Tropicamente Forum

 

Tropicamente Forum
Messaggi Recenti Nono ci sono messaggi nella tua casella di posta privata Firma/Leggi il libro degli ospiti Calendario EventiOccasioni on lineNuovi UtentiTropicamente.it Links Motore di Ricerca InternoFaq del Forum...
Nome utente:
Password:
Salva password
Hai perso la Password?
 Elenco dei forum
 Discussioni generali
 Delonix regia

Grandezza della finestra:
Nome utente:
Password:
Formato del testo: GrassettoCorsivoSottolineato Centrato Inserisci collegamentoInserisci e-mailInserisci immagine Inserisci codiceInserisci citazioneInserisci lista Inserisci faccina
   
Message Icon:              
             
Messaggio:

* HTML Attivo
* Istruzioni Html Attivi


Faccine veloci:
Modalità:
Includi firma.
Notifica via e-mail la risposta di altre persone alla discussione.
     
D I S C U S S I O N E
pietropuccio Delonix regia

Riprendo qui una interessante discussione sulla Delonix regia iniziata da Paolo (paolob44) all’interno del forum dei Fruttiferi:

Mi interessa la Delonix perchè alcuni anni fa', in Corsica, avevo visto questa magnifica pianta in fiore (era in un grosso vaso che credo al riparo in inverno) e quando ho chiesto cos'era mi hanno detto Flamboyant

per una maggiore visibilità perché non tutti sono interessati ai fruttiferi, mentre questa Delonix è uno dei sogni più ricorrenti dei tropicalomani che….. non se la possono permettere (climaticamente parlando) e per riferire, per quel che può interessare, la mia pur limitata esperienza su questa specie.

Può essere utile ricordare che la Delonix regia è un albero originario delle foreste decidue (come è pure lei) del nord-ovest del Madagascar, in un’area caratterizzata da un clima con spiccata stagionalità, la stagione secca perdurando per 6-8 mesi, e con una temperatura media mensile costantemente superiore a + 20 °C (media annua 26°C), in suoli calcarei.

L’albero è di veloce crescita, ad es. una volta seminatane una in piena terra in una simil serra fredda che avevo in giardino, in una estate ha raggiunto velocemente la copertura a 2,10 m di altezza e altrettanto velocemente è defunta l’inverno seguente. Purtroppo è invece molto lenta nel raggiungere la maturità fiorifera, di norma impiega (da seme) più di 10 anni ai tropici per la prima fioritura.
Ho provato più volte in piena terra ed in piena aria a Palermo, ma il massimo che sono riuscito ad ottenere è stata la sopravvivenza per due anni consecutivi (ad ogni modo il mio giardino non ha una esposizione ottimale), mi risulta invece, anche per visione diretta, che a pochi metri dal mere nella costa sud della Sicilia (zona Gela - Ragusa), riesce a sopravvivere diventando un albero, ma con scarsa o nulla fioritura, dato che comunque in inverno si bruciano gli apici erbacei da cui in primavera si sviluppano i fiori.
Quella che segue è la foto di una foto (settembre ’92) fatta nella zona costiera di Ragusa, non si riesce a vedere, sia per la qualità dell’immagine che per la presenza della vegetazione estiva che le nasconde, ma erano evidenti le estremità vegetative secche dell’anno precedente per una lunghezza anche di 50 cm.


Avendo avuto notizia, come anche Paolo, della possibilità di fioritura (sia pure molto ridimensionata) in vaso, 12 anni fa ne ho seminata una tenendo la pianta costantemente fuori nel balcone cittadino esposto a sud (situazione climatica decisamente migliore di quella del giardino), tenendola perfettamente asciutta da fine autunno a inizio primavera; pur con la bruciatura degli ultimi centimetri erbacei ed una crescita simil bonsai, ha superato 10 inverni, ma non l’undicesimo, quando già cominciavo a sperare in una possibile fioritura.
La scorsa primavera, avendo ricevuto da una gentile amica un baccello, malgrado l’età e la pregressa esperienza, ho deciso di ritentare la coltivazione in vaso con una variante, ed è questo che potrebbe interessare altri, cioè quella di tenere la pianta da inizio autunno a primavera inoltrata nella serra riscaldata (l’alternativa potrebbe essere vicino una finestra a sud in appartamento), ad una temperatura che raramente scende sotto i +16°C, trattandola da semidecidua, come ho visto si comporta in aree con stagione secca meno severa di quella malgascia (sud Florida, Cuba e mi pare anche le Canarie….), nella speranza (vana?) che estendendo al massimo il periodo vegetativo (la pianta comunque va in riposo in inverno) ed evitando la bruciatura degli apici ed il conseguente ritardo nella ripresa primaverile, di un più veloce raggiungimento della maturità fiorifera. Le piante, seminate la scorsa primavera, si presentano così:

il vaso è da 10 (ma a breve rinvaso) e la pianta più alta è quasi 50 cm, come si vede hanno mantenuto buona parte delle foglie e già, dopo la stasi durata tutto l’inverno, hanno un accenno di ripresa vegetativa.

Aggiungo, per curiosità, che al genere Delonix vengono ascritte almeno altre tre specie: decaryi, elata e floribunda, interessanti per l’aspetto della vegetazione, ma molto meno ornamentali della regia per fioritura, che si sono dimostrate rustiche a Palermo.


Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

clerodendro thomsonae ciao, lo scorso autunno ho piantato in piena terra qui a Palermo una piccolissima delonix regia (praticamente neanche lignificata)e ha superato abbastanza bene questo mite inverno , perdendo tutte le foglie ,ma non si è seccato nessun ramo e già adesso da segni di ripresa.

http://s134.photobucket.com/albums/q104/salvo_album/

Francesco Pietro, come al solito rimango a bocca aperta e ammirato dalla tua esaustività, puntualità e chiarezza.
Grazie grazie grazie!...

Prov. CT

paolob44 Ecco qua la mia piccola, seminata il 20 febbraio quindi ha 22 giorni...

Però anche l'Erytrina crista galli cresce veloce, pochi giorni per germinare poi crescita da fagiolo... dopotutto non è di famiglia?

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

paolob44 Sempre in argomento: in uno dei vasetti dove ho seminato le Coccoloba un mese fa', sta uscendo uno stelo simile ad un asparagino... è lei o un seme abusivo di quella specie di mostro che mi si arrampica sull'olivo, l'Aspargus falcatus?

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

pietropuccio
quote:

Pietro, come al solito rimango a bocca aperta ....Grazie grazie grazie!...

Gentilissimo Francesco, grazie a te; poi è vero che noi isolani siamo noti per essere particolarmente "complimentosi", ma non è il caso di esagerare....

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

pietropuccio
quote:

Sempre in argomento: in uno dei vasetti dove ho seminato le Coccoloba un mese fa', sta uscendo uno stelo simile ad un asparagino... è lei o

Direi che si può tranquillamente escludere la Coccoloba.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Traudi ma d'inverno quindi non bisogna bagnare la Delonix? mmm,io il mio bonsai l'ho bagnato regolarmente come tutte le altre piante in vaso.
Per il momento è un mini tronchetto nudo, spero che si faccia coraggio e tiri fuori un rametto, malgrado le mie 'cure'.
Ne ho visti degli esemplari vicino casa di mia figlia enormi stupendi bellissimi, con lunghissimi bacelli, in fiore devono essere ancora più issimi.
Invece una scoperta è stato il Coccoloba, ce ne sono dappertutto e le foglie erano di diversi colori sulla stessa pianta, davano l'idea dell'autunno. Altri invece erano completamenti verdi.
Mi piacerebbe averne una, reggerebbe da me?
ciao a tutti

lulu Scusa l'intrusione, ma dove abita tua figlia???
Lulù
pietropuccio Ciao Traudi,
la Delonix regia, in vaso ed in casa (suppongo) in inverno, è meglio bagnarla, sia pure con molta parsimonia, a lunghi intervalli, lasciando ben asciugare tra le innaffiature.
Riguardo invece la Coccoloba, se come spero, hai delle foto, perchè non le inserisci in un messaggio nuovo dal titolo Coccoloba? Io ti informerò su come si comporta a Palermo (ricatto ).

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Traudi Una Pietro, e neppure bella.
A forza di cercare di scoprire come si riproduceva , se per seme o pollone, di aguzzare la vista se vedevo qualche giovane piantina desiderosa di cambiare ambiente, di cercare di chiedere a un custode di un parco/zoo come si chiamasse, non ho fatto foto a quella meraviglia di foglie.

Però ne ho una!! foglia intendo
p.s.:il custode mi aveva fatto capire che la pianta si chiamava albero dell'uva, così sono arrivata a Coccoloba
E siccome non cedo a ricattidomani metterò la foto
ciao ciao

paolob44 Riprendo la discussione per sapere come stanno vegetando le Delonix di Pietro.

La mia cresce a vista d'occhio, con foglie sempre più grandi, ora è in un vaso da 18 ben concimata dove resterà per tutta l'estate.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

Traudi Paolo se prometti di non svenirmi ti fotografo la mia

pietropuccio
quote:

Riprendo la discussione per sapere come stanno vegetando le Delonix di Pietro.

Ciao Paolo,
dalla ripresa vegetativa sono cresciute di poco più di 30 cm.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

paolob44 Ecco una foto della Delonix, ora sta facendo delle foglie molto grosse.

Non so se riuscirò a vederne i fiori, comunque già la pianta è molto bella.

Per ora la tengo in serra, al riparo dal vento.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

paolob44 Riprendo la discussione perchè mi piacerebbe conoscere le attuali esperienze altrui e chiedere consigli.

Anzitutto la mia pianta cresce bene, da quando ha emesso radici fuori dal vaso ha anche un colore verde scuro,il tronco alla base è di 1cm e sono seccate le foglie piccole nate il primo mese.

Ora le foglie hanno 12 coppie di steli con foglioline, mi pare che l'ultima in crescita ne abbia anche di più, credo 14.

Quante ne hanno le foglie di una pianta adulta?

Altra domanda, conviene spuntare la pianta quando supererà il metro e mezzo per favorire l'emissione di rami laterali e rinforzare il tronco?

In serra, se non metterò riscaldamenti, certe notti la temperatura potrebbe scendere a 4 - 5° per poi risalire parecchio di giorno. Posso sperare che sopravviva tenendola un po' a secco?

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

pietropuccio
quote:

Ora le foglie hanno 12 coppie di steli con foglioline, mi pare che l'ultima in crescita ne abbia anche di più, credo 14.

Quante ne hanno le foglie di una pianta adulta?

Altra domanda, conviene spuntare la pianta quando supererà il metro e mezzo per favorire l'emissione di rami laterali e rinforzare il tronco?

In serra, se non metterò riscaldamenti, certe notti la temperatura potrebbe scendere a 4 - 5° per poi risalire parecchio di giorno. Posso sperare che sopravviva tenendola un po' a secco?


Ciao,
di norma ne hanno intorno a 20. Con +4°C molto sporadici la pianta dovrebbe sopravvivere, ma è altamente probabile che le estremità erbacee si brucino (anche con qualche grado in più) e questo provocherà una autonoma ramificazione, almeno questo è quello che succedeva a me, Nicola dovrebbe avere in merito esperienze più recenti.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Nicola_P
quote:

quote:

Ora le foglie hanno 12 coppie di steli con foglioline, mi pare che l'ultima in crescita ne abbia anche di più, credo 14.

Quante ne hanno le foglie di una pianta adulta?

Altra domanda, conviene spuntare la pianta quando supererà il metro e mezzo per favorire l'emissione di rami laterali e rinforzare il tronco?

In serra, se non metterò riscaldamenti, certe notti la temperatura potrebbe scendere a 4 - 5° per poi risalire parecchio di giorno. Posso sperare che sopravviva tenendola un po' a secco?


Ciao,
di norma ne hanno intorno a 20. Con +4°C molto sporadici la pianta dovrebbe sopravvivere, ma è altamente probabile che le estremità erbacee si brucino (anche con qualche grado in più) e questo provocherà una autonoma ramificazione, almeno questo è quello che succedeva a me, Nicola dovrebbe avere in merito esperienze più recenti.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)



Ciao Pietro,
la mia pianta è visibile nel topic "Delonix regia" che ho iniziato erroneamente e non accodandomi al tuo perchè alla mia prima esperienza con i comandi di questo forum.
Quest'anno sono riuscito ad evitare la bruciatura delle propaggini dell'anno scorso, proteggendola (dai primi di ottobre a fine aprile) cvon una cappa di tessuto non tessuto giallo. Il colore non so se ha avuto importanza ma certo è che la pianta ha mantenuto i rami giovani. La bagno abbondantemente, quasi ogni due giorni e con frequenza quasi quindicinale la nutro con una sospensione di letame in granuli. I risultati si vedono, il tronco alla base è molto grosso e sta prendendo la forma, spesso riscontrabile in habitat, di una grossa mano che afferra il terreno.
E riagganciandomi a quanto ho scritto nel topic, se ha fiorito in Corsica dovrebbe fiorire anche qui a Positano.
Appena andrà in riposo la rinvaserò in un vaso più ampio e vedremo: ormai ha 14 anni e dovrebbe essere quasi pronta.

Ciao,

Nicola

Nicola Prisco

m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Temperato Subtropicale 11

paolob44 Vi ringrazio per le risposte.

La pianta che avevo visto in Corsica (nella Balagne, vicino a Calvi) era in un grosso vaso quadrato, può darsi che in inverno venisse spostato o riparato in qualche modo, il tronco non molto grande ma con una bella chioma e questi fiori che mi avevano colpito molto.

Ora vado in un'altra zona, a Capo Corso, ma mi riprometto sempre di fare un giro da quelle parti; purtroppo la strada che dovrei fare per andarci è un po' impervia.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

Nicola_P
quote:

Vi ringrazio per le risposte.



Ciao Paolo, se ci vai cerca di carpire quanti più dati possibili in modo da comunicarceli al tuo rientro.

Nicola


Nicola Prisco

m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Temperato Subtropicale 11

paolob44 Credo che la pianta di Nicola per fiorire abbia bisogno di un vaso ben più grosso o magari in piena terra visto che il clima lo dovrebbe consentire.

Mi sono reso conto che la Delonix è una pianta dalla crescita rapida e vigorosa, da quando ho parzialmente interrato il vaso e le radici ne sono uscite cresce a vista d'occhio, con foglie di oltre 40 cm. come si può vedere dalla foto:

Penso proprio che mi convenga spuntarla, in due mesi mi arriva al tetto.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

Nicola_P
quote:

Credo che la pianta di Nicola per fiorire abbia bisogno di un vaso ben più grosso o magari in piena terra visto che il clima lo dovrebbe consentire.


Ciao Paolo,
quando andrà in riposo la trasferirò in un vaso più grande, è già in preventivo. Purtroppo, vivendo in casa non mia, non ho la possibilità di interrarla, così come vorrei fare anche con alcune plumerie.
Io la tua la lascerei crescere e interverrei con una cauta potatura solo quando il tronco si sarà consolidato ed avrà ramificato, non prima.
Considera che la pianta non è in habitat e qualsiasi intervento potrebbe metterla a rischio.

Ciao,

Nicola

Nicola Prisco
m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Zona climatica
USDA 9b-10a

70libero Ciao.
Di ritorno dalla vacanza estiva ai caraibi ho raccolto un po' di semi di flamboyant

li ho piantati

sono cresciuti

e adesso mi ritrovo con le piantine

ne ho 4 che sono cresciute una decina di centimetri, e altre che stanno spuntando.
Il problema è che abito a milano.
per ora le tengo all'aperto sul balcone, ma tra poco farà freddo.
pensavo di ridurre il "rischio" tenedone
- una nel mio appartamento (di condominio: d'inverno un gran caldo secco),
- una in ufficio (con sistema di condizionamento abbastanza efficace, ma a volte mi capita di essere fuori ufficio per diversi giorni: si secca?)
- una nella tromba delle scale della casa di mia suocera (non riscaldata, ma comunque la temperatura non scende mai troppo)
- una all'aperto sul balcone protetta con tessuto non tessuto.

Altri consigli? Che probabilità ho di farne arrivare almeno una alla prossima estate?
Ciao


paolob44 Il problema più grosso sarà la luce, è una pianta che ha bisogno di molta luce altrimenti si allunga molto.

La mia pianta seminata a fine febbraio ha raggiunto i due metri nonostante l'abbia spuntata già due volte:

Ora sai cosa ti aspetta...

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

Nicola_P
quote:

Il problema più grosso sarà la luce, è una pianta che ha bisogno di molta luce altrimenti si allunga molto.

La mia pianta seminata a fine febbraio ha raggiunto i due metri nonostante l'abbia spuntata già due volte:


Ora sai cosa ti aspetta...

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com


Beh, allora la mia ha qualcosa che non va :-). Ha 14 anni e da sei anni vive all'aperto. Unica preoccupazione, coprirla con un velo di tessuto non tessuto dai primi di ottobre ad aprile, acqua ogni due giorni non appena le temperature si attestano sui 25°. Quest'anno per la prima volta l'ho sottoposta a fertilizzazione con bilanciato 20-20-20.
Alla prossima ripresa la reinvaserò in contenitore di maggiore volume.


Nicola Prisco
m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Zona climatica
USDA 9b-10a
http://www.myspace.com/nicolaprisco

pietropuccio
quote:

Beh, allora la mia ha qualcosa che non va :-).

Ciao Nicola,
la tua va benissimo, la Delonix regia si allunga a dismisura quando è in piena terra (o col vaso interrato) in serra o comunque sotto copertura di vetro o film plastico, quindi con luce filtrata. Coltivata all'aperto, alle nostre latitudini, la crescita è molto più contenuta e compatta, anche per la 'riduzione' invernale degli apici non lignificati. La mia, defunta a circa 10 anni, sempre fuori esposta a sud, senza altra protezione, somigliava molto alla tua; non ho foto, se non questo particolare ritagliato da foto di altro soggetto che comunque rende l'idea.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b/10a (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Nicola_P
quote:

quote:

Beh, allora la mia ha qualcosa che non va :-).

Ciao Nicola,
la tua va benissimo, la Delonix regia si allunga a dismisura quando è in piena terra (o col vaso interrato) in serra o comunque sotto copertura di vetro o film plastico, quindi con luce filtrata.
...CUT...


Ciao Pietro,
quello che tu dici l'ho sperimentato nei primi anni di crescita della mia Delonix.
La tenevo infatti in una veranda molto luminosa, nella casa dove prima vivevo, ma cresceva troppo in altezza.
Decisi allora, non senza titubanze, approfittando dell'esposizione e della temperatura media favorevole, di potarla durante il riposo e poi di cominciare ad affrancarla all'esterno, anche se sempre in vaso. La pianta, dopo la potatura ha cominciato ad irrobustirsi e a dirigere le sue energie nella crescita laterale dei rami.
Ora alla base ha una circonferenza di circa 20 cm. e aspetto che vada in riposo per cambiarle vaso con uno di un paio di misure più largo e profondo (lo so non è corretto ma penso che in un volume maggiore di terra si decida a fiorire, avendone l'età). Se ha fiorito in Corsica ed in vaso, non vedo perchè non lo debba fare a latitudini più basse.
Cambio argomento,
ti ricordi la talea di plumeria rossa che mi mandasti qualche anno fa? Beh, dopo tutto questo tempo in animazione sospesa, ho deciso di innestarla su una plumeria ormai affrancata anche se proveniente da una talea corta e... ha cominciato prima a gonfiare un apice alla base di una biforcazione ed ora mostra le prime gemme.

Nicola

Nicola Prisco
m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Zona climatica
USDA 9b-10a
http://www.myspace.com/nicolaprisco

paolob44 Purtroppo ho dovuto rinunciare alla vacanza in Corsica, ma ci andrà mia moglie e probabilmente passerà nella zona dove anni fa' ho visto la Delonix in fiore (vicino a Calvi). L'ho istruita bene nel caso ritrovasse la villa.

Per quanto riguarda la crescita, non credo dipenda dalla luce filtrata da vetro o nailon, credo che il problema stia nel vaso, l'apparato radicale di una Delonix è quello di un albero, ho scoperto con un getto d'acqua uno dei fori del vaso interrato, ed è una bella radice quella che ne esce.

Credo che a fine del periodo invernale mi convenga estrarre il vaso tagliando le radici che escono, invasare in un recipiente di 50 cm e mettere all'esterno, magari ancora interrato.

Credo che per vederla fiorita non bisogni ostacolare il naturale vigore della pianta.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

Nicola_P
quote:

Purtroppo ho dovuto rinunciare alla vacanza in Corsica, ma ci andrà mia moglie e probabilmente passerà nella zona dove anni fa' ho visto la Delonix in fiore (vicino a Calvi). L'ho istruita bene nel caso ritrovasse la villa.

Per quanto riguarda la crescita, non credo dipenda dalla luce filtrata da vetro o nailon, credo che il problema stia nel vaso, l'apparato radicale di una Delonix è quello di un albero, ho scoperto con un getto d'acqua uno dei fori del vaso interrato, ed è una bella radice quella che ne esce.

Credo che a fine del periodo invernale mi convenga estrarre il vaso tagliando le radici che escono, invasare in un recipiente di 50 cm e mettere all'esterno, magari ancora interrato.

Credo che per vederla fiorita non bisogni ostacolare il naturale vigore della pianta.

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com



Ciao Paolo,
la Delonix come gra parte delle leguminose (acacie) ha un possente apparato radicale necessario per sostenere ed alimentare alberi che spesso raggiungono dimensioni considerevoli, con in più la tendenza a scendere in profondità per attingere meglio l'umidità. Un esempio della velocità di crescita e dell'invasività dell'apparato radicale lo troviamo nelle mimose e nelle robinie p. es.
La tua pianta ha trovato la via più comoda, sfruttando il foro di drenaggio del vaso, per cercare spazio. A questo punto, presupponendo che tu abbia buone condizioni climatiche per permetterle di continuare a crescere, ti suggerirei, proprio per dare maggiore vigore alla pianta, di tagliare quella propaggine radicale specialmente se è grossa e spessa. In questa maniera la pianta rallenterà la sua crescita verticale dirigendo le sue energie nella ramificazione e, di conseguenza per compensare la gravità, nelle dimensioni del tronco.
Con la mia e con altre che non hanno avuto maggior fortuna per una serie di traslochi quando erano ancora giovani, ho notato che la vera lignificazione del tronco la si incomincia ad avere dopo almeno nove dieci anni e questo significa che solo dopo tale periodo la pianta, a meno di non subire altri tipi di stress, è sufficientemente protetta dal freddo e fornisce buone probabilità di adattarsi al nostro clima.
Prima di questo periodo è meglio proteggerla ricoverandola in un ambiente luminoso e con temperature non inferiori ai 10° appena si nota che comincia a perdere le foglie con continuità. Durante il riposo non deve rimanere asciutta, pena la morte dei rami giovani, per cui bagnandola con moderazione non appena il terreno comincia ad asciugarsi la aiuterà a continuare la crescita.
Ovviamente, sia il taglio del fittone che il rinvaso in un contenitore più capiente, andranno fatti quando le temperature si attesteranno intorno ai 15-16° (più o meno verso la metà di aprile, come ho letto che avrai intenzion di fare ;-).
Naturalmente quello che ho scritto è frutto solo della mia esperienza con questa meravigliosa e difficile pianta, ma i risultati sono visibili nel mio post di qualche giorno fa.

Ciao :-)

Nicola

Nicola Prisco
m. 70 s.l.m.
40° 37' N
14° 29' E
Zona climatica
USDA 9b-10a
http://www.myspace.com/nicolaprisco

vetranna Scusate,un mio amico ha dei semi di delonix regia e vorrebbe sapere quando è il momento di seminarli.Come procedere? Dopo quanto tempo spuntano le piantine?

Vetranna

paolob44 Dipende... se ha una serra o un bancale riscaldato può farlo anche adesso, i semi vanno grattati in superficie e messi in acqua tiepida per uno o due giorni, quando il seme gonfia e si stacca la pellicina che lo avvolge germina subito e cresce rapidamente.

Però sarebbe meglio attendere la primavera quando la piantina può crescere in esterno

Paolo

un blog di caprette, ulivi e curiosità vegetali:
http://caprettetibetane.splinder.com

pintagro Vi volevo comunicare la mia esperienza con Delonix regia: seme dal Senegal, buona germinabilità, pianta di 4 anni, alta settanta centimetri, si biforca a cinquanta centimetri dal fusto, terreno soffice e drenato, concimato con escrementi di coniglio che ho trovato in campagna.

Mario Pintagro
Palermo
Zona climatica
9b/10a (USDA)

pintagro Potrei farvela vedere la mia Delonix, insieme al baobab, se solo riuscissi a capire come si carica la foto.

Mario Pintagro

datura ciao, non sò se c'è un'altro sistema nel caricare foto,io lo faccio tramite ...free photo buchet.saluti

luk

angelo ciao Mario

questo è il metodo + semplice, senza iscrizione

Angelo

http://tinypic.com/

1. scegli documento
2. file type _ imagine
3. resize e scegli l'immagine che vuoi_ consigliata 800x600 cosi si vede bene
4: upload
5. inserisci codice
6. copia incolla IMG CODE

http://www.last.fm/user/ANGELO_FLAG

kandevilla buongiorno a tutti, ecco finalmente dopo otto anni il primo fiore della mia Delonix,
ora le Delonix a Kandev. sono una trentina piantate nell'arco di otto anni, la pianta della foto è alta circa 12 metri,

ciao Mau

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

n/a bellissima!

Giulio
Trento

kandevilla
nella foto l'esemplare con i fiori, ha otto/nove anni ed è alto sui 12 metri, nell'ultima foto in centro la delonix alta sui sei/sette metri ha due anni e mezzo, altri esemplari di meno di un anno, in totale le Delonix regia piantate sono 27


Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

kandevilla dietro la Delonix dell'ultima foto c'è un Kapok, sulla destra un Ficus benjamin di tre anni e mezzo, è quasi alto come il Kapok, che di anni ne ha più di trenta,

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it


Scritto Da - kandevilla on 04 Settembre 2012 16:25:17

kandevilla un contributo fotografico....


Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

n/a non capisco: sei a kandevilla o in trentino??

Giulio
Trento

Pancrazio Scusate, mantengo in vita il vecchio tread con le solite noiosissime domande sulla coltivazione della pianta.
Ho acquistato una delonix regia a murabilia ieri.
Vorrei rinvasarla e prepararla al meglio per l'inverno. La pianta, mi pare di capire, per la buona stagione non presenta particolari problemi di nessun tipo, ma durante l'inverno tende a morire. Che tipo di terriccio gli propongo? Un mix di pomice/lapillo e terriccio universale è molto drenante (è quello che uso per le caudiciformi) ma tendenzialmente è leggermente acido, mentre da quello che leggo dovrebbe poreferire terreni calcarei. Inoltre un mix troppo sciolto diviene secchissimo senza annaffiaure.
Se non sbaglio la pianta è di origine malgascia. Allora, stavo pensando, in merito alle annaffiature invernali non la posso trattare come un pachypodium?
Oppure devo bagnare con moderazione anche nel cuore dell'inverno?
Probabilmente la ricovererò in carma da letto, in posizione poco luminosa e secca, per cui sarebbe mio interesse che perdesse tutte le foglie.... in qualche modo penso che questa completa perdita di foglie potrebbe rendere più facile lo svernamento.
Suggerimenti di altri che hanno felicemente svernato la delonix?

In merito alla fioritura. So che è presto per pensarci, dato che non ha passato neppure il primo inverno, ma... nessuno ha mai pensato di usare il "cavallo di troia"? Per molte altre piante funziona. Si prende un rametto di una pianta in forza da fiore, e si innesta sulla pianta ancora sessualmente non matura. Il rametto e quello che cresce dal ramatto dovrebbero mantenere l capacità di differenziare dei fiori. Così teoricamente, disponendo del materiale per gli innesti, si dovrebbero poter avere delonix che vanno a fiore anche molto giovani.

pietropuccio Ciao Pancrazio,
forse, se ne hai a disposizione, una buona comune terra da giardino è la soluzione migliore. Visto che hai una sola pianta, per evitare sorprese, dovresti fare il rinvaso lasciando intatto il pane di terra, se ciò non è possibile, meglio lasciare le cose come stanno fino alla primavera prossima, del resto la pianta sta andando lentamente a riposo. Se la terrai in luogo caldo e secco, mantenendo anche una piccola parte di foglie, qualche leggera innaffiatura a intervalli potrebbe essere necessaria, non è proprio paragonabile ad un Pachypodium, che ha una sua riserva che gli permette di stare completamente all'asciutto per mesi.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

aecreazioni Ciao Pancrazio,questa è la mia esperienza di coltivazione in merito al delonix regia:il primo anno dalla semina in serra calda,il secondo anno sempre in serra calda in inverno,quest'anno in serra calda solo nei giorni piu'freddi+2+3°,ha perso comunque le foglie ma è ricaciatto dallo stesso punto in cui ha perso le foglie l'anno scorso,terreno umido.Il discorso dell'innesto è interessante,ma dove trovare le marze?

Pancrazio Grazie ad entrambi dei consigli.

@pietro: Avrei della terra d'orto, ma francamente non so se sia il caso d'usarla. La sua tessitura è franco argillosa, con un ph leggermente alcalino. Di per se per la delonix non dovrebbe essere un problema, ma le mie esperienze pregresse con la mia terra di campo usata come materiale da vaso mi hanno mostrato che ha una immensa capacità di accumulo d'acqua che poi cede molto lentamente. La consistenza del terreno secco diviene notevole e il ritirarsi per perdita di volume è percepibile, come del resto ci si aspetta da un terreno con una buona componente argillosa. Insomma, se la uso per un vaso che deve stare in casa, dopo che l'ho bagnata ci possono volere anche 3 settimane prima che asciughi di nuovo, ed ecco, non so se può fare al caso mio. Bisogna considerare che resterà per diversi mesi in un ambiente costantemente a 16-20 gradi.
Il terriccio in cui è adesso è proprio da semenzale (terriccio universale puro o quasi, io per lo meno non vi ho visto altre componenti), quindi vorrei provvedere ad almeno un leggero rinvaso che mi permette di controllare l'umidità invernale con maggiore dimestichezza.
Mi spiace che non sia come il pachypodium, in effetti svernare queste apocynacee è una bazzecola. Ma la mancanza di un fusto succulento avrebbe dovuto darmi un indizio.

@aecreazioni: Quindi aumenta la propria resistenza col tempo. 2-3 gradi di minima sono notevoli, praticamente sono le minime della mia serra fredda (salvo quei giorni eccezionali dove scende ad 1). Oppure ho capito male io e i +2-+3 gradi erano le minime assolute fuori dalla serra? :)
Per l'innesto, non so che dire. Io non saprei dove trovare le marze (francamente, non le ho neppure cercate). Ma è una pianta stra-diffusa in tutto il tropico e non dovrebbe essere difficile. Qui in italia, a quanto si sente dire, qualche pianta in forza da fiore c'é. Ma se uno stesse proprio alle strette, potrebbe cercare le marze alle canarie (probabilmente è il posto di più facile accessibilità per quanto riguarda la delonix, sia per numero di piante che vicinanza geografica che barriere doganali).

aecreazioni +2+3°intendevo all'esterno quindi siamo li'ha volte nella serra fredda ci puo'essere anche 1°in meno dell'esterno,si ho notato che diventa piu'resistente con l'età ma questo succede in linea di massima con quasi tutte le piante.

Esotico123 Ne ho visto una delonix sulla statale costa ionica calabrese a sud di stilo. Circa 3 metri daltezza bellisima

kandevilla
nessuno ha una foto di Delonix regia fatta sul suolo italiano???
sarebbe interessante vedere come si sviluppano,
Mau

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

pietropuccio Ciao Maurizio,
premesso ho dei dubbi sulla Delonix di Stilo, questa è l'unica Delonix in piena terra che fiorisce copiosamente di cui si ha conoscenza:

http://www.tropicamente.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=786&FORUM_ID=41&CAT_ID=16&Topic_Title=Delonix+Regia&Forum_Title=Discussioni+generali

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

kandevilla
wow che spettacolo grazie mille, nulla da invidiare come fioritura a quelle dei tropici, a proposito questo agosto all'interno di Galle Fort ho visto una Delonix con i fiori arancio gialli, ero senza macchina fotografica che in seguito si è rotta.....ti risulta che sia una sottospecie oppure è un'anomalia?

grazie ciao Mau

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

pietropuccio
quote:

questo agosto all'interno di Galle Fort ho visto una Delonix con i fiori arancio gialli, ti risulta che sia una sottospecie oppure � un'anomalia?


E' una variante poco comune della specie tipo, esiste anche completamente gialla.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Esotico123
quote:

Ciao Maurizio,
premesso ho dei dubbi sulla Delonix di Stilo, questa è l'unica Delonix in piena terra che fiorisce copiosamente di cui si ha conoscenza:

http://www.tropicamente.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=786&FORUM_ID=41&CAT_ID=16&Topic_Title=Delonix+Regia&Forum_Title=Discussioni+generali

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


se dubbi o no io lo visto con i miei occhi la simile pianta di donnalucata percorrendo la costa andando sud tra guardavalle verso siderno calabria ionica

Pancrazio
quote:


E' una variante poco comune della specie tipo, esiste anche completamente gialla.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Ho trovato persino riferimenti (è credibile) ad una rarissima variante completamente bianca (in Florida).

Scritto Da - Pancrazio on 12 Settembre 2012 22:04:25

Esotico123 La Delonix cresce bene dove cresce il bergamotto laggiu nel estremo reggino secondo una fonte
http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070306124241AA7pqyR

ffeeddee
quote:

quote:


E' una variante poco comune della specie tipo, esiste anche completamente gialla.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Ho trovato persino riferimenti (è credibile) ad una rarissima variante completamente bianca (in Florida).

Scritto Da - Pancrazio on 12 Settembre 2012 22:04:25




che sia la Delonix decaryi?

foto di jmlynn, su Flickr

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)
Csa: Clima temperato umido con estate asciutta molto calda (Köppen)

ffeeddee


Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)
Csa: Clima temperato umido con estate asciutta molto calda (Köppen)

Esotico123 [quote]

nessuno ha una foto di Delonix regia fatta sul suolo italiano???

Fotografato sulla statale ionica 106 tra guardavalle cz e gioiosa ionica cz menomale mi sono ricordato di questa foto e lo trovata mi ha fatto gioia.
lunica del suo genere che ho visto e differente delle mimose e acacia comuni che si trovano ovunque nel vibonese dove frequentavo spesso.

Scritto Da - Esotico123 on 14 Settembre 2012 06:49:28

pietropuccio Ciao Esotico,
da dove vedi che è una Delonix e non una Jacaranda (come credo che sia)?

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Pancrazio
quote:

quote:

Ho trovato persino riferimenti (è credibile) ad una rarissima variante completamente bianca (in Florida).

Scritto Da - Pancrazio on 12 Settembre 2012 22:04:25




che sia la Delonix decaryi?


Ah, per quanto ne so è perfettamente possibile. Del resto la mia fonte è solo aneddotica, e non ho visto alcun supporto a queste affermazioni.
Dico solo che, a senso, una varietà a fiore bianco potrebbe esistere, non che esista realmente. Insomma, credere che esista una delonix regia a fiore bianco mi richiede uno sforzo minimo, e sicuramente minore di (per esempio) un iris a fiore rosso. Del resto nel fiore della delonix è già presente il bianco come colore, come del resto il giallo. Magari il fondo del fiore è proprio bianco, e se i pigmenti che forniscono il rosso e il giallo non vengono sintetizzati, il colore restante è proprio bianco.
(Sono nel campo della speculazione a livello da "bar sport").
In ogni caso la delonix è talmente tanto coltivata e diffusa che qualche varietà orticola dovrà pur esistere!

kandevilla foto di Romango

foto di Mira

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

Esotico123 [quote]
Ciao Esotico,
da dove vedi che è una Delonix e non una Jacaranda (come credo che sia)?


Non e una jacaranda affatto le jacarande le ho visti a long beach california e questa pianta non lassomiglia per niente

Pancrazio
quote:

lunica del suo genere che ho visto e differente delle mimose e acacia comuni che si trovano ovunque nel vibonese dove frequentavo spesso.


La pianta è bella anche se a colpo d'occhio, onestamente, mi ricorda molto una albizzia. Qui dopo le capitozzature tende a produrre quei lungi rami senza divisioni come quelli dell'immagine. Forse mi trae in inganno il fatto che l'albizzia qui è molto coltivata mentre le altre no, e quindi sono normalmente portato a riconoscere la sagoma come una sagoma d'albizzia.

Esotico123 paragonata a albizzia per non sembra che e

pietropuccio
quote:


le jacarande le ho visti a long beach california e questa pianta non lassomiglia per niente



Io le Jacaranda le vedo ogni giorno dietro casa e nei giardini e lungo le strade di Palermo. In ogni caso è assurdo pensare di poter individuare con un minimo di certezza la pianta da quella foto e quindi non c'è motivo di insistere sull'argomento.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

rafa_nada Comunico con piacere di essere finalmente riuscito a trovare, stamattina e per errore di percorso in macchina, la famosa Delonix che cresce in piena terra a Donnalucata. L'esemplare, adulto e in salute, è in fiore. A breve posterò delle foto

aecreazioni Aspetto impaziente...immaggino che spettacolo.

rafa_nada Accanto alla Delonix c'era anche un banano "comune di Sicilia" con un casco fitto e ben ingrossato. A Marina invece, in un giardino privato, ho trovato una bella Carica Papaya in piena terra, che dava sulla strada. Per le foto, attendete la prossima domenica

aecreazioni La prossima domenica???la papaia aveva frutti?


rafa_nada Sì, tornerò a Marina la prossima domenica o prima se riuscirò. La papaya non aveva frutti ma so per certo che in quella zona fruttifica perchè un conoscente aveva pubblicato su un social network foto dei suoi tre esemplari fruttificanti...spettacolari!

kandevilla
attendiamo "trepidamente" le fotooooooo

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

Esotico123 Delonix regia california del sud.

http://forums.gardenweb.com/forums/load/calif/msg021926244178.html

rafa_nada Ecco qui le tre Papaya fotografate in un giardino privato sito in un borgo adiacente a Marina di Ragusa.

Scritto Da - rafa_nada on 17 Settembre 2012 10:20:30

kandevilla
pazzesche, non l'avrei mai pensato, quasi nessuna differenza con quelle di kandevilla.....


Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

Esotico123 Belle quelle papaya a ragusa

Esotico123
quote:

Ecco qui le tre Papaya fotografate in un giardino privato sito in un borgo adiacente a Marina di Ragusa.

Scritto Da - rafa_nada on 17 Settembre 2012 10:20:30


una bella resposta a tutti gli altri dubitori a questo sito

rafa_nada Finalmente ho scattato le foto della Delonix che cresce in un giardino privato a Donnalucata, frazione del comune di Scicli (Ragusa).

aecreazioni Molto interessante,non ho avuto tempo....ieri ero a Siracusa altrimenti sarei andato,domani pero'vado a Catania all'orto botanico.

kandevilla
bellissime rafa, potrebbe essere il re degli alberi in italia, al secondo posto ci potrebbe stare la Jacaranda mimosifolia.....

Alto Adige BZ
e Sri Lanka
www.maurizioboscheri.it

rafa_nada Grazie Maurizio Peccato che non è mia :( Cmq, la cosa interessante è che gli esemplari adulti che fioriscono in Italia sono veramente pochissimi...

aecreazioni Sono pochissimi perchè molto delicati,ecco perchè fioriscono solo da quelle parti,tra l'altro quest'anno la fioritura di quell'esemplare non è particolarmente vistosa,come succedeva in passato.

rafa_nada Però quest'esemplare è comunque rigogliosissimo e ho notato che solo pochi apici sono necrotici

aecreazioni Ma la sua bellezza e'proprio nella fioritura!

rafa_nada Sì, lo so. Ma è possibile che non abbia molti fiori perchè gli altri sono appassiti (siamo in autunno ormai)?

pietropuccio La fioritura massiva della D. regia si ha in primavera-inizio estate, ossia alla ripresa vegetativa, poi fa qualche saltuaria sporadica fioritura.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

rafa_nada Ecco, quindi questo giustificherebbe una fioritura così esigua...

rafa_nada Posto altre immagini scattate qualche anno fa

rafa_nada La Delonix di cui ho allegato alcune foto produce lunghi baccelli, ma i semi all'interno non giungono a completa maturazione complice, forse, il calo delle temperature di questo periodo.
Premetto che è probabile che stia per dire una sciocchezza che non poggia su alcuna base logico-scientifica.
Se la non maturazione dei semi dipende dal freddo, non si potrebbero avvolgere i baccelli, durante il periodo invernale, in uno spesso strato di plastica, magari nera, in modo tale che i raggi solari li riscaldino?
Che ne pensate?

hans.thomas Buongiorno a tutti, sono stato assente per una lunga e pesante sequela di problemi familiari che, fortunatamente si stanno assestando. Spero di aggiornarvi presto su alcune interessanti novità sugli esperimenti che ho fatto in giardino.

Prendo un post a caso per informare che la Delonix Regia di Donnalucata, oggetto di invidie ed infinite discussioni, non esiste più. È stata sostituita (estirpata? Fatta a pezzi?) da un bellissimo massetto per la posa in opera di una veranda.
Più in la posterò le foto, oggi non ho avuto la possibilità di farle.

Salvatore

Giardino in Ragusa, Playa Grande, Marina di Modica

hans.thomas Buongiorno a tutti, sono stato assente per una lunga e pesante sequela di problemi familiari che, fortunatamente si stanno assestando. Spero di aggiornarvi presto su alcune interessanti novità sugli esperimenti che ho fatto in giardino.

Prendo un post a caso per informare che la Delonix Regia di Donnalucata, oggetto di invidie ed infinite discussioni, non esiste più. È stata sostituita (estirpata? Fatta a pezzi?) da un bellissimo massetto per la posa in opera di una veranda.
Più in la posterò le foto, oggi non ho avuto la possibilità di farle.

Salvatore

Giardino in Ragusa, Playa Grande, Marina di Modica

pietropuccio Un vero peccato. Forse la villetta ha cambiato proprietario, del resto questo è il destino di quasi tutti i giardini realizzati con passione durante una vita quando passano di mano.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Stefano De C. Non la potevano porre tra gli alberi monumentali?
Era diventata famosissima tra gli appassionati di giardinaggio.
Però voi stessi avete detto che ci sono in zona altre piante

Stefano
Roma

Stefano De C. Non la potevano porre tra gli alberi monumentali?
Era diventata famosissima tra gli appassionati di giardinaggio.
Però voi stessi avete detto che ci sono in zona altre piante

Stefano
Roma

Tropicamente Forum

Utenti nel Forum: 0 Membri  42 Anonimi 

© 2004 - Lucia Barabino

Torna Su
Snitz Forums