• Open
  • lulu
    Partecipante
    28 Gennaio 2005 alle 7:51 #204

    Direi che a questo punto non poteva mancare, visto l’interesse generale.
    Notizie generali:
    il nome Plumeria venne attribuito a questo genere dal botanico scozzese William Aiton in onore del Sacerdote di Marsiglia Charles Plumerier che alla fine del ‘700 esplorò diverse regioni dei tropici scoprendo molte varietà botaniche. E’ anche conosciuta come “frangipani dal termine usato dai coloni francesi nei Caraibi, perchè ricordava il famoso profumo creato nel XII secolo dal nobiluomo italiano Frangipani
    Per quel che riguarda la Plumeria in Thailandia sembra sia stata portata nel 1500 dai Portoghesi che stabilirono là un insediamento.
    Fra i nomi comuni delle Plumerie ci sono:
    “Jasmin de Cayenne” in Brasile, a causa del suo profumo
    “temple tree” e “pagoda tree ( Albero dei templi ) in India, dove viene piantato vicino ai templi buddisti e induisti
    “flor de May” ( fiore della Madonna) nello Yucatan perchè fiorisce in Maggio
    .
    Segue……….

    Lucia Barabino

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 370Topic
    • 3106Risposte
    • 3476Post totali
    3 Febbraio 2005 alle 10:18 - Views: 192 #7212

    Ciao a tutti,
    – Fiorenza: non è detto, a Palermo le coltiviamo all’aperto, ovvero in una situazione limite, climaticamente parlando, per loro, coltivandole in inverno in appartamento o in serra (quindi ad una temperatura media più elevata) i tempi potrebbero accorciarsi ed inoltre dipende dalla varietà.
    -Lulu: c’è molta confusione sulla nomenclatura delle varietà ‘storiche’, inizialmente è stata descritta una P. acutifolia, poi diventata P. rubra ‘acutifolia’, ma se cerchi foto di entrambe noterai differenze. Quella tipica di Palermo (non della Sicilia in genere, dove sono ancora pochissimo diffuse) è quella della foto con i petali sovrapposti e arrotondati e che come dicevo altrove, non si riscontra identica in altri luoghi.

    – Martina: spiacente, mi sono accorto di non avere nessuna foto della varietà nota come ‘Lutea’, ad ogni modo il fiore è tondeggiante, anche se meno della ‘palermitana’ classica e di colore giallo che diventa pallido, quasi bianco, ai bordi.

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    lulu
    Partecipante
    Posts: 932
    • 159Topic
    • 932Risposte
    • 1091Post totali
    3 Febbraio 2005 alle 11:24 - Views: 170 #7213

    Caro Pietro,
    infatti io ho alcune acutifolia presa in Sicilia ma il fiore è decisamente diverso, bello ma non come quello di cui hai messo la foto
    < IMG SRC= http://www.tropicamente.it/immagini%20sito/CATALOGO/P/Plumeria%20rubra%20var.%">.

    Per avere una talea di quella palermitana quindi non è cosa impossibile?

    lulu
    Partecipante
    Posts: 932
    • 159Topic
    • 932Risposte
    • 1091Post totali
    3 Febbraio 2005 alle 17:41 - Views: 166 #7214

    Avete visto che caos ho combinato. Volevo mettere la foto della acutifolia e ho messo solo il link in maniera errata e addirittura l’ho messo 2 volte.
    E’ meglio che mi metta a fare la calza.

    MartinaPosts: 629
    • 201Topic
    • 629Risposte
    • 830Post totali
    3 Febbraio 2005 alle 18:32 - Views: 213 #7215

    Eccola,Lulu ..è questa ???
    Ti prego….niente calze!!!!

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 370Topic
    • 3106Risposte
    • 3476Post totali
    3 Febbraio 2005 alle 18:50 - Views: 190 #7216

    Ciao Lulu,
    la Plumeria della foto, anche se i colori sono un pò sbiaditi, è quella che qui è chiamata ‘tricolor’ per la banda rosata sul bordo del petalo, che risulta più o meno accentuata a seconda dello spettro solare.
    Ad ogni modo ho visto dal catalogo che hai una invidiabile collezione.

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    attilioPosts: 17
    • 1Topic
    • 17Risposte
    • 18Post totali
    4 Febbraio 2005 alle 10:03 - Views: 170 #7217

    A Pietro Puccio e Martina
    Ho letto con qualche ritardo sul forum l’interessante discussione sulla plumeria opportunamente eletta pianta del mese. Le indicazioni di Pietro sono sempre preziose per tutti. Aggiungerei che la pianta madre della forma di P. rubra più diffusa a Palermo è quasi sicuramente originaria del sud-est asiatico.
    Ho notato che si è parlato della cosiddetta forma “lutea”. Poiché dispongo di immagini, provo ad inserirle. Si tratta del fiore sulla pianta, di un fiore tenuto in mano e di un follicolo con alcuni semi. I semi sono stati prodotti da una pianta coltivata a Palermo.



    Attilio
    Palermo
    Zona USDA )9b/10a

    lulu
    Partecipante
    Posts: 932
    • 159Topic
    • 932Risposte
    • 1091Post totali
    4 Febbraio 2005 alle 10:54 - Views: 166 #7218

    Finalmente la discussione sulla Plumeria è andata avanti così si è riusciti anche ad avere le foto della lutea per Martina ( e anche per me ) visto che la mia, da seme, la vedrò fiorita in età avanzata………
    Belle, belle tutte.
    Ma chi sa dirmi, secondo le statistiche americane, la più profumata?

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 370Topic
    • 3106Risposte
    • 3476Post totali
    4 Febbraio 2005 alle 16:47 - Views: 186 #7219

    Grazie Attilio e complimenti per pianta e foto; hai altre varietà e, soprattutto, notizie sulla sua introduzione a Palermo?

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    attilioPosts: 17
    • 1Topic
    • 17Risposte
    • 18Post totali
    5 Febbraio 2005 alle 10:09 - Views: 190 #7220

    Pietro grazie per i complimenti, che venendo da te fanno particolarmente piacere. L’indicazione che ho data sulla provenienza della acutifolia di Palermo (la potremmo battezzare “panormitana”) è una robusta ipotesi che emerge da una ricerca in corso di cui potremo riparlare in seguito. Quanto a me ho una ventina di piante, ma mi piace documentarmi e fotografare anche esemplari non miei. In questo periodo mi appassiona la coltivazione di plumerie a partire da semi nati a Palermo. Nel 2004 moltissime piante hanno prodotto semi, secondo me a seguito dell’estate eccezionalmente calda e prolungata del 2003. Conosco, e l’ho documentato, addirittura un caso di fruttificazione di una Plumeria obtusa, specie assai più termofila della P.rubra.
    Attilio
    Palermo
    Zona USDA 9b/10a

    folliapuraPosts: 6
    • 0Topic
    • 6Risposte
    • 6Post totali
    5 Febbraio 2005 alle 10:56 - Views: 185 #7221

    Ma non mi dite che le vostre plumerie hanno ancora le foglie da quest’estate?!!?
    Le mie stanno a riposo, le annaffio quando sono asciutte e le spruzzo ogni tanto per evitare il ragnetto balordo!

    Comunque complimenti a tutti, appena faranno i fiori le mie vi faccio vedere le foto, quando capisco come si fa ovviamente!
    Salutoni Lavinia

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 370Topic
    • 3106Risposte
    • 3476Post totali
    5 Febbraio 2005 alle 17:40 - Views: 186 #7222

    Ciao Attilio,
    mi farai cosa graditissima nell’indicarmi, a suo tempo, gli estremi della pubblicazione.
    Una domanda: l’ambiente di coltivazione della obtusa. Io ne ho una da anni che tengo in vaso in un balcone esposto a sud, fiorisce, ma ogni anno qualche ‘punta’ si brucia per il freddo e perde quasi tutte le foglie. Ho da poco due piante regalatemi da un amico da talee prese (credo) in Kenia, il fiore è quello classico, ma in atto il danneggiamento delle foglie è appena accennato, anche il donatore mi ha confermato la discreta rusticità di questo clone.
    Infine la scorsa estate in una villa di Mondello ho visto una Plumeria per me ‘nuova’, si trattava di un albero carico di fiori molto grandi, di cui accludo una brutta foto (c’erano luci ed ombre e la foto è stata fatta piegando con una mano un ramo e scattando con l’altra..), il bianco dei petali era abbagliante ed inoltre era visibilissima anche a discreta distanza la ‘tessitura’ dei petali (in foto risulta appiattita), unico neo non profumata. Purtroppo il proprietario, non mi ha saputo dare indicazioni sulla sua provenienza.

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 370Topic
    • 3106Risposte
    • 3476Post totali
    5 Febbraio 2005 alle 17:47 - Views: 186 #7223

    Ciao Lavinia,
    le mie P. stanno cominciando a perdere le foglie ora, ad ogni modo c’è una certa variabilità in dipendenza dell’ambiente di coltivazione, dell’esposizione e della varietà.
    Per l’inserimento delle foto, nel forum ‘foto’ c’è passo passo il sistema che utilizzo io, c’è pure su giardinaggio.it che mi pare una volta frequentavi.

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    folliapuraPosts: 6
    • 0Topic
    • 6Risposte
    • 6Post totali
    6 Febbraio 2005 alle 12:18 - Views: 185 #7224

    E LO FREQUENTO ANCORA!
    E’ solo che ho avuto il PC fuori uso per un bel pò e d eccomi qui, grazie per l’informazione sulle foto, ci proverò prossimamente!
    Salutoni Lavinia

    attilioPosts: 17
    • 1Topic
    • 17Risposte
    • 18Post totali
    6 Febbraio 2005 alle 12:46 - Views: 191 #7225

    Ciao Pietro,
    la obtusa di cui parlo è coltivata in vaso in una zona aperta dove rimane tutto l’anno; devo precisare che i semi non hanno germogliato, probabilmente erano sterili perché sviluppatisi in condizione estreme per la specie. Quanto a me possiedo due talee di obtusa che in inverno sto tenendo dentro casa ottenendo da una delle due una produzione di foglie in buone condizioni.
    Quanto alla varietà “nuova”, mi ero accorto anche io della esistenza di questa forma di cui c’è un esemplare arboreo all’Orto Botanico (non conoscevo quello di Mondello). Mi avevano colpito le grandi dimensioni dei fiori, larghi 10-12 cm (come si vede dalla foto in cui uno viene tenuto da una mano non minuta), e il fatto che fossero completamente inodori. Non credo che questa forma abbia mai ricevuto un nome; se ti interessa, di questa ho dei semi.

    http://img.photobucket.com/albums/v644/attilio/biancasemi.jpg

    Vorrei aggiungere infine una precisazione sulla “lutea”; una caratteristica di questa forma è che la pagina inferiore della foglia è fortemente pruinosa, quasi tomentosa, a differenza delle altre varietà di P. rubra in cui entrambe le superfici delle foglie sono glabre.
    Attilio
    Palermo
    Zona USDA 9b/10a

    lulu
    Partecipante
    Posts: 932
    • 159Topic
    • 932Risposte
    • 1091Post totali
    7 Febbraio 2005 alle 10:31 - Views: 170 #7226

    Ciao, a vederla così sembrerebbe quasi una Dwarf evergreen o Cyndi Moragne, ma il fiore inodore fa “scivolare” via questa mia ipotesi.
    Attilio, ha qualche seme anche per me?
    Torino. zona ( USDA ) 8a