Tropicamente Forum

 

Tropicamente Forum
Messaggi Recenti Nono ci sono messaggi nella tua casella di posta privata Firma/Leggi il libro degli ospiti Calendario EventiOccasioni on lineNuovi UtentiTropicamente.it Links Motore di Ricerca InternoFaq del Forum...
Nome utente:
Password:
Salva password
Hai perso la Password?
 Elenco dei forum
 Palme e Cicadee
 Consiglio palme per Italia centrale ( marche )

 Versione stampabile
Pagine:
  1  2
Autore Discussione indietro Discussioni Discussione successiva  
cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 24 Maggio 2018 :  21:11:19  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
Salve a tutti , potreste consigliarmi qualche specie di palma rustica e a crescita non troppo lenta che possa vivere mene nell Italia centrale e più precisamente nelle marche ( zona collina a circa 10 km dal mare ) ? Che io sappia le specie più resistenti in assoluto sono la Chamaerops humilis e la Trachycarpus fortunei ( entrambe molto diffuse in zona ) ma anche la Phoenix canariensis e la washingtonia filifera si adattano bene . Tuttavia se avreste da consigliarmi altre specie sono tutto orecchi , grazie !

Scritto Da - cocco il 24 Maggio 2018alle ore 21:12:28

Scritto Da - cocco il 24 Maggio 2018alle ore 21:12:55

pietropuccio
Membro Master




4044 messaggi
Inserito il - 25 Maggio 2018 :  11:44:36  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  pietropuccio  Rispondi citando
Ciao e benvenuto,
sarebbe molto utile conoscere l'altitudine del giardino e/o la temperatura minima assoluta registrata nella zona megli ultimi anni.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)
Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:00:38  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
Ciao eccomi , non avevo visto la tua risposta .Per quanto riguarda l laltitudine non saprei perchè il mio giardino è proprio in pianura a circa 10 km dal mare , il paese dove abito comunque , che sta più in collina , ( stando a wikipedia ) è a 203 m s.l.m . Per quanto riguarda le temperature minime solitamente ( salvo inverni eccezionali come quello di quest anno ) non scendono di molto sotto allo zero , però diciamo che ogni anno a gennaio solitamente ci sono diversi giorni in cui di notte cala fino a -2, -3 gradi . Non so se può essere utile come indicatore , ma nella mia zona e nei paesi circostanti le palme nei giardino sono piuttosto coltivato , soprattutto le P.canariensis , le T.fortunei e le C.humilis . Ci sono anche grandi esemplari di P. canariensis , tuttavia quest anno è stato particolarmente freddo e la maggior parte degli esemplari sono stati parecchio danneggiati , tuttavia vedo che quasi tutti stanno buttando foglie nuove . A me piacerebbe in particolare piantare qualche esemplare di W.filifera che nella mia zona son poco diffuse ma quelle poche che ci sono ho visto che , al contrario delle Phoenix , non hanno riportato danni . Quindi direi che sono sicuramente più robuste , sbaglio ? Anche le Phoenysx mi piacciono molto ma vorrei dare la precedenza alle W.filifera . Ah dimenticavo , come palma ho soltanto una C.humilis che , nonostante il metro di neve di questo inverno , non ha riportato il benchè minimo danno .. nei primi di questo mese ne ho piantate altre 3 piante .

Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:08:56  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando

Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:10:35  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando

Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:11:58  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando

Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:13:22  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando

Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 29 Maggio 2018 :  17:15:15  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
questi sono i miei 4 esemplari , quello dell ultima foto è stato piantato 2, forse 3 anni fa ma cresce abbastanza lentamente perchè il terreno in quel punto non è un granchè , volevo spostarlo ma ormai lo lascio li anche perchè comunque ha ingranato e sembra starci bene tutto sommato

Torna all'inizio della pagina

pietropuccio
Membro Master




4044 messaggi
Inserito il - 30 Maggio 2018 :  12:16:25  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  pietropuccio  Rispondi citando
Ciao,
premesso che un metro di neve può provocare grossi danni meccanici alle palme, quanto dici degli effetti su P canariensis e W. filifera conferma ancora una volta i dati di letteratura che danno la prima meno resistente della seconda. Palme con resistenza paragonabile o migliore della W. filifera sono (per quel che mi ricordo):

Phoenix dactylifera
Butia odorata (nei vivai data come Butia capitata)
Brahea armata
Jubaea chilensis
Nannorrhops richtiana
Rhapidophyllum hystrix
Sabal, tutti tranne mauritiiformis e yapa
Serenoa repens
Trithrinax campestris

Poi si potrebbero tentare specie di resistenza paragonabile o di poco inferiore a quella delle P. canariensis, ma questo dipende da una scelta personale, se rischiare o meno.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)
Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 31 Maggio 2018 :  19:40:51  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
Beh , una spolveratina di neve la fa più o meno quasi tutti gli inverni , però ecco , solitamente si tratta di semplice nevischio che spesso non dura più di un giorno . Di P.canariensis infatti in zona ce ne sono molte nei giardini , anche di grandi , quest anno è stato un inverno decisamente insolito e quindi la maggior parte si sono bruciate ma stanno tutte cacciando foglie nuove . Non sapevo che la P.dactilifera fosse più resistente della P.canariensis , ne sei sicuro ? Mi sembra strano perchè la dactilifera , oltre a non averla mai vista nelle marche o per lo meno nella mia zona , è originaria di zone decisamente più calde . Diciamo che per il momento la mia scelta è maggiormente orientata verso le W.filifera ( che mi piacciono ancor più delle Phoenyx ) e sulle Trachycarpus .. Le W.filifera hanno inoltre il vantaggio di essere relativamente veloci , sicuramente molto di più di altre palme ! Grazie per la lsta che mi hai fatto !

Torna all'inizio della pagina

pietropuccio
Membro Master




4044 messaggi
Inserito il - 02 Giugno 2018 :  08:40:54  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  pietropuccio  Rispondi citando
quote:

Non sapevo che la P.dactilifera fosse più resistente della P.canariensis , ne sei sicuro ?


Non è una mia idea, è un fatto confermato da più parti, naturalmente si parla di situazioni paragonabili, a parte la temperatura.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)
Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 03 Giugno 2018 :  16:55:39  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
ma provenendo la P.dactylifera da zone decisamente più calde come è possibile ? non sto dicendo che non sia vero è per curiosità mia

Torna all'inizio della pagina

pietropuccio
Membro Master




4044 messaggi
Inserito il - 04 Giugno 2018 :  18:27:07  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  pietropuccio  Rispondi citando
Volendo dare dei numeri, a parità di condizioni, la differenza è orientativamente intorno a 2 °C. L'esatto luogo di origine non è noto, si ritiene tra Pakistan e Penisola arabica, in zone comunque caratterizzate da clima caldo secco con elevata escursione giornaliera di temperatura, sicuramente più secco di quello delle Canarie. E' stato rilevato che piante provenienti da zone con clima particolarmente secco e caldo presentano in genere una maggiore resistenza anche alle basse temperature, questo perchè i tessuti presentano delle caratteristiche adatte a resistere a condizioni ambientali avverse. Un esempio estremo è la Nannorrhops richtiana che cresce in zone semidesertiche che condivide con la P. dactylifera e che è una delle palme più resistente alle basse temperature.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Scritto Da - pietropuccio on 04 Giugno 2018 18:27:39Torna all'inizio della pagina

cocco
Nuovo Arrivato




16 messaggi
Inserito il - 04 Giugno 2018 :  19:53:02  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
Molto interessante , non si smette mai di imparare .. allora la terrò sicuramente in considerazione .. come velocità di crescita più o meno è come la P.canariensis ? ( che a parere mio non è nemmeno lentissima , anzi )

Torna all'inizio della pagina

FioritoAntonio
Nuovo Arrivato




2 messaggi
Inserito il - 05 Agosto 2018 :  10:36:42  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Rispondi citando
Buongiorno, ho sinceramente apprezzato i contributi esposti in questa discussione da PietroPuccio che saluto e a cui rivolgo una domanda in merito alla Serenoa Repens da lui già menzionata: la Serenoa Repens si adatta al clima delle colline sopra Altavilla Milicia(PA) a 550 metri di altitudine? Dove si può acquistare nella Sicilia orientale possibilmente vicino Palermo?

Torna all'inizio della pagina

pietropuccio
Membro Master




4044 messaggi
Inserito il - 05 Agosto 2018 :  12:03:19  Scrivi Un Messaggio Privato  Visualizza profilo  Visita l'homepage di  pietropuccio  Rispondi citando
Benvenuto e grazie,
la palma non dovrebbe avere alcun problema, qui ci sono alcune indicazioni che possono essere utili:

https://www.monaconatureencyclopedia.com/serenoa-repens/

Riguardo a dove trovarla, purtroppo non è una pianta molto ricercata, ho fatto una breve ricerca con google e l'unico vivaio siciliano che l'ha in catalogo è Torre di Milazzo, mi scuso con eventuali altri vivaisti, che possono comunque intervenire.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)
Torna all'inizio della pagina

Discussione lunga 2 pagine:
  1  2
 

 Versione stampabile
Vai a:

Tropicamente Forum

Utenti nel Forum: 0 Membri  47 Anonimi 

© 2004 - Lucia Barabino

Torna Su
Snitz Forums