southern sicily
    Partecipante
    Posts: 332
    • 9Topic
    • 332Risposte
    • 341Post totali
    4 Febbraio 2022 alle 18:12 - Views: 456 #51271

    Buonasera. Possiedo due Archontophoenix Cunninghamiana ( acquistate 35 euro dal vivaio poiché malandate) da 2 anni in vasi grandi, posizionate d’inverno sotto banchina e riparate lo scorso anno con tnt 80 gr tra gennaio e febbraio 2021; a marzo tolgo il telo e le trovo intatte. Quest’anno ho voluto provare senza telo, ma il risultato non è stato positivo (forse per la più piccola), con temperatura minima sporadica tra – 1/- 3 e min variabile tra i 3° e 9° tra gen/feb. Dal 23 dicembre 2021 al 15 gennaio 22 si presentavano rigogliose, poi ritrovate con foglie bruciate. La cosa strana è che una delle due, la più grande, non ha le foglie bruciate. Ora mi chiedo: 1) se la palma più piccola è stata più sensibile rispetto all’altra, 2) posizione meno riparata rispetto all’altra perché ad angolo con i venti da nord e possibile nevischio che ha raggiunto le foglie della pianta più bassa. Dalle foto e link forse potete aiutarmi a capire meglio. Cosa mi consigliate di fare per il prossimo anno? La logica di tenerle in vaso è stata quella di farle adattare da piccole al clima ed esporle gradualmente senza più ripararle ( non so se riuscirà la cosa visto l’esito). Grazie, Salvatore https://drive.google.com/file/d/18SjIQBSMh7wm2moDYnqX0RUF7oMO9uiA/view?usp=sharing https://drive.google.com/file/d/18Vk0KlQuxi-Y8320H2fCbWom9vsO56Hf/view?usp=sharing https://drive.google.com/file/d/18X7LnRMKJzNYFY67Yyq5jk7gcgBaSDo0/view?usp=sharing https://drive.google.com/file/d/18geMOf7KI9JlegOcgmvWDXb_itkgEf1O/view?usp=sharing

     

    Ciao Turuzzu e benvenuto nel forum.

    Provo a risponderti io, però ammetto che non ho esperienza diretta con le Cunnighammiana se non per dei semi mai nati.

    Posso tuttavia parlarti dell’esperienza avuta con la Alexander, in vaso, che mi è morta qualche anno fa mostrando gli stessi “sintomi” della tua. Era in pieno sole dall’inverno e arrivata l’estate non so come mi è morta.

    Penso che il problema del freddo sia lo scarso drenaggio che causa malattie fungine nell’apparato radicale. Le Archontophoenix a mio avviso soffrono questo fattore, in vaso, credo. Potresti provare a piantarne una in piena terra e vedere l’andamento.

     

     

    Turuzzo
    Partecipante
    Posts: 3
    • 7Topic
    • 3Risposte
    • 10Post totali
    4 Febbraio 2022 alle 18:20 - Views: 229 #51272

    Buonasera, ho avuto esperienza letale da freddo con A. Alexander in piena terra, esposta a sud e riparata dal vento. Le attuali sono riparate dalla pioggia diretta, solo da metà marzo le tengo a cielo aperto. Avveo letto che la Cunninghamiana in alcune parti del Mondo affondano quasi le radici nell’acqua alle sponde dei fiumi. Gentilissimo comunque, sperando in altri riscontri.

    southern sicily
    Partecipante
    Posts: 332
    • 9Topic
    • 332Risposte
    • 341Post totali
    4 Febbraio 2022 alle 18:30 - Views: 456 #51274

    Buonasera, ho avuto esperienza letale da freddo con A. Alexander in piena terra, esposta a sud e riparata dal vento. Le attuali sono riparate dalla pioggia diretta, solo da metà marzo le tengo a cielo aperto. Avveo letto che la Cunninghamiana in alcune parti del Mondo affondano quasi le radici nell’acqua alle sponde dei fiumi. Gentilissimo comunque, sperando in altri riscontri.

    Ciao.

    Si anch’io da letteratura avevo letto che le Archontophoenix sorgono vicino e “sui” corsi d’acqua e pertanto annaffiavo abbondantemente. Non lo so, ho provato a darti/darmi una risposta, avendo avuto un problema simile qualche anno fa con una Alexandre giovane che avevo acquistato in un vivaio.

    Posso chiederti di dove sei?

     

    P.S.

    Grazie per il gentilissimo. 🙂

     

     

     

     

    Turuzzo
    Partecipante
    Posts: 3
    • 7Topic
    • 3Risposte
    • 10Post totali
    4 Febbraio 2022 alle 20:37 - Views: 220 #51275

    Calabria Ionica, Roccabernarda. Ho letto che resiste fino a -3, quindi voglio vedere tra 2 annetti come si presenterà. Sto cercando nei vari siti/ forum qualche ibrido resistente come le Syagrus ( ho 6 piante grandi in piena terra e 15 da seme) ma non ho trovato niente. Sono le uniche a non darmi problemi.  Nel link la foto della Cunninghamiana più grande.

    https://drive.google.com/file/d/18ziT4770c4dO18MqACDmC9srwvIwmsYx/view?usp=sharing