• Open
  • 3 Febbraio 2009 alle 20:50 #4523

    Salve a Tutti!
    Mi presento, sono Andrea Gabrieli, ho 18 anni e sono molto appassionato della coltivazione di varie piante (palme comprese!)
    Abito a Milano, ma ho una casa a Marcelli di Numana sotto il Monte Conero o Monte d’Ancona nelle Marche. USDA: 8b.
    Quì ho a disposizione un grande terrazzo di metri quadri 300 e quì mi “diletto” con fruttiferi, pinacee, cactacee e aerecacee!
    A Milano tengo le palme più delicate e a Numana possiedo degli esemplari molto grandi che resistono bene al clima umido e fresco dell’inverno marchigiano costiero!
    Le palme che possiedo sono:
    Archontophoenix Chunnighamiana,
    Chamadorea Elegans (di anni 25!!!)
    Chamerops Humilis,
    Trachicarpus Fortunei,
    Phoenix Canariensis
    Phoenix Roebelenii,
    Syagrus Rommanzoffiana,
    Whashingtonia Robusta,
    Whashingtonia Filifera,
    Livinstonia Rotundifoloia,
    Caryota Mitis,
    Raphis Excelsa,
    Dypsis Cabadae,
    Cocos Nucifera (arrivato dalla Hawaii!),
    Euterpe Oleracea,
    e Bismarckia Nobilis, di cui appunto vorrei parlarVi!
    A settembre 2008 comperai dalla Germania una bella palma di Bismarck, che arrivò anche in breve tempo! (3 giorni). La condizione della pianta appariva buona: aveva una foglia aperta e una chiusa! Passò tutto settembre e tutto ottobre senza crescere quando improvvisamente l’unica foglia aperta che aveva iniziò a seccare! Capii celermente che il mio piccolo balconcino milanese non avrebbe mai potuto soddisfare le esigenze culturali e ambientali di un albero endemico dei caldi e assolati altipiani madagascariani! Così decisi di portarla a Numana dove speravo si sarebbe ripresa! A Numana tagliai la foglia lasciando solo quella chiusa e la trapiantai, tuttavia mi resi conto di non disponere di TNT per coprirla, avendo dato l’ultimo sacco a un grande Araucaria Excelsa di 3m.
    Tornato a Milano mi resi conto del problema freddo-umidità per le Bismarckiae e capii di aver fatto un pasticcio!

    A gennaio, considerando ormai morta la Bismarckia “tedesca” e avendone trovata un’altra in un vivaio di San Remo, la acqistai! Scusandomi per la forse troppo lunga introduzione, arrivo al punto:
    tornato nelle marche Domenica scorsa 2 febbraio e rivista la Bismarckia “tedesca”, quasi non credevo a ciò che mi si palesava davanti! Non solo non era morta, ma anzi aveva aperto una nuova foglia!!
    Avete capito bene: ha aperto una foglia in un periodo (freddo) compreso tra Novembre e Febbraio!
    Dunque, c’è da dire che il clima costiero marchigiano è sì umido tutto l’anno e in particolare in inverno, ma la temperatura è raro (ma non impossibile) che scenda sotto +1°C!. Resta comunque il problema dei venti, a cui quella zona è parecchio soggetta! In ogni caso la mia Bismarckia Nobilis si è dimostrata molto resistente al freddo umido tanto da aprire una foglia!
    Secondo me bisogna tenere presente questa vicenda per capire la vera rusticità della Bismarckia!
    Sperando di non averVi inultimente annoiato, spero che l’esperienza raccontata permetta nuove considerazioni sulla rusticità della Bismarckia Nobilis!

    Un saluto a Tutti,

    Andrea.
    (Vi farò sapere quando pinanterò la II Bismarckia, quella ligure!!!

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    AndreaGabrieliPosts: 776
    • 74Topic
    • 776Risposte
    • 850Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 19:14 - Views: 438 #38162

    Ciao,

    Questa è la foto della Bismarckia Nobilis “ligure” che ho attualmente a Milano!
    L’altra piantata nelle Marche non l’ho mai fotografata, ma lo farò appena possibile!

    Giuseppe, se può esserTi utile a capire meglio il clima che ho a disposizione… in un paese costiero limitrofo (Porto Recanati) c’è un Ficus Elastica (pianta non certo famosa per la sua rusticità) pianatata all’aperto in giardino da due anni! L’ho vista ultimamente e godeva di ottima salute!

    ffeeddee, spero che tu abbia ragione! Non ne posso più di questo inverno che quì al nord è stato gelido
    P.S. (Grazie ancora a Pietro e Piera per i suggerimenti su come inserire le foto)

    Un saluto a Tutti,

    Andrea.

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    AndreaGabrieliPosts: 776
    • 74Topic
    • 776Risposte
    • 850Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 19:16 - Views: 436 #38163

    Gulp!,

    Forse è un pò sfocata…….

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 19:26 - Views: 388 #38164

    ne possedevo una, ma la primavera e l’autunno milanese le sono stati fatali…

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    Scritto Da – ice on 07 Marzo 2009 20:12:38

    roberto brunoPosts: 302
    • 18Topic
    • 302Risposte
    • 320Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 19:38 - Views: 384 #38165

    quote:


    allora andrea se e come dici tu ,sono contento per te,mentre non sono contento per la Licuala Grandis!,di sicuro non c’è la fara!.

    giuseppe


    Secondo me della Licuala non troverà nemmeno il vaso!

    AndreaGabrieliPosts: 776
    • 74Topic
    • 776Risposte
    • 850Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 20:55 - Views: 436 #38166

    Roberto, lo penso anch’io.
    Ad ogni modo Ve ne darò notizia certa quando incontrerò quel mio vicino di terrzzo a Primavera!!!

    Ice, adesso è in casa, ma a primavera la porterò nelle Marche dove ho l’altra!

    Saluti,

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    CaioPosts: 1336
    • 115Topic
    • 1336Risposte
    • 1451Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 21:44 - Views: 314 #38167

    Ciao Andrea e benvenuto.
    Non vorrei fare la parte del “Corvo nero”, ma consosco molto bene la zona del basso Ascolano, ed anche se si fregia come la riviera delle Palme, ne crescono diverse specie, ma le ” solite ” Phoenix butia brahea e company.
    Per quanto concerne le minime ambientali (non consoco bene i giri che i venti dominati prendono dai balcani verso la costa Adriatica), ma ti posso dire con assoluta certezza che il litorale AP e molto più freddo del litorale di Roma, ergo la Bismarchia non ha speranze.
    Ho letto il tuo contributo di paragone con il Ficus E., ma come hai ben evidenziato il Ficus è all’aperto da soli due anni.
    2 anni, come 4 o cinque non sono sufficienti per testare con sciurezza l’effettiva resistenza della pianta alle minime temperature, e questo lo scopriari con l’esperienza.
    A paragone posso portati che ho allevato all’aperto un esemplare di zamia furfuracea dell’eta di 20 anni, ed è resistito perdendo le foglie ogni inverno per cinque anni per poi muorire, non convinto ne ho acquistato (con dolo al portafoglio) un’altro esemplare analogo vedendolo murire dopo soli tre anni.
    ora ne posseggo uno di soli 10 anni, ritirato in casa d’inverno.
    Non per scoraggiarti, le prove fanno parte della passione, ma forse nel tuo caso mi porrei il dubbio se il termometro che hai i loco è ben tarato, forse conviene che fai alcuni paragoni per sincerarti sull’esattezza del dato rilevato.
    Mi scuso se mi sono dilungato sul tema.
    Saluti, caio.

    quote:


    per completezza sul clima Vi informo che la temperatura minima a Numana registrata dal mio termometro esterno è stata,in data 2 gennaio 2009, -0,2°C!

    Un saluto a tutti,

    Andrea.

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b


    giulianaPosts: 626
    • 97Topic
    • 626Risposte
    • 723Post totali
    5 Febbraio 2009 alle 22:52 - Views: 378 #38168

    quote:


    ….vicino di terrzzo a Primavera!!!



    buonasera Andrea,
    se la passione aiuta con il tuo entusiasmo
    impianterai un palmeto da fare invidia a tutti.
    Non riesco a vedere la tua foto, non so gli altri.
    Comunque da Fermo e Porto San Giorgio farò un “servizio” non appena ci passerò: vediamo lì intorno cosa cresce.
    Saluti
    giuliana

    costieroPosts: 945
    • 36Topic
    • 945Risposte
    • 981Post totali
    6 Febbraio 2009 alle 12:59 - Views: 444 #38169

    scusate ma la costa adriatica e’ molto fredda in inverno, io sono nativo di rimini e vi posso dire che GELA sempre in inverno.dypsis cabadae nelle marche ? ma…non mi sembra possibile che tutte quelle palme sopra elencate possano vivere a numana senza protezione invernale..

    delli paoli giuseppePosts: 1139
    • 73Topic
    • 1139Risposte
    • 1212Post totali
    6 Febbraio 2009 alle 13:42 - Views: 349 #38170

    una cosa e certa la costa adriatica e più fredda di quella tirrenica.comunque io apprezo l’ottimismo di andrea.

    giuseppe

    AndreaGabrieliPosts: 776
    • 74Topic
    • 776Risposte
    • 850Post totali
    6 Febbraio 2009 alle 15:52 - Views: 435 #38171

    Ciao a Tutti,

    costiero, sono stato frainteso: Dypsis Cabadae è una delle palme che ho a Milano in SERRA! A Numana al momento ho: Chamerops, Syagrus, Phoenix sp…, Trachicarpus, Chamadorea e questa Bismarckia!
    Sotto Ancona fa vento forte, umidità elevata, ma è raro che geli.

    Caio, (grazie per il benvenuto!) Io non ho la casa in provincia di Ascoli, ma di Ancona (più a N). Il dato termometrico dovrebbe essere attendibile! (I termometri sono due ed avevano un differenza molto piccola. (sono di minima e massima).
    La Bismarckia, comunque quest’anno l’ha passato (senza TNT)!
    Non dimentichiamo però che è vicino a un muro e riparata dai venti balcanici (NE-E).

    Comunque non mancherò di, innanzitutto avvisarVi sulla sua ripresa primaverile (cresce… non cresce…) e successivamente tenerVi aggiornati sui suoi passi futuri!

    ciao,

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    Scritto Da – AndreaGabrieli on 06 Febbraio 2009 15:54:35

    Scritto Da – AndreaGabrieli on 06 Febbraio 2009 15:55:21

    CaioPosts: 1336
    • 115Topic
    • 1336Risposte
    • 1451Post totali
    6 Febbraio 2009 alle 19:12 - Views: 306 #38172

    Solo le prove hanno permesso di far ambientare nuove specie, fuori dal loro normale areale, quindi forza Andrea, e mi raccomando a Primavera ci aspettiamo solo buone nuove.
    Saluti, caio.

    AndreaGabrieliPosts: 776
    • 74Topic
    • 776Risposte
    • 850Post totali
    6 Febbraio 2009 alle 19:33 - Views: 435 #38173

    Speriamo……
    Non mancherò!
    Andrea.

    Andrea Gabrieli
    USDA Milano: 7a/b
    USDA Numana(An): 8b

    ffeeddee
    Partecipante
    Posts: 2765
    • 75Topic
    • 2765Risposte
    • 2840Post totali
    7 Febbraio 2009 alle 9:10 - Views: 338 #38174

    Quanto alla minima registrata a Numana quest’inverno devo dire che e’ compatibile con quella registrata dal sottoscritto a Ravenna, su un terrazzo a piano terra esposto a ovest in cittá: -2 C.
    Qui il primo dell’anno e’ nevicato ma giá a pomeriggio si era sciolto tutto, non così a Bologna, dove una settimana
    dopo era ancora li
    Questo mentre Milano era nella tormenta e, mi e’ stato riferito nei dintorni qualcuno ha registrato -14 C e addirittura -18C
    Quindi quando si parla di clima della pianura padana meglio non generalizzare
    Ciao

    Federico

    Ravenna
    Zona climatica 8a/8b (USDA)

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    7 Febbraio 2009 alle 10:09 - Views: 387 #38175

    concordo riguardo il fatto di non generalizzare le temperature in pianura padana, per parecchie volte qualche settimana fa, le minime registrate sono state intorno al -12 con massime nello stesso giorno di -4 per qualche giorno consegutivo, inserirò qualche foto per darvi un’idea della conseguenza della galaverna ( nebbia- freddo ) a queste temperature sulle piante in genere.

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    AndrexPosts: 155
    • 28Topic
    • 155Risposte
    • 183Post totali
    5 Marzo 2009 alle 12:43 - Views: 406 #38176

    Andrea qualche notizia della piccola bismarckia?

    Greginson