• Open
  • 27 Febbraio 2009 alle 16:54 #3735

    Ciao amici,
    alcuni anni fa, e precisamente nel 2005 quando mi iscrissi a questo forum per la prima volta, posi un quesito sull’identificazione di una giovane piantina sconosciuta, ottenuta da un piccolo seme all’interno di una bacca rossa, raccolta qualche mese prima nel reparto delle piante tropicali dell’Orto Botanico di Firenze.
    Per lo scopo di cui sopra, allegai alcune foto del giovane virgulto con la speranza di una facile identificazione.
    Il gentilissimo Pietro Puccio, ricordo, si fece in “quattro” per risolvere l’enigma, ponendomi molte domande utili al riconoscimento della piantina e alla fine, con dispiaciuta rassegnazione, concluse che avremmo dovuto aspettare almeno la prima fioritura per azzardare un’ipotesi di identificazione.
    Il caso ha voluto che lo scorso anno, in occasione di un incontro fra forumisti ad Alassio, ritrovassi la mia medesima piantina nella serra riscaldata dell’amico Paolo44, sotto il nome di Eugenia Uniflora o più comunemente Pitanga.
    La mia piccola piantina detta anche ciliegio del Brasile, è coltivata un po’ come bonsai, e non so se un giorno riuscirò mai a vederla fiorire o magari fruttificare, ma desidero cogliere l’occasione per salutare e ringraziare in questo forum l’amico Pietro Puccio per il gradito interessamento prestatomi a suo tempo con molta generosità.
    Allego alcune foto di “ieri” e di “oggi”
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Scritto Da – Antonio 46 il 27 Febbraio 2009alle ore 16:56:34

    Scritto Da – Antonio 46 il 27 Febbraio 2009alle ore 16:59:29

    Scritto Da – Antonio 46 il 27 Febbraio 2009alle ore 17:04:10

    Scritto Da – Antonio 46 il 27 Febbraio 2009alle ore 17:06:25

    giulianaPosts: 626
    • 97Topic
    • 626Risposte
    • 723Post totali
    15 Gennaio 2010 alle 11:05 - Views: 357 #29256

    Riciao Antonio e…..ricomplimenti.
    Sono profumati i fiori?
    Giuliana

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    15 Gennaio 2010 alle 21:20 - Views: 411 #29257

    Ciao Bearking e Giuliana,
    l’Eugenia Uniflora si trova con molte consorelle tropicali nella solita veranda riscaldata sia dal soggiorno attiguo che da una stufetta elettrica dotata di termostato allo scopo di mantenere la temperatura costante di 20/21 gradi, unita ad un umidificatore dal consumo di tre litri d’acqua al giorno per ristabilire i normali valori di umidità.
    L’attuale e miracolosa fioritura, purtroppo, appaga solo gli occhi in quanto i suoi numerosi e candidi fiorellini non sono profumati ma manifestano ugualmente e a loro modo la grande gioia di vivere.
    Antonio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    valeblondPosts: 3
    • 0Topic
    • 3Risposte
    • 3Post totali
    18 Aprile 2010 alle 23:10 - Views: 331 #29258

    buonasera a tutte e tutti! sono una novellina qui…e pure una novellina a curare i bonsai. Ho un gran bisogno del vostro aiuto! vi prego, rispondetemi numerosi, ve ne sarò veramente grata!a dicembre mi è stato regalato un bonsai di Eugenia myrtifolia….bellissimo, con una chioma folta e un bel muschietto sulla terra. Ha cominciato subito a germogliare…e anche ad ammalarsi. Sono comparse varie chioccioline…e perfino delle cocciniglie. In capo a febbraio tutti i parassiti sono stati eliminati e sembrava che la piantina stesse bene: aveva ripreso a mettere foglie fino…a due settimane fa! Ormai è totalmente pelata, i germogli sono deboli e le foglie rimaste sono molli e cadenti. Molti rami sono seccati, il muschio è sparito completamente e non so assolutamente cosa fare. Non c’è vivaista che mi sappia essere d’aiuto…dicono sia normale….possibile? grazie a tutti!!!
    Vale

    PeppesiciliaPosts: 218
    • 11Topic
    • 218Risposte
    • 229Post totali
    19 Aprile 2010 alle 0:55 - Views: 472 #29259

    Muschietto sulla terra?
    Non è che le sono marcite le radici?


    Sicilia Orientale
    367 metri sul mare


    bearkingPosts: 60
    • 18Topic
    • 60Risposte
    • 78Post totali
    19 Aprile 2010 alle 11:28 - Views: 468 #29260

    quote:


    buonasera a tutte e tutti! sono una novellina qui…e pure una novellina a curare i bonsai. Ho un gran bisogno del vostro aiuto! vi prego, rispondetemi numerosi, ve ne sarò veramente grata!a dicembre mi è stato regalato un bonsai di Eugenia myrtifolia….bellissimo, con una chioma folta e un bel muschietto sulla terra. Ha cominciato subito a germogliare…e anche ad ammalarsi. Sono comparse varie chioccioline…e perfino delle cocciniglie. In capo a febbraio tutti i parassiti sono stati eliminati e sembrava che la piantina stesse bene: aveva ripreso a mettere foglie fino…a due settimane fa! Ormai è totalmente pelata, i germogli sono deboli e le foglie rimaste sono molli e cadenti. Molti rami sono seccati, il muschio è sparito completamente e non so assolutamente cosa fare. Non c’è vivaista che mi sappia essere d’aiuto…dicono sia normale….possibile? grazie a tutti!!!
    Vale


    E’ la solita storia, per i vivaisti l’importante e vendere, poi se muore meglio cosi ne vendono un’altro.

    Posta qualche foto, così vediamo di cosa si tratta.

    Ciao

    valeblondPosts: 3
    • 0Topic
    • 3Risposte
    • 3Post totali
    19 Aprile 2010 alle 12:46 - Views: 331 #29261

    marcite le radici? addirittura? come faccio a esserne sicura?

    metterò delle foto al più presto!

    grazie mille!

    valeblondPosts: 3
    • 0Topic
    • 3Risposte
    • 3Post totali
    19 Aprile 2010 alle 21:36 - Views: 331 #29262

    ecco la mia eugenia martoriata! spero si riescano a vedere le foto!


    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    2 Febbraio 2013 alle 16:45 - Views: 415 #29263

    Cari amici,
    riapro nuovamente questa vecchia discussione relativa alla fioritura della mia Eugenia Uniflora, nata da un seme raccolto nel 2004 in un Orto Botanico italiano e incredibilmente fiorita dopo cinque lunghi anni;

    Eugenia Uniflora al primo anno di vita


    Eugenia Uniflora in fiore al quinto anno

    quello che non ho scritto e che non tutti sanno, è che la medesima essenza morì inspiegabilmente in quegli stessi giorni e al culmine della sua esistenza insieme ad altre importanti tropicali della mia collezione.

    In una telefonata fatta in quei drammatici giorni all’amico Paolo spiegai che questa sconfitta era molto probabilmente dovuta alla cattiva scelta del terriccio acquistato già pronto all’uso ma privo degli indispensabili ammendanti necessari a favorire il drenaggio, specialmente durante l’interminabile inverno torinese; spiegai all’ incredulo amico che mi sarei fermato in una pausa di riflessione per studiare scientificamente il problema, causa della moria fra le fila delle mie tropicali, ricominciando solo dopo averlo chiarito.

    Ripartii infatti solo dopo un paio di mesi con l’acquisto di nuovi semi e, grazie all’amica Lucia Barabino, di una nuova Eugenia Uniflora che dopo due anni ha raggiunto la sua maturità sessuale cominciando proprio in questi giorni finalmente a fiorire.




    Si tratta per il momento di un primo ed unico fiore che molto probabilmente non riuscirà nemmeno a fruttificare;




    esso rimane tuttavia, pur racchiuso nella sua piccola magnificenza e nel suo pallido candore, a simboleggiare la fine di una lunga attesa e l’apertura di una “Nuova Stagione”.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    polliceverde72Posts: 232
    • 14Topic
    • 232Risposte
    • 246Post totali
    2 Febbraio 2013 alle 18:10 - Views: 428 #29264

    perchè non provi a fecondarla manualmente con un pennellino morbido, metti il polline delle antere delicatamente sul pistillo centrale (senza romperlo) chi sa ?
    Riccardo

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    4 Febbraio 2013 alle 23:50 - Views: 415 #29265

    Già fatto, Riccardo…
    grazie comunque del prezioso consiglio

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    bearkingPosts: 60
    • 18Topic
    • 60Risposte
    • 78Post totali
    5 Febbraio 2013 alle 7:11 - Views: 504 #29266

    Nel fare l’impollinazione manuale bisogna conoscere il momento esatto in cui operare.

    Di norma le antere e lo stimma, dello stesso fiore, non maturano contemporaneamente. prima maturano le antere liberando il polline, in un secondo tempo matura lo stimma. In questo modo avremo un fiore donatore e un fiore recettore.
    Quando le antere di un fifore emettono il polline, bisogna cercare un fiore con lo stimma pronto per riceverlo, basta cercare, anche con l’ausilio di una lente di ingrandimento, quelgi stimmi che risultano traslucidi, come ricoperti da una sostanza umida e viscosa, solo allora sono pronti per ricevere il polline.

    Ciao

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    23 Febbraio 2013 alle 20:15 - Views: 435 #29267

    Riccardo scrive:
    “perchè non provi a fecondarla manualmente con un pennellino morbido, metti il polline delle antere delicatamente sul pistillo centrale (senza romperlo) chi sa ?”

    bearking scrive:
    “Nel fare l’impollinazione manuale bisogna conoscere il momento esatto in cui operare.”

    Cari amici,
    quell’unico fiorellino della mia Eugenia Uniflora ospitata in veranda, grazie all’impollinazione artificiale e probabilmente grazie al fortunato momento in cui è stata fatta, pare destinato a diventare un unico frutticino….staremo a vedere.

    Seguiranno per voi, ormai come consuetudine, gli aggiornamenti di questa inconsueta, gradita fruttificazione.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    AnonimoPosts: 434
    • 33Topic
    • 434Risposte
    • 467Post totali
    24 Febbraio 2013 alle 12:55 - Views: 274 #29268

    Evviva! Bravo Antonio!

    Giulio
    Trento

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    27 Febbraio 2013 alle 20:48 - Views: 435 #29269

    Grazie Giulio!
    Trovandomi nuovamente in Toscana per una breve vacanza, non potevo tornare a Torino senza aver rivisitato il luogo dove è praticamente nata nove anni fa, sviluppandosi fino ad oggi, la mia grande passione per i fruttiferi tropicali: L’Orto Botanico di Firenze!

    Naturalmente ho fotografato numerose essenze come pure l’Eugenia Uniflora, (della quale si parla in questa discussione),

    rimanendone un tantino deluso dalle sue minute dimensioni che immaginavo imponenti come le dimensioni di quella Eugenia Uniflora che mi aveva casualmente fornito i due semi e che era stata da me probabilmente e esageratamente enfatizzata.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B

    Antonio 46Posts: 330
    • 29Topic
    • 330Risposte
    • 359Post totali
    2 Aprile 2013 alle 9:36 - Views: 527 #29270

    Cari amici,

    rieccomi ancora una volta con gli aggiornamenti e con la “sorpresa pasquale” della mia Eugenia Uniflora:



    Il frutticino una ventina di giorni fa…

    …e come si propone oggi:

    Sarete come sempre testimoni e partecipi dei prossimi sviluppi.

    Antonio Sabbetti
    Torino zona USDA 7B