• Open
  • 25 Ottobre 2007 alle 14:10 #4270

    Ecco un esempio di palma che non avrei dovuto comprare…ma quando me la sono trovata di fronte non ho saputo resistere….ho fatto un pò di ricerche su di essa e ho notato che c’è un pò di confusione riguardo la sua rusticità…la danno buona per la zona 10a ma molti (americani ovviamente) dicono che gli esemplari maturi riescono ad adattarsi anche in zona9 e (sempre esemplari maturi) resistere anche a temperature di -6.
    ">

    Io da parte mia posso dirvi che in vaso senza protezioni ha passato l’ultimo inverno (sotto una veranda) quasi indenne…come potete notare dalla foto che risale ad aprile scorso le foglie hanno subito una lieve bruciatura….aspettiamo che cresca un altro pochino…sognare non è proibito!!!….
    Come al solito vi chiedo…qualcuno di voi le ha mai viste a dimora?

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 15:18 - Views: 136 #34277

    Ciao,
    invece queste foglie sono state bruciate dalla “arietta” a 46°C e 7% di umidità del giugno scorso, e da una Dypsis decaryi non me l’aspettavo (la foto è di agosto, dopo la ripresa dalla batosta).
    Riguardo alla resistenza, -6°C è forse un pò ottimistico; importante il suolo, che deve essere molto drenante e piuttosto asciutto in occasione di abbassamenti repentini della temperatura di qualche grado sotto lo zero, ed il massimo di insolazione per irrobustire i tessuti (e non esagerare con i concimi azotati).

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 15:42 - Views: 207 #34278

    Ciao Pietro…ormai i complimenti sono scontati…il tuo più che un giardino a me sembra l’eden….comunque devo dire che il colore rosso assunto dalle foglie della tua triangle non è niente male…anzi direi che è molto spettacolare….grazie per i consigli…anche se sono nuovo in questo forum devo dire che ormai conto su di te per molti dei miei dubbi…a proposito di Dypsis ho acquistato di recente alcune piccole lutescens, (anche il sito che ha lincato Caio riporta 25°F di rusticità) cosa mi sai dire a proposito? Anche su di esse c’è molta confusione…complimenti di nuovo per il tuo orto botanico e grazie delle informazioni

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 16:30 - Views: 205 #34279

    PIETRO E ALE; scusate se mi intrometto, ma oltre che ripetere che possiedi un eden, invidiabile penso da molta gente, mi sembra di aver scorto una felce sulla destra della palma in questione.
    che tipo di felce è? mi sembra una cyathea, ma sono incuriosito dalla buttata contemporanea di più fronde.
    solo per esperienza personale, non hò mai avuto casi uguali, se non con l’antartica.
    GRAZIE

    zona usda 8B 9A

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    Scritto Da – ice on 25 Ottobre 2007 16:31:33

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 18:04 - Views: 207 #34280

    Ciao ICE, i complimenti a Pietro li ho fatti io e se li merita tutti…comunque ho dato uno sguardo ai tuoi fern tree…veramente belle..complimenti..ottimi esemplari davvero…io purtroppo possiedo solo una piccola dicksonia antartica, ( ho visto esemplari messi a terra ad Amsterdam e perfino a Londra) ma sarei interessato ad altri esemplari…perchè non apri una sessione dedicata alle felci???

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 19:18 - Views: 201 #34281

    scusa ale ma forse non mi sono spiegato bene, volevo solo porgere anche i miei complimenti come hai fatto tu a pietro, e aggiungere che il suo eden, oltre a ad un sogno lo invidio.
    ti ringrazio per i tuoi complimenti riguardo le mie felci, ma non sono all’altezza, ho pochissime esperienze sia con le palme che felci, un po’ x il clima avverso, un po’ x la mancanza di spazio.

    zona usda 8B 9A

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    25 Ottobre 2007 alle 20:27 - Views: 207 #34282

    Flavio, secondo me sei all’altezza…io personalmente non sono un eperto ma solo un appasssionato e da quando ho scoperto questo forum credo di aver trovato (oltre che a dei matti come me…) un’ ottima fonte di informazioni utili…vedo che qui molte persone sono davvero preparate e ricche di esperienze…comunque anche non essendo un intenditore ho letto diversi articoli sui tree fern ed ho avuto l’occasione di vederne diversi esemplari in alcuni orti botanici e per quel poco che ho capito i tuoi sono esemplari, che hanno già diversi anni datosi che sono a crescita molto lenta, sono degli esemplari unici…te li invidio francamente…io come ti ho già detto ho solo una piccola dicksonia antartica che trovai in un vivaio di Roma un paio di anni fa e nonostante sia in ottima forma ho ben realizzato quali sono i tempi di crescita (li paragonerei a quelli di una cycas)…comunque potresti darmi un idea su che altro genere mi potrei orientare ad esempio? Ce ne sono alcune a crescita rapida? e i costi? (per esemplari maturi parliamo di un paio di metri di tronco mi hanno chiesto in passato intorno ai mille euro e oltre)..Grazie

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 0:30 - Views: 201 #34283

    ciao ale, penso che a roma non ci siano particolare difficoltà, per dicksonie o chyathee. io per esperienza personale a nord di milano ho passato indenne 2 inverni con antartica, squarrosa, e australis.
    il prossimo inverno sperimenterò la rusticità sulla medullaris, coopery e dealbata.
    per avere qualche possibilità di successo maggiore, cerco di acquistare felci con tronco abbastanza alto; l’antartica mt 1,5 la squarrosa mt 2 mentre tutte le cyathee 50 cm di tronco.
    ho cercato poi di riprodurre il loro ambiente naturale, ho costruito un angolo solo per le felci dove ogni 2 ore un’impianto di irragazione a pioggia soddisfa le loro esigenze di umidità.

    la primavera prossima ti ragguaglierò sulla rusticità delle cyathee.

    ciao

    zona usda 8B 9A

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    Scritto Da – ice on 26 Ottobre 2007 00:31:34

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 17:02 - Views: 139 #34284

    Ciao,
    intanto i complimenti non dovete farli a me, ma al particolare clima che senza merito mi ritrovo, io mi limito a sfruttarlo per quanto possibile e senza affannarmi troppo. Sicuramente hanno molto più merito, e sono veramente da ammirare, tutti coloro – e voi siete in prima fila – che coltivano le stesse piante in situazioni climatiche avverse, con grande impegno personale.

    – Ale,
    quella della lutescens che resiste a – 4°C, o quasi, è una leggenda dura a morire, quella che muore è invece la pianta. Si è comunque fatto un notevole progresso, anni fa si parlava addirittura di -8°C.
    La realtà è che nel clima mediterraneo, già a temperature sotto i +5°C si rovinano le foglie, tra +1 e +3 gradi, se il terreno è bagnato e la pianta è esposta alla pioggia, marcisce la vegetazione più giovane, intorno allo zero o appena sotto resistono solo i fusti più alti e più robusti (tronco perfettamente formato) con foglie totalmente rovinate, ancora più sotto, nulla. L’unico modo per farla resistere a queste temperature (cioè al più fino a -1°C) è posizionarla sotto una pensilina o pianta sempreverde, con la base leggermente sopraelevata ed esposta a sud. Infatti è l’accoppiata bassa temperatura-suolo (e pianta) intriso d’acqua a favorire i marciumi basali. Riesco a fare sopravvivere, grazie sempre al clima, un cespo, pressochè mummificato da una decina d’anni, alla base di una Phoenix canariensis, con cui convive (finchè rincoforo non li separa); la Phoenix la protegge, ma non la fa crescere, quindi nulla a che vedere con i magnifici cespi che forma ai tropici.
    Conclusione: tienila in vaso, in inverno in ambiente protetto, dalla tarda primavera ad inizio autunno fuori, spostandola progressivamente in pieno sole, sarà sicuramente più ornamentale della mia:

    – Ice,
    hai visto benissimo, è una Cyathea cooperi, la crescita contemporanea di cinque o più foglie è normale per questa specie. La pianta era stata defoliata due volte di seguito dalle ondate di caldo secco di giugno e luglio, capitate mentre le foglie erano in distensione, quando cioè sono delicatissime, anche quelle che si vedono in crescita hanno subito la stessa sorte, di solito non capita più di una volta all’anno, in questo solo ora ha ripreso l’aspetto normale (le foto sono di tre anni fa, ora è più alta):

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 17:16 - Views: 207 #34285

    Pietro, grazie per i consigli…i complimenti si al clima…ma tu le hai raccolte tutte queste piante…comunque una curiosità..quanti anni hanno le lutescens della foto? Secondo te è la mancanza del sole diretto che ne rallenta la crescita? Quasi tutti consigliano di non metterla alla luce diretta…le leggende continuano?
    Grazie Ale…

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 17:33 - Views: 211 #34286

    ICE, ho dato un altro sguardo alle tree fern in rete…trovo molto bella la Cyathea medullaris…ci sto facendo un pensierino…solo che riguardo la rusticità la danno a -3°C…e dalle mie parti potrei rischiare…ti risulta così anche a te?( esiste qualche sito italiano che le vende? Grazie ciao Ale

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 18:19 - Views: 134 #34287

    quote:


    Quasi tutti consigliano di non metterla alla luce diretta…le leggende continuano?


    Sì e no, la lutescens più ha sole ed acqua (ai tropici e subtropici) e più cresce in bellezza, però nell’ottica della pianta in vaso, da ricoverare in inverno, il consiglio non è del tutto errato per evitare ustioni da repentine esposizioni. Per questo ho scritto prima di esporla gradatamente al sole. La mia ha una decina di anni e non cresce perchè in estate inizia a vegetare tardi, sia perchè deve riprendersi dalla batosta invernale, sia perchè vorrebbe tanta acqua, che non ha (anche se la innaffio, le radici della canariensis si comportano da idrovore).
    In pratica vegeta da ottobre a dicembre.

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/

    icePosts: 444
    • 31Topic
    • 444Risposte
    • 475Post totali
    26 Ottobre 2007 alle 19:31 - Views: 201 #34288

    ciao PIETRO, bellissima la tua coopery, la mia fa una fronda alla volta, è però più piccola.
    ritiene che forse dipende dall’età della stessa?
    grazie

    zona usda 8B 9A

    http://picasaweb.google.com/flaviofrr

    Carlo MoriciPosts: 263
    • 10Topic
    • 263Risposte
    • 273Post totali
    27 Ottobre 2007 alle 12:51 - Views: 191 #34289

    Ho due Dypsis lutescens a Messina. Una, comprata quando avevo 11 anni, 22 anni fa,non supera i 3 m perché vive esposta al maestrale e quasi tutti gli anni perde 2/3 del fogliame, anche se non e’ mai gelato. L’altra invece e’ molto piú grande (5 m?) e deriva da un ricaccio della prima, diviso circa 15 anni fa. Quest’ ultima e’ piantata in luogo protettissimo, in un angolo della casa esposto a SE, a pochi centimetri dal muro bianco e dallo scolo di una grondaia. Le si bruciano solo le punte delle foglie piú vecchie. Siccome il suolo e’ molto sabbioso non ho problemi di marciume anche se la grondaia la inonda continuamente d’acqua in inverno.

    Carlo

    ale72Posts: 416
    • 14Topic
    • 416Risposte
    • 430Post totali
    27 Ottobre 2007 alle 13:17 - Views: 215 #34290

    Ciao Carlo,
    Non potresti mettere le foto? Credo che sarebbero molto gradite e non solo da me…se puoi…grazie

    pietropuccio
    Partecipante
    Posts: 3106
    • 372Topic
    • 3106Risposte
    • 3478Post totali
    27 Ottobre 2007 alle 14:11 - Views: 135 #34291

    quote:


    Ciao Carlo,
    Non potresti mettere le foto? Credo che sarebbero molto gradite e non solo da me…se puoi…grazie


    Una foto è disponibile, ma occorre l’esplicito assenso alla pubblicazione di chi è effigiato sotto…..

    Pietro Puccio
    Palermo
    Zona climatica 9b/10a (USDA)
    Temperato subtropicale (Koppen)

    Scritto Da – pietropuccio on 27 Ottobre 2007 14:12:25

    Pietro
    Palermo
    Zona (USDA) 9b
    https://www.monaconatureencyclopedia.com/enciclopedia/piante/