

    Ciao Caio e grazie per il benvenuto.
    Oggi sarebbe per me impensabile affidare i miei preziosi semi di piante tropicali, spesso arrivati da molto lontano, alle mensole al disopra dei termosifoni di casa mia, ma c’era un tempo, prima dell’arrivo del germinatoio autoriscaldato e autocostruito, in cui questo metodo rappresentava l’unico mezzo per poter arrivare ad una discreta e alterna conclusione dell’ambito progetto.
    Spesso, con grande preoccupazione di mia moglie, le sopraccitate mensole erano ricolme di vecchi vasetti dello Yogurt con il loro prezioso contenuto messo a germinare insieme alla mia fantasia, simili a piccoli soldatini rigorosamente inquadrati e allineati, in apparente attesa di nuovi ordini.
    Hai ragione Caio…questo metodo è stato spesso causa d’insuccesso… ma le sconfitte e le nuove esperienze vissute sulla pelle e su quella di molti altri appassionati come me, sono servite a fortificare la passione latente fino a farla diventare una vera e propria meravigliosa mania, nata , per l’appunto, sulle nostre calde mensole di casa.
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    28 Febbraio 2009 alle 13:35 - Views: 429 #13899

    Ciao Fabio,
    mi dispiace aver letto solo oggi del tuo problema…. se sei ancora in tempo, ti consiglierei di sostituire tutto il pane di terra con del buon terriccio da semina e da trapianto della Vigorplant che è servito già diverse volte a salvare alcune mie piante tropicali in altrettante condizioni critiche.
    Da internet ho letto che la tua pianta di Mogano dal legno rosso e da cui si estrae il Chinino, prospera nelle foreste e nelle zone pluviali, adattandosi a diversi tipi di terreno e migliorando la crescita su suoli profondi, fertili, argillosi e su terreni alluvionali.
    Rimane il fatto che io farei quanto già consigliato qui sopra allegandoti un mio vecchio post che potrebbe ancora esserti utile:
    http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB2/viewtopic.php?t=14894&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    27 Febbraio 2009 alle 23:34 - Views: 496 #29183

    …due scuole di pensiero…come volevasi dimostrare..
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    27 Febbraio 2009 alle 14:58 - Views: 477 #28584

    Caio ha ragione: “è meglio viaggiare in bicicletta che a piedi” ma talvolta la nostra mensola al di sopra del termosifone rappresenta “l’ultima spiaggia” per i tanti appassionati di tropicali che, così come me, sono riusciti inizialmente ad ottenere dei risultati anche soddisfacenti. Altro luogo idoneo alla coltivazione iniziale dei nostri semi potrebbe essere al disopra del nostro frigorifero così come ben descritto dal sottoscritto in un altro vecchio post.
    http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB2/viewtopic.php?t=8870&start=0&postdays=0&postorder=asc&highlight=
    Ciao
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B