Forum replies created

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    22 Dicembre 2004 alle 13:39 - Views: 384 #6831

    Ciao Giuseppe e benvenuto, come vedi sei in ottima compagnia!

    Ciao Michele, grazie per il cortesissimo e approfitto per confermarti, se ancora non l’hai contattato, che puoi trovare i manghi nani dove ti ho indicato.

    Ciao Francesco, il mango cresce e fruttifica nelle aree costiere della Sicilia, ad es. nella costa tirrenica, presso Alcamo, c’è già un impianto in produzione, io ho una varietà nana in piena terra che da qualche anno fruttifica, ed a Milazzo esistono pure grandi alberi che fruttificano da anni.
    Auguri

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a che bauhinia e’?
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    19 Dicembre 2004 alle 17:12 - Views: 345 #25732

    E’ un rampicante? Nel qual caso potrebbe trattarsi della B. yunnanesis.
    Ciao

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a hibiscus
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    19 Dicembre 2004 alle 8:18 - Views: 364 #25726

    Ciao,
    l’H. clayi non è per nulla diffuso, sarà quindi difficile trovarlo, non l’ho mai visto citato in cataloghi di semi o piante italiani od europei, non se ne parla nemmeno nelle società americana ed australiana dedicate agli Hibiscus, al limite puoi chiedere informazioni alla “Native Hawaiian Plant Society”: http://www.angelfire.com/hi4/nhps/
    può darsi che te li mandino spontaneamente (nel qual caso ricordati del sottoscritto…

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a Cura delle Plumerie
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    18 Dicembre 2004 alle 18:29 - Views: 416 #6791

    Ciao Lulu,
    non ci sono limiti di età e di dimensione, alla periferia di Palermo c’è una villetta con un albero alto 5 m, mantenuto a questa altezza con potature, innesti e reinnesti con una decina di varietà, da un ex giardiniere dell’orto botanico, ora ultranovantenne. Io ero contrario agli innesti di diverse varietà su una stessa pianta (lo fanno a volte con gli oleandri), ma quando una trentina di anni fa l’ho visto in fioritura, almeno per le plumerie, mi sono ricreduto. Il momento migliore è quando è evidente la ripresa vegetativa, che può essere diversa per piante in serra da quelle in piena terra, all’amico di Bologna (in serra riscaldata) ad es. iniziano a fiorire almeno un mese e mezzo prima che a Palermo. Ti consiglio la prima volta di tentare con pochi rami, in modo da farti la ‘mano’. Per la forma del taglio, qualsiasi va bene basta che la zona del cambio coincida per una buona parte e che rimangano ben a contatto. Io ne ho fatti molti sia con un taglio ‘a gradino’ che inclinato ( / ), ma in Thailandia ne ho visto molti a V. Per forzare le due parti in contatto uso il classico nastro isolante degli elettricisti avvolto ben stretto, che ha il vantaggio di mantenersi integro per molti mesi all’aperto.
    Ad ogni modo, sicuramente Lucrezio ti darà altri ottimi consigli.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a Musa Ensete..
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    18 Dicembre 2004 alle 8:48 - Views: 341 #6845

    Ciao Franco,
    ma non hai usato nessun pretrattamento classico per questo tipo di semi? Nella tarda primavera basta mettere in acqua per 2-3 giorni anche senza scarificare il seme, in inverno potresti metterli in un contenitore d’acqua sul termosifone in modo tale che la temperatura sul fondo sia tra 30 e 35 °C per un giorno. Per accelerare puoi anche fare prima dell’ammollon una leggera scarificazione.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a Cura delle Plumerie
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    18 Dicembre 2004 alle 8:42 - Views: 382 #6789

    Ciao Lulù,
    l’innesto nelle plumerie è quanto di più semplice ci sia, l’importante è al solito fare in modo che il ‘cambio’ sia in contatto (basta una piccola porzione) ed il portainnesto sia in vegetazione. E’ una tecnica a volte usata a Palermo per avere sulla stessa pianta diverse varietà ed io generalmente la uso quando ho porzioni di ramo troppo piccole per farle radicare o in casi di ‘emergenza’. Questa ‘Japanese lantern’ è la punta di una talea che stava marcendo ed è ora innestata su ‘Aztec gold’ su cui, per errore è innestata anche una ‘Celadine’ (errore perchè giallo su giallo non si nota, ma mi era stata regalata con nome diverso).

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    16 Dicembre 2004 alle 18:00 - Views: 311 #25713

    quote:


    Le Bauhinie, come tutte le leguminose ( caesalpiniaceae ) sono a crescita veloce e i semi si mantemgono freschi per alcuni anni, avendo all’interno molto amido.


    Ciao,
    verissimo, ma purtroppo esistono illustri eccezioni come la B.kockiana, la cui germinabilità dura solo pochi giorni. Inoltre alla velocità di crescita, comune a tutte, non si accompagna in qualche caso un veloce raggiungimento della maturità, così ad esempio ho dovuto aspettare circa 15 anni per la prima fioritura di Bauhinia (ora Lysiphyllum) hookeri, Cassia javanica e C. fistula; per Delonix floribunda e regia (in vaso e riparata) sono già passati 10 anni…

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    16 Dicembre 2004 alle 17:51 - Views: 311 #25712

    quote:


    La Clitoria ternatea è quasi infestante ad Ischia, a La Mortella,


    Non mi permetto di dubitare che si tratti della ternatea (e non della mariana, rusticissima e infestante), ma è bene non prendere troppo a riferimento La Mortella, che ha dei particolari angoli dove sopravvivono piante che morirebbero già una decina di metri più lontano.

    quote:


    A proposito di Bauhinia, sto tirando su da seme la B. natalensis, spero non ci metta troppo tempo a crescere…


    La natalensis fiorisce lo stesso anno della semina (se anticipata in serra) o al più l’anno successivo (sono i semi che ho mandato alla ‘banca’ lo scorso anno?)
    Ciao

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    In risposta a Plumeria..
    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    15 Dicembre 2004 alle 0:13 - Views: 326 #6843

    Ciao Franco,
    la prima fu inizialmente descritta come specie da (se ben ricordo) Ruiz e Pavon, col nome di Plumeria tricolor ‘Obscura’, ma è pur sempre una P. rubra; è presente all’Orto Botanico di Palermo e, anche se in maniera minoritaria, nei giardini e balconi della città. La seconda è una vecchia varietà, la ‘Aztec gold, che considero una delle migliori, per dimensione, profumo e produzione di fiori. E’ l’unica che mi fiorisce due volte nella stessa stagione (ossia fiorisce a giugno, ramifica ed almeno uno di queste ramificazioni fiorisce ad agosto, ne iniza a volte una terza che però abortisce all’inizio dell’inverno). La quantità di fiori che fa un piccolo albero in piena terra è impressionante, questa estate su richiesta di un amico che voleva conoscere approssivamente il numero dei fiori aperti contemporaneamente, ho contato, con approssimazione per difetto, intorno a 350 fiori. Purtroppo la stragrande maggioranza delle varietà che ho sono state acquistate (nell’arco di 36 anni), o mi sono state regalate, senza nome.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    14 Dicembre 2004 alle 18:25 - Views: 271 #6771

    Ciao Francesco,
    la Myristica ha sorpreso anche me, tieni però conto che per la particolare posizione Palermo ha minime invernali costanti e mediamente più elevate di quelle di località anche molto più a sud.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    14 Dicembre 2004 alle 18:20 - Views: 238 #25708

    Spiacente per la B. tomentosa, ma non ho raccolto i semi.
    Ciao
    Pietro Puccio
    PS: la Clitoria dovrebbe avere problemi in piena aria.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    13 Dicembre 2004 alle 23:34 - Views: 263 #6769

    Ciao Martina,
    non è un trucco e non so se basta a far fiorire la tua pianta, ma la mysorensis fiorisce poco quando è giovane ed inoltre a fiorire sono quasi esclusivamente i rami orizzontali (visto il tipo di infiorescenza sembra più che logico)

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    13 Dicembre 2004 alle 16:14 - Views: 267 #6766

    Ciao Francesco,
    ti do qualche buona notizia, hai citato tre piante come supertropicali: Illicium, Myristica e Litchi, in realtà sono coltivabili in climi subtropicali e/o ‘mediterranei’. Dell’Illicium verum non ho esperienza diretta, ma ho letto che può vivere addirittura in zona (USDA) 7, quindi anche a Bologna; il Litchi vive e fruttifica benissimo in Sicilia, pertanto a Bologna basterebbe una serra con un riscaldamento tale da non far scendere la temperatura sotto i +4/+5°C per sicurezza; per la Myristica, ho due piante da seme di cui una ha già passato due inverni fuori, esposta a sud, solo con un visibile rallentamento della vegetazione (come prevedibile!) e qualche foglia caduta, anche la Myristica quindi (ma è un grosso albero) potrebbe andare insieme al Litchi.
    Ciao Michele,
    se non sbaglio ci conosciamo.

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Scritto Da – pietropuccio on 13 Dicembre 2004 16:16:06

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    12 Dicembre 2004 alle 18:43 - Views: 263 #6756

    Ciao Lulu,
    l’indirizzo è questo:
    http://www.giorgio.fotopic.net

    pp

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    12 Dicembre 2004 alle 11:13 - Views: 253 #6810

    Ciao Lavinia, ciao Franco,
    Lavinia, dici che ti fa anche i boccioli…, ma poi si aprono?. A parte la battuta quanto è grande il vaso e quanto è vecchia la pianta.
    Franco, io ho ne ho avuto una quando non avevo il giardino e dopo due anni di inutile attesa dei fiori l’ho regalata. Dopo forse un anno, messa in un mastello da oltre 50 ha caminciato a fiorire e sempre di più, anno dopo anno. Questo perchè è un arbusto/albero di discrete proporzioni a cui il vaso generalmente va piuttosto ‘stretto’. Lavinia ha dato due utilissimi suggerimenti, infatti anche per questa pianta è consigliato rallentare notevolmente le innaffiature per stimolarne la fioritura ed inoltre, anche se riesce a vivere e fiorire in piena terra a Palermo (suoli alcalini), il colore verde piuttosto pallido che spesso assume indica (come del resto la letteratura in proposito) che preferisce suoli lievemente acidi.
    Pietro Puccio

    Pietro Puccio
    Palermo, zona (USDA) 9b/10a

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/