Tropicamente Forum

 

Tropicamente Forum
Messaggi Recenti Nono ci sono messaggi nella tua casella di posta privata Firma/Leggi il libro degli ospiti Calendario EventiOccasioni on lineNuovi UtentiTropicamente.it Links Motore di Ricerca InternoFaq del Forum...
Nome utente:
Password:
Salva password
Hai perso la Password?
 Elenco dei forum
 Palme e Cicadee
 Cocos Nucifera

Grandezza della finestra:
Nome utente:
Password:
Formato del testo: GrassettoCorsivoSottolineato Centrato Inserisci collegamentoInserisci e-mailInserisci immagine Inserisci codiceInserisci citazioneInserisci lista Inserisci faccina
   
Message Icon:              
             
Messaggio:

* HTML Attivo
* Istruzioni Html Attivi


Faccine veloci:
Modalità:
Includi firma.
Notifica via e-mail la risposta di altre persone alla discussione.
     
D I S C U S S I O N E
AndreaGabrieli Salve a Tutti,

Vorrei raccontarVi la mia "avventura" iniziata il 21 maggio 2008 con Cocos Nucifera.

Molte volte avevo provato a comperare delle Cocos, ma mai il risultato era andato a buon fine.
Ho evidenziato tre tipi di problemi in quasi quattro anni di esperimenti!

1) Nei vivai le piante sono quasi sempre "annegate".
2) Nei vivai sono coltivati in terra non drenante.
3) I vivaisti a volte sono imprecisi nel fornire informazioni.
(Una volta ad esempio sento dire che Cocos ha bisogno di ingentissime quantità d'acqua e non deve essere assolutamente esposto al sole!)

Dunque per ovviare ai primi due problemi, ho pensato di acquistare una noce appena germogliata e senza radici dalle isole Hawaii in modo da poterla fare crescere su un substrato ottimale: sabbia marina!
Le Cocos Nucifera, infatti, vivono, come risaputo sul mare e sempre a contatto con l'acqua salina di mare!

Orbene, a maggio decisi di acquistare questo cocco, dopo innumerevoli ripensamenti.
La pianta arrivò il 21 maggio.
Era una noce con due foglie embronali lunghe una decina di centimetri e senza radici che dovevano ancora nascere!
Dopo poco però tutto iniziò a seccare...

Forse accadde anche per una questione di "balzo" climatico e di carenza di umidità!
Decisi di portarla a Numana dove l'umidità è elevatissima d'estate, ma perse tutte le foglie. Così la misi in un angolo e la dimenticai.
Poi ad agosto, dato che mi serviva un vaso, decisi di "eliminarla": infatti era una noce appoggiata a un vaso e senza più alcuna foglia! Ma sorpresa!: la noce era come incollata alla sabbia! Aveva messo le radici!
Ai primi di settembre ha messo anche una foglia e, per l'arrivo dell'autunno la riportai a Milano dove ho una serretta calda.

Il problema era a questo punto il drenaggio e il calore alle radici: ho letto infatti che tali piante hanno bisogno di grande calore a livello radicale (crescono sulla sabbia rovente dei tropici)
Così presi uno di quei "tubi" per le festività Natalizie e lo avvolsi intorno al vaso. La temperatura col cavo spento era di +18°C (troppo poco) e col tubo accseso da 2 ore arrivava a toccare i +45°C. Accendendo il tubo tutti i giorni (anche ora) al pomeriggio e dando acqua una volta alla settimana, il cocco hawaiiano è cresciuto tutto l'inverno in casa e non presenta minima traccia di eziolatura!

La noce si sta addirittura crepando, segno inconfondibile dell'aumento di dimensioni del tronco!

Inoltre proprio pochi giorni fa ha emesso una foglia divisa in cinque parti!!!! E' un inizio di fogliame da adulto!!!

(nelle foto si vede anche il termometro a Hg usato per le misurazioni!)

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

danielesit Ciao Andrea

Che bella storia ci hai raccontato

Trovare un seme germinato,che ormai davamo per spacciato per noi malati di seminosi è una bella emozione.(l'ultima volta mi è sucesso con dei semi di latanie che ora sono delle bellissime palmette)
Poi che dire dell'espediente trovato per mantenere la temperatura alta nel vaso, a dir poco fantasioso e funzionale.
praticamente da te il natale non è ancora finito.

Ciaooooooo
daniele

Traiano Grande Andrea, farsi mandare Cocos dalle Hawaii, un mito!

Calabria - Golfo di Sant'Eufemia - 445 s.l.m.
Latitudine 38°50'
Zona climatica 9a (USDA)
Clima temperato subtropicale (Koppen)

costiero CI CREDI CHE SONO QUASI COMMOSSO ? CI AVEVO PROVATO ANCHE IO MA CON SCARSI RISULTATI. BELLA TROVATA QUELLA DEL CAVO NATALIZIO.COMPLIMENTI.

costiero anni fa trovai al supermercato una noce di buon sviluppo con la radicetta bianca appena sporgente sotto lo scudetto.la misi in terra, era estate, ma dopo un mese dovetti andare via. consapevole di perderla la ruppi per vedere cosa era successo all'interno. c'era un blocco gelatinoso bianco compatto. stava maturando o stava marcendo ? si puo' piantare anche senza la scorza esterna ? alle maldive ne ho viste anche di piccole come mandarini, dentro la scorza, naturalmente. di fuori erano grosse.

AndreaGabrieli Grazie e Tutti,

Danielesit, è proprio così!!! Il Natale non è ancora finito e non penso finirà prima dell'arrivo di Aprile!!!

Costiero, molto probabilmente il bolcco gelatinoso bianco e compatto era l'embrione nascente! Anche io avevo provato con delle noci del supermercato, ma l'autunno....
Anche se, infatti, molte noci del supermercato sono morte a causa della rimozione dell'esocarpo del seme, alcune sono ancora vive!!! Il problema, dopo averle trovate, è il tempo di germinazione molto lungo....!

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Dimenticavo di dirVi che l'ultima foto che si vede di Cocos Nucifera (Panama Tall) è dell'inizio di Gennaio!!! Ora ha già messo altre due foglie, infatti cresce al ritmo di una foglia e mezza al mese!
Appena possibile Vi farò vedere un "aggiornamento"!!!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

judenzo Ciao Andrea, probabilmente dovresti un pò interrarla così:


Questa è una piccola cocos nucifera fotografata ai caraibi sulla costa sud di Haiti

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b


AndreaGabrieli E' vero, grazie del consiglio!
A primavera aggiungerò della sabbia non appena andrò al mare e avrò l'occasione di raccoglierla!
Però non penso sia il caso di coprirla tutta per due motivi:
1) perchè tanto la noce, a maturità raggiunta, si stacca da sè!
2) la noce sporge fuori dal bordo del vaso (vedi foto) e quindi non potrei coprirla perchè tutta la sabbia tracimerebbe dai lati!

E' molto bella la Cocos caraibica!!!

L'hai fotografata Tu?


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ciao. in natura si interra da sola con le radici ma in vaso aggiungi gradualmente la sabbia, non troppa pero',basta che arrivi alla base del germoglio....ma finche' cresce non c'e' problema.

judenzo
quote:
la noce sporge fuori dal bordo del vaso (vedi foto) e quindi non potrei coprirla perchè tutta la sabbia tracimerebbe dai lati!
ciao andrea, probabilmente in futuro dovrai rinvasarla.
quote:

E' molto bella la Cocos caraibica!!! L'hai fotografata Tu?


Certo

Saluti
Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b


AndreaGabrieli Grazie a Tutti!

Costiero, penso proprio che a primavera aggiungerò della sabbia!

Judenzo, penso di rinvasarla ormai l'anno prossimo poichè penso che le radici non abbiano ancora riempito tutto la "zolletta" di sabbia! Cosa ne pensi?

Se riesco nel fine-settimana farò una nuova foto all'"Hawaiian Coconut" per farVi vedere quanto sia cresciuto!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ci credi che non vedo l'ora ? comunque la sabbia aggiungila gradatamente, 1 cm alla settimana diciamo e anche meno. so che questi incrementi di livello non vengono apprezzati da molte piante e devono essere graduali senno' le radici soffrono. ti saluto e resto in attesa delle foto . ciao.

judenzo Ciao Andrea, altrimenti potresti fare un buco sul fondo o sul lato sempre in basso al vaso per togliere la sabbia cosicchè scenda il livello, in questo modo non avresti bisogno di rinvasarla.

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

AndreaGabrieli Ciao Judenzo,

penso che sia un pò difficile perchè il vaso che ho usato ha pareti di plastica molto spesse.
A questo punto penso che, a suo tempo, sarebbe certamente più facile un trapianto! (stando però attenti alle radici!)

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ah, Judenzo,

dimenticavo di chiederTi quando hai fotografato quella Cocos caraibica?
Adesso probabilmente avrà già le classiche foglie pennate!!!!

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Nell'attesa, come già anticipatoVi, di fare una foto del Cocos per mostrarVi quanto è cresciuto, Vi faccio vedere una foto scattata tra agosto e settembre 2008.
Era quello il tempo in cui sembrava essersi ripresa dal trauma Hawaii-Italia.
Si vede nella foto, infatti un "ritorno" di verde all'altezza della gemma apicale:

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero fai tanti buchi nel vaso, riducilo ad un colabrodo e interralo in uno piu' grande.

judenzo
quote:
Ah, Judenzo,
dimenticavo di chiederTi quando hai fotografato quella Cocos caraibica?

L'ho fotografata nel 2006.
quote:
Adesso probabilmente avrà già le classiche foglie pennate!!!!

Probabilmente si.

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

danielesit
quote:

nessuno ha mai provato a coltivare il cocos nucifera all'aperto, in piena terra?



claude
[/quote]

Ciao Claude ben arrivato.

Penso che qualcuno ci abbia anche provato,ma dal provarci al riuscirci c'è molta differenza.Se poi abiti a Goni sara' anche piu' difficile.

Daniele

judenzo quasi impossibile

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

judenzo
quote:
MA CI SONO TANTE ZONE DELLA SARDEGNA DOVE IL CLIMA è VERAMENTE MITISSIMO, E NON MI SEMBREREBBE STRANO VEDERNE CRESCERE QUALCUNO...

Mi dispiace ma in italia non è praticamente possibile, in questo forum se ne è parlato già.

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

pietropuccio Ciao Claude e benvenuto,
sul tentare tutto, quando è possibile, siamo tutti d'accordo, sul fatto che la Cocos nucifera sia più rustica di Howea e Chamaedorea mi permetto di dissentire decisamente.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli Ciao a Tutti,
mi accodo anche io! In Italia la coltivazione all'aperto di Cocos Nucifera è impossibile! Anche in Florida in certi inverni più rigidi presenta danni alle foglie!!!! e il clima della Florida non è esattamente come quello italiano! (purtroppo!)

Ciao,

P.S.

Come promesso sta per arrivare l'aggiornamento sull'"Hawaiian Coconut"!
Sapete..... Photobucket è un pò lento!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli A ciò che ho detto prima, aggiungo che Cocos Nucifera ha già "freddo" a +18°C e sarebbe bene non esporlo a temperature inferiori a +15°C!
Inoltre ha gravi problemi a livello radicale: ha bisogno di ingente calore alle radici e non tollera che queste siano umide con temperature del suolo inferiori a +19/+20°C dunque è imossibile crescerlo all'aperto! Ma in serra d'inverno e all'aperto d'estate si può fare e vederlo crescere dà molte soddisfazioni:

ecco l'aggiornamento!!!!!!!

Come si vede ha, rispetto all'ultima foto, messo due foglie nuove; di cui l'ultima non ancora perfettamente aperta!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

Scritto Da - AndreaGabrieli on 05 Marzo 2009 20:56:54

AndreaGabrieli Questo è un particolare dell'accenno di foglia pennata di cui ho parlato sopra:

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ops: è un pò sfocata!
Penso però che riusciata a vederla!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ecco altre tre immagini!!!

Sono foto da varie angolazioni:

e questa è un particolare del tronco e della noce che si crepa sempre di più:

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

judenzo Ciao Andrea cresce bene, complimenti.
Rimango dell'idea che andrebbe più interrata. Saluti


quote:
caro judenzo, io sarei più ottimista...a cagliari si vedono frequentemente nei giardini howea, chamaedorea, etc..., piante molto esigenti in fatto di clima, non credo che il cocos sia meno rustico! anzi, è una palma molto più robusta. quindi quando avrò un giardino al mare (sogno impossibile!) tenterò sicuramente...

claude


Caro claude, ho il giardino lambito dal mare per rendere un pò l'idea di fronte stromboli(isole eolie), quasi esente da gelate ma l'azione del vento combinato all'aria salmastra brucia tutto in particolar modo d'inverno(causa mareggiate). Infatti alcune palme che coltivo come Archontophoenix, Ravenea rivularis, Washingtonia f/r, Phoenix canariensis/reclinata/roebelenii, Syagrus, Chamaerops, Trachycarpus, riportano sistematicamente bruciatura alle foglie. Quelle che riportano meno danni sono l'Howea forsteriana, Livistona australis, Brahea armata, Phoenix dactylifera, Sabal minor e palmetto.

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

Scritto Da - judenzo on 22 Febbraio 2009 15:06:51

judenzo Ciao claude, dalle tue parti puoi coltvivare molte palme, quelle che escluderei in linea di massima sono la cocos n., roystonea, Bismarckia nobilis, Dypsis.

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

pietropuccio Ciao,
- Andrea, coplimenti non tanto per la Cocos che, a parte le vicissitudini per averla e le esigenze di temperatura, è facilissima da coltivare (finchè non diventa troppo ingombrante) ma per tutto quello che si intravede dietro.

- Claude, riguardo la Dypsis lutescens puoi dare altri particolari? Dici che è "coltivabile" nel senso che l'hai vista in giro ed in tal caso in che contesto?

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli Grazie Pietro!
Lo sfondo è una parte della mia serra caldo/umida!!!!

Grazie Judenzo, a primavera la interrrerò di più! (Ora non ho la sabbia marina disponibile!

Ciao,


Scritto Da - AndreaGabrieli on 22 Febbraio 2009 19:37:13

AndreaGabrieli Scusate!
Ho dimenticato il riferimento

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

danielesit
quote:

DIMENTICAVO...SE NON SBAGLIO (RISPONDO A JUDENZO) LA BISMARCKIA NOBILIS è UNA PALMA RUSTICA, IN GRADO DI SOPPORTARE QUALCHE GRADO SOTTO LO ZERO, QUINDI NON CAPISCO PERCHè LA CITI FRA LE PALME DA ESCLUDERE NELLA MIA ZONA. ATTENDO RISPOSTA...A PRESTO!

claude


Claude!!!rilassati
judenzo non sbaglia a dire che la BISMARCKIA NOBILIS sia una palma delicata(che non vuol dire naturalmente che in qualche zona della sardegna non si possa coltivare)Tu non esagerare dicendo che sia addirittura rustica, forse la vedo probabile solo per qualche zona nel sud sardegna vicino alla costa.
Ps ricordati che scrivendo maiuscolo e come se stessi gridando.

Ciao Daniele

roberto bruno
quote:

ho letto su un sito che la bismarckia è in grado di tollerare temperature sino a -15;
claude

Ciao Claude,forse tra l'1 e il 5 c'era una virgola.In tal caso ci siamo.
Saluti

pietropuccio
quote:

... a primavera la interrrerò di più! (Ora non ho la sabbia marina disponibile!


naturalmente continua a fare come hai già deciso, sia perché è giusto fare le proprie esperienze e sia perché in pratica la tua è una specie di cultura idroponica, il seme ha sufficienti riserve ancora per molto tempo e sicuramente aiuterai la pianta con opportune concimazioni, però può essere utile qualche precisazione. I cocchi orlano le spiagge dei paesi tropicali per il semplice motivo che le "noci" hanno la capacità di galleggiare e conservare a lungo la germinabilità anche nell'acqua di mare, ciò non significa che crescano, o gradiscano crescere, nella pura sabbia e con la sola acqua marina; situazioni come questa:

sono possibili se appena sotto vi è una falda di acqua dolce e/o se le precipitazioni sono frequenti ed abbondanti, tali da dilavare costantemente la sabbia; e se inoltre sotto lo strato superficiale di sabbia vi sono abbondanti strati si sostanza organica ben decomposta.
Di solito invece è ben visibile una netta linea di demarcazione tra la pura sabbia lambita dall'acqua di mare ed il suolo vegetale:

Si vede benissimo che i cocchi iniziano bruscamente dove inizia anche altra vegetazione, sia pure resistente al salmastro.
Infine, se può servire ad altri che si vogliono cimentare nella coltivazione della Cocos, almeno finché è possibile tenerla riparata in inverno, le piante dei vivai o garden muoiono per essere state tenute a temperature troppo basse o perché sono... già morte (le foglie della nucifera possono sembrare vive anche tre mesi dopo che la pianta è morta), avendo preso freddo durante il trasporto. Per il resto vivono in qualsiasi tipo di suolo, anche pessimo, purchè non manchi acqua e calore. La cosa migliore è acquistare la pianta in estate e solo se le foglie sono perfette e di un bel verde brillante e lucido. Se poi si vuole tentare direttamente con la noce, evitare i supermercati, che le tengono nei banchi refrigerati, ma cercare nei mercatini quelle che hanno un accenno di germinazione (attenzione a non danneggiare l'ipocotile in uscita).


Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Scritto Da - pietropuccio on 23 Febbraio 2009 08:24:49

Traiano Ciao Pietro belle foto, dove le hai scattate? Oltre ai cocchi, nella prima foto, si vedono altre palme piu basse e grosse, di cosa si tratta?

Calabria - Golfo di Sant'Eufemia - 445 s.l.m.
Latitudine 38°50'
Zona climatica 9a (USDA)
Clima temperato subtropicale (Koppen)

Traiano Ciao Andrea, complimenti per piccola selva domestica! Mi pare di intravedere una dypsis decaryi, Strelitzia, Chamaedorea, giusto?

Calabria - Golfo di Sant'Eufemia - 445 s.l.m.
Latitudine 38°50'
Zona climatica 9a (USDA)
Clima temperato subtropicale (Koppen)

judenzo
quote:
..... Oltre ai cocchi, nella prima foto, si vedono altre palme piu basse e grosse, di cosa si tratta? Traiano

sono sempre cocos n

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

Scritto Da - judenzo on 23 Febbraio 2009 12:52:22

judenzo
quote:
caro judenzo volevo confermarti che ieri non ero assolutamente arrabbiato (devo confessare che non conoscevo questo significato dei caratteri maiuscoli, che dovrebbero corrispondere a delle "urla". comunque ti ringrazio per i consigli sulle palme... W le palme!

claude


Ciao claude, volevo dire semplicemente che puoi coltivare tantissime palme tranquillamente, Bismarckia, ecc, sono a rischio.

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

marcella.cau beh, è anche vero che all'interno della mia zona ci sono diversi microclimi, come dovunque, del resto; dove abito io, anche se raramente, le temperature scendono sotto 0°c, mentre vicino al mare, che dista 30 km da me, non scende mai sottozero.

claude

judenzo
quote:
beh, è anche vero che all'interno della mia zona ci sono diversi microclimi, come dovunque, del resto; dove abito io, anche se raramente, le temperature scendono sotto 0°c, mentre vicino al mare, che dista 30 km da me, non scende mai sottozero.

claude


La stessa cosa accade me, ma basta spostarsi poco s.l.m. per andare sotto zero.

In realtà sull'argomento se ne parla già in Discussioni generali - Zone Climatiche 2005 ....

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

pietropuccio
quote:

.... foto, dove le hai scattate? Oltre ai cocchi, nella prima foto, si vedono altre palme piu basse e grosse, di cosa si tratta?


Ciao, la prima nell'isola di Saona, Rep. Dominicana, la seconda estremità orientale, sempre della Rep. Dominicana, in prossimità della laguna di Bavaro. Per il resto vedasi Enzo .

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli Ciao a Tutti,

Sì Traiano, le piante del fondale sono quelle che hai detto (a parte la Dypsis che è una Cabadae!)

Grazie Pietro per la consulenza palmifera sempre puntuale e sistematica!!!
Cretamente non le fornisco acqua salata di mare, ma semplicemente la faccio crescere su sabbia perchè è un substrato ben drenante! (e la sabbia è di mare!).

Sono bellissime le foto che hai fatto!!!
Penso, però, vedendole, a come sarebbe più bella la nostra Italia se le sue spiaggie fossero orlate di palme di così grande bellezza!

Pazienza, i nostri climi ne permettono tante altre di belle!

Grazie a Tutti,

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

Scritto Da - AndreaGabrieli on 23 Febbraio 2009 20:11:59

AndreaGabrieli Dimenticavo...

Pietro, potresti per piacere, visto che hai nominato i cocchi da seme con l'ipocotile visibile, spiegare a Tutti la maniera corretta per seminare quei cocchi che non hanno l'esocaropo???

Chiedo questo poichè qualche anno fa ci provai, ma la noce (interna) si crepò e il latte uscì!!!

Grazie a Tutti in anticipo,

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Specifico, per chiarezza, meglio la domanda:

La noce senza esocarpo va interrata?

L'ipocotile deve stare in un luogo buio (non penso vada bene il sole diretto)?

L'ipocotile va orientato in basso, in alto?

Va innaffiato il tutto?

Grazie a Tutti,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

judenzo
quote:
Ciao, la prima nell'isola di Saona, Rep. Dominicana, la seconda estremità orientale, sempre della Rep. Dominicana, in prossimità della laguna di Bavaro. Per il resto vedasi Enzo . Pietro Puccio

Omaggio al conoscitore dei luoghi :


Bayahibe, Rep. Dominicana

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b


Traiano Grazie Judenzo belli gli esemplari di Cocos Nucifera e di " paracocoides domingengis armata".
Ormai è pacifico che la Cocos Nucifera non è adatta alle nostre spiagge, ma "paracocoides" credi sopravviverebbe in piena terra in zona 9/a? In tal caso ne pianterei un paio nel mio giardino!

Calabria - Golfo di Sant'Eufemia - 445 s.l.m.
Latitudine 38°50'
Zona climatica 9a (USDA)
Clima temperato subtropicale (Koppen)

judenzo
quote:
ma "paracocoides" credi sopravviverebbe in piena terra in zona 9/a?

Assolutamente si ....

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b


pietropuccio
quote:

Specifico, per chiarezza, meglio la domanda:
La noce senza esocarpo va interrata?
L'ipocotile deve stare in un luogo buio (non penso vada bene il sole diretto)?
L'ipocotile va orientato in basso, in alto?
Va innaffiato il tutto?


Ciao,
la posizione in genere ha una importanza relativa, ma se si vuole andare sul sicuro, basta riferirsi alla natura. Qualsiasi seme oblungo tende a disporsi orizzontalmente; per il cocco il mio consiglio è di interrare il seme per metà, lasciando l'ipocotile, se è già fuori, appena a vista (così non andrai a disturbarlo continuamente per vedere come procede ). Se non è al sole, e finchè non si vede la punta della prima foglia, non è necessario che lo sia, puoi lasciarlo scoperto, oppure se sei apprensivo, lo copri con qualcosa facilmente rimovibile tipo sfagno o semplicemente una foglia secca (sempre per la facilità di ispezione). Naturalmente substrato umido (non intriso d'acqua) ed elevata temperatura non devono mancare (germinano comunque anche a 18-20°C, anche se in tempi più lunghi).

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli grazie Pietro,

questa estate sicuramente ci riproverò!!!
... e naturalmente Vi farò sapere come andrà....!

Un'ultima cosa. Quando ci provai qualche anno addietro, si era rotta la noce...
Secondo Te come è potuto accadere?

Grazie,

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

pietropuccio
quote:

grazie Pietro,

questa estate sicuramente ci riproverò!!!
... e naturalmente Vi farò sapere come andrà....!

Un'ultima cosa. Quando ci provai qualche anno addietro, si era rotta la noce...
Secondo Te come è potuto accadere?

Grazie,

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b


Di solito non succede, ha la testa dura , forse era già appena intaccata e fermentando è esplosa.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli
quote:

forse era già appena intaccata e fermentando è esplosa.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Potrebbe essere!!!
E' dunque anche importante sceglierla non solo con l'ipocotile appena uscente, ma anche con la noce non intaccata, vero?

Grazie,

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

Horace ecco diversi suoli in cui cresce la cocus nucifera

Moris

roberto bruno
quote:

quote:
Ciao, la prima nell'isola di Saona, Rep. Dominicana, la seconda estremità orientale, sempre della Rep. Dominicana, in prossimità della laguna di Bavaro. Per il resto vedasi Enzo . Pietro Puccio

Omaggio al conoscitore dei luoghi :


Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b




Ehi Enzo,ma che bella l'infiorescenza del cocos che hai fotografato!Non è che per caso hai qualche seme per me?

luigi santagata Amici,non ho mai coltivato il cocco,quasi quasi ne compro uno,ma che dico!Due.Ciao

luigi santagata

giuliana
quote:

..... hai qualche seme per me?



Buongiorno Roberto,
mi sbaglio o state dimostrando (mi riferisco anche a Luigi) troppo interesse per la C. nucifera? L'esemplare più giovane mostrato in foto necessita di cure e attenzioni continue e particolari! Molto meglio se vi limitate alle varietà italiche dove avete già esperienza.
saluti
giuliana

judenzo
quote:
Ehi Enzo,ma che bella l'infiorescenza del cocos che hai fotografato!Non è che per caso hai qualche seme per me? roberto bruno

Ciao Roberto semi niente, ma se vuoi vado ogni autunno e potrei procurartene una , ci sono però un sacco di documemnti da preparare

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

Scritto Da - judenzo on 25 Febbraio 2009 15:24:48

judenzo Questa è un'immagine nelle vicinanze del Parque Nacional Los Haitises(Rep. Dominicana), sicuramente la zona più bella di tutta l'isola Hispaniola.


Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

roberto bruno
quote:

quote:
Ehi Enzo,ma che bella l'infiorescenza del cocos che hai fotografato!Non è che per caso hai qualche seme per me? roberto bruno

Ciao Roberto semi niente, ma se vuoi vado ogni autunno e potrei procurartene una , ci sono però un sacco di documemnti da preparare

Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

Scritto Da - judenzo on 25 Febbraio 2009 15:24:48


Ma come,è protetta dal Cites anche quella specie?Non è mica in via d'estinzione!Quando ci andai io un pò di anni fa mi sembrava una specie localmente mooolto abbondante e per nulla minacciata,anzi

roberto bruno
quote:

quote:

..... hai qualche seme per me?



Buongiorno Roberto,
mi sbaglio o state dimostrando (mi riferisco anche a Luigi) troppo interesse per la C. nucifera? L'esemplare più giovane mostrato in foto necessita di cure e attenzioni continue e particolari! Molto meglio se vi limitate alle varietà italiche dove avete già esperienza.
saluti
giuliana




Giuliana cara,invece sono proprio le specie italiche quelle che più hanno bisogno di cure e attenzioni particolare:parrucchiere,estetista,massaggiatore etc.Quelle tropicali basta che le proteggi dal freddo
Saluti

judenzo
quote:
Ma come,è protetta dal Cites anche quella specie?Non è mica in via d'estinzione!Quando ci andai io un pò di anni fa mi sembrava una specie localmente mooolto abbondante e per nulla minacciata,anzi
roberto bruno

Ciao Roberto, per esperienza posso garantirti che l'esportazione è alquanto complessa ed iperburocratica.......... all'italiana naturalmente

Saluti Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b

giuliana

[/quote]
... basta che le proteggi dal freddo


[/quote]
Buongiorno Roberto
guarda che anche quelle tropicali ormai non puoi più ricoprirle con del TNT ma gradiscono la pelliccia (è più calda) e quei begli abitini con tutte quelle sigle, sai ? CC, D&G, YSL, CD e via griffando.

saluti
giuliana

roberto bruno
quote:




... basta che le proteggi dal freddo


[/quote]
Buongiorno Roberto
guarda che anche quelle tropicali ormai non puoi più ricoprirle con del TNT ma gradiscono la pelliccia (è più calda) e quei begli abitini con tutte quelle sigle, sai ? CC, D&G, YSL, CD e via griffando.

saluti
giuliana


[/quote]

Insomma,palme e buoi dei paesi tuoi?

judenzo
quote:
Insomma,palme e buoi dei paesi tuoi?

roberto


No, e la globalizzazione?

giuliana

[/quote]

Insomma,palme e buoi dei paesi tuoi?

[/quote]
Buonasera Roberto
non necessariamente (e chiudo l'argomento che voleva essere scherzoso) ma appunto la globalizzazione tende a livellare le differenze, trapiantate qui le giovani piante tropicali tendono ad avere gli stessi comportamenti delle autoctone.
saluti
giuliana

Caio Ora ho capito perchè le pagine di questo post aumentavano a vista d'occhio............con quei chocchi[7].

Meno male che non avete aperto un post sul coco de mer, se nò sai che bagarre .

Cmq complimenti a Gabriele per il risultato e per il suo impegno, molto ben ripagato.
Saluti, caio.

costiero CIAO RAGAZZI STO A CAPOVERDE ORA, HO VISTO POCHE STENTATE E MINIATURIZZATE PALME DA COCCO, SEMBRANO KENTIE MA SONO COCCHI, QUI DICONO CHE C'E' UN MILLEPIEDI MALEFICO CHE LE FA MORIRE..

emanuela Ad ognuno la sua croce...speriamo che questo millepiedi non gradisca i climi mediterranei, abbiamo già abbastanza problemi con il punteruolo rosso...
Buona permanenza a Capo Verde, Costiero, noi vedremo tutto con i tuoi occhi...e quindi con le tue foto.

AndreaGabrieli Eccoci di ritorno! Pronti per altre innumerevoli discussioni!!!!!!

Grazie Horace per la precisazione sui tipi di suolo!

... e buona permanenza a Costiero a Capo Verde!!!!!!!

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ho trovato semi di baobab (calabaceira) ricoperti da una polpa bianca che qui dicono essere medicinale, e semi di veludu e simbron, ormai in via di estinzione ,su queste isole almeno. spero di portare tutto in italia. voi le conoscete gia' queste piante ? calabaceira mi dicono si trova anche a roma nelle migliori drogherie cinesi a p.zza vittorio, ma veludu e simbron da noi sono sconosciuti. quanto alle foto non le so pubblicare ma se qualcuno esperto vuole cimentarsi nella coltura, possibilmente in clima caldo (calabria e sicilia) io le spedisco in busta e non voglio nulla in cambio.

AndreaGabrieli Grazie Costiero!!!

Io potrei dirmi fin d'ora interessato!!!!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ok andrea, ti prendo in parola. quando torno in italia, a meta' marzo, ti chiedero' via mail l'indirizzo di casa. poi se passi dalle parti del lazio e' pure meglio. a presto.

dddemars Ciao tutti e ciao Andrea,
Bella la tua storia del Coco nucifera.
Cresce abbastanza rapidamente : pensiamo che siamo in inverno. Io credo che il tuo modo di riscaldamente sia una ragione maggiore di questo fatto.
Il mio coco, l'ho portato dalla Martinique (caraibe) nel 2002. E' in un vaso (con terricio + sostanze organiche + sabbbia). D'inverno, nella casa, in una varanda, d'estate fuori al sole.
eccolo nell'inverno 2004 :

e in maggio 2005 :

poi in luglio 2006 :

settembre 2007 :

e finalmente fina agosto 2008 :

Come si puo vedere (se non ho sbagliato l'inserimento), cresce piano piano, la "vera" palma, l'ha avuto a 5 anni.

André

costiero d'inverno come lo proteggi ?

AndreaGabrieli Anche la Tua di storia è davvero affascinante e interessante!!!

Complimenti! E' bellissima.

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero buongiorno a tutti, bolettino sulle palme da cocco dalle isole di capoverde, ieri gita a santo antao, l'isola piu' verde in assoluto dell'arcipelago, cocchi tutti malati, giallini, alcuni gia' morti, dicono una malattia, dicono un millepiedi...non si sa bene ma e' triste, e' il cocco che fa il tropico...e non ho visto neanche una noce.

costiero veramente qui c'e' anche un'altra palma interessante, phoenix atlantica, e' un enigma genetico, ma non ha frutti adesso....

AndreaGabrieli Peccato!

Avresti potuto raccogliere noci di cocco e semi di Phoenix Atlantica.....!

Davvero non si trovano noci di cocco???

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero malaticci, un po' tristi a vedersi. un peccato, ma in queste isole l'agricoltura sta morendo.

AndreaGabrieli incredibile!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ti auguro, comunque, di trovare tanti semi di altre piante!!!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero sono ospite di una ricca famiglia portoghese e questo limita un po' i miei spostamenti, ma domani vado a raccogliere tamarindo e simbron.....per il resto, almeno su questa che e' l'isola piu' arida, ci sono solo acacie.

AndreaGabrieli Allora.... Buona caccia!!!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ok andrea,sono rientrato, ho calabaceira (baobab), veludu e simbron freschi, se ti interessano mandami il tuo indirizzo via mail che te li mando. mi spiace per cocos nucifera, neanche una noce....

costiero ho anche 5 semi di tamarindo....

AndreaGabrieli Bentornato Costiero,

Grazie mille!
Ti invio dunque tramite messaggio privato il mio indirizzo!!!

Grazie,

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ti è arrivato?

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ciao andrea, si ho ricevuto l'indirizzo, dammi pero' qualche gg per organizzarmi, sono rientrato da poco......mi sembra giusto spostare la conversazione su un altro argomento per non togliere spazio ai nostri amici del COCOS NUCIFERA, scrivimi d'ora in poi su FRUTTIFERI, alla discussione STRANI SEMI. a presto.

AndreaGabrieli Va bene!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli A chi fosse interessato ancora alla storia del Cocos Nucifera (Hawaii), dico che ha aperto un'altra foglia!!!
Praticamente in questa foto:

era alto 45cm, e ora è alto 71cm!!!!!!!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli L'ho misurato ieri!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Ecco l'aggiornamento!
Confrontate pure!!!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

costiero ormai e' commerciabile.....scherzo.

AndreaGabrieli In effetti........

Scherzo anch'io!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

romano
quote:

quote:

DIMENTICAVO...SE NON SBAGLIO (RISPONDO A JUDENZO) LA BISMARCKIA NOBILIS è UNA PALMA RUSTICA, IN GRADO DI SOPPORTARE QUALCHE GRADO SOTTO LO ZERO, QUINDI NON CAPISCO PERCHè LA CITI FRA LE PALME DA ESCLUDERE NELLA MIA ZONA. ATTENDO RISPOSTA...A PRESTO!

claude


Claude!!!rilassati
judenzo non sbaglia a dire che la BISMARCKIA NOBILIS sia una palma delicata(che non vuol dire naturalmente che in qualche zona della sardegna non si possa coltivare)Tu non esagerare dicendo che sia addirittura rustica, forse la vedo probabile solo per qualche zona nel sud sardegna vicino alla costa.
Ps ricordati che scrivendo maiuscolo e come se stessi gridando.

Ciao Daniele



abbio89 bella storia andrea!!

Fabio

AndreaGabrieli Grazie!

Pensa che dall'ultima foto ha messo una foglia e mezza!!!!
Tra poco la metterò all'aperto!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

AndreaGabrieli Oggi, sabato 2 maggio ho messo fuori per la prima volta Cocos Nucifera! Le foglie sono all'ombra, ma il vaso al sole così che possa scaldarsi senza che le foglie si brucino. Oggi a Milano ci sono +25°C!!!

(Questa sera però lo tiro dentro!!!)

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

dddemars Ciao ciao,
Chi vede la foto qui sopra deve andare a (ri)vedere la prima foto del primo messagio di questa discussione !!!
Oggi, quasi un anno dopo, come non pensare comm'è bella la natura ... a chi sa capirla !
Bello Andrea
André
(Anche da noi è primavera. Il mio sta encora dentro perche il vaso è un po' pesante per uscire-rientrare ... Ma è in una veranda, la luce non manca)

AndreaGabrieli Effettivamente è cresciuto continuamente per tutto l'inverno!!!
Quando anche il Tuo inizierà a crescere velocemente, magari se puoi inserisci delle foto così ne vediamo la bellezza e la crescita!!!

Ciao,


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

Patroclo Complimenti andrea, questa è davvero una gran bella palma, poi come dico io la cocos è la palma per eccellenza!!! Che dici una volta che sarà diventata grande diciamo più di due metri si potrà tentare di coltivarla in giardino coprendola con della plastica e paglia durante l'inverno?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

judenzo
quote:
.... Che dici una volta che sarà diventata grande diciamo più di due metri si potrà tentare di coltivarla in giardino coprendola con della plastica e paglia durante l'inverno?

Assolutamente no, morirebbe anche in primavera o autunno.

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)

AndreaGabrieli
quote:

Assolutamente no, morirebbe anche in primavera o autunno.

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)



E' vero! Purtroppo è da zona USDA 10b o 11 e ha già "freddo" se la temperatura secende sotto i +18°C! Comunque se mai dovessi comperare una casa tra i due tropici allora la pianterei certissimamente!!!

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b

Patroclo Scusate l'ignoranza...ma una palma, e in questo caso la cocos, può morire anche non a causa del gelo, ma solo di una temperutura bassa per lei (diciamo 10 gradi)? Poi un'altra cosa quando la pianta è grande diciamo anche 3 metri...se piantata in giardino le sue radici raggiungono una notevole profondità quindi non devrebbe temere il freddo...
può darsi abbia scritto una gran quantità di cavolate mi date qualche dritta....

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

judenzo
quote:
Scusate l'ignoranza...ma una palma, e in questo caso la cocos, può morire anche non a causa del gelo, ma solo di una temperutura bassa per lei (diciamo 10 gradi)? Poi un'altra cosa quando la pianta è grande diciamo anche 3 metri...se piantata in giardino le sue radici raggiungono una notevole profondità quindi non devrebbe temere il freddo...
può darsi abbia scritto una gran quantità di cavolate mi date qualche dritta....

E' stato stradetto, la cocos nucifera non può vivere all'aperto in italia, grande o piccola che sia.

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)

costiero e' stato anche stradetto che ci sono altre palme che somigliano al cocco.alcune sono anche piu' rustiche.
kentia, satakentia, beccariophoenix, archontophoenix e ci metto pure la piu' rustica phoenix reclinata...con un po' di fantasia pero'...


Scritto Da - costiero on 06 Maggio 2009 17:54:06

AndreaGabrieli Un'altra che secondo me potrebbe somigliare al beneamato cocco è Syagrus Romanzoffiana. E' alta, slanciata e ha anche il tronco liscio! Solo le foglie sono un pò diverse...

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b/9a

pietropuccio
quote:

Scusate l'ignoranza...ma una palma, e in questo caso la cocos, può morire anche non a causa del gelo, ma solo di una temperutura bassa per lei (diciamo 10 gradi)? Poi un'altra cosa quando la pianta è grande diciamo anche 3 metri...se piantata in giardino le sue radici raggiungono una notevole profondità quindi non devrebbe temere il freddo...


Ciao Patroclo,
è così, una palma può morire anche a temperature superiori, e non di poco, allo zero.
Le palme hanno due punti "sensibili", il piede della pianta, in particolare la zona da cui nascono le radici, ed il "meristema".
Se a causa delle basse temperature (non necessariamente sotto lo zero) e dell'umidità, si danneggia la zona al piede, si possono innescare patologie che possono facilmente portare alla morte della pianta.
Ancora più sensibile è il meristema; come è noto le palme, prendiamo quelle a fusto singolo tipo Cocos, hanno un unico punto di crescita, questo unico punto è formato da un grumo di cellule (meristema) indifferenziate (tutte uguali), ma che hanno tutte le informazioni genetiche della specie nel DNA. Queste cellule si riproducono, dividendosi, vorticosamente, fino a che alcune, allontanandosi dal meristema, non cominciano a differenziarsi in foglie, fiori, fusto ecc. Per riprodursi così vorticosamente il meristema ha bisogno di "sostanze" e di energia, è in pratica un laboratorio in cui si fanno reazioni chimiche, più alta è la temperatura del meristema, più si riproduce. L'elevata temperatura è data dalle reazioni chimiche che avvengono "bruciando" le sostanze che la linfa porta al meristema e dal calore che proviene dall'esterno (ecco perchè le palme crescono di più col caldo estivo). Quando la temperatura esterna si abbassa, si abbassa quella del meristema; a seconda della specie vi è una temperatura al di sotto della quale le reazioni chimiche, e quindi la riproduzione delle cellule, non possono più avvenire, questa "fermata", in un tempo più o meno lungo, provoca la morte delle cellule meristematiche, la palma non può più crescere e muore. Nella Cocos nucifera questa temperatura limite, si collocherebbe, a seconda della varietà, tra +8 e +12° C, ma vi sono palme più tropicali in cui è ancora più elevata.


Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Patroclo pietropuccio quante ne sai...complimenti!

quote:

Un'altra che secondo me potrebbe somigliare al beneamato cocco è Syagrus Romanzoffiana. E' alta, slanciata e ha anche il tronco liscio! Solo le foglie sono un pò diverse...


Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b/9a


Andrea a me piace di più la dictyosperma, nella syagrus come dici tu le foglie sono abbastanza diverse dalla cocos...tuttavia la syagrus è molto più tollerante al freddo!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

AndreaGabrieli
quote:

...tuttavia la syagrus è molto più tollerante al freddo!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b


E' proprio per questo che l'ho segnalata!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-Clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

costiero DYCTIOSPERMA NON E' PER I NOSTRI CLIMI. VUOLE MOLTA UMIDITA'.E SOFFRE IL FREDDO.E' PER LA FLORIDA E GIA' IN CALIFORNIA VIENE MENO BENE.

costiero dypsis leptocheilos e lytocarium weddellianum, pure belle e "coccolike", lytocarium vive anche in costa azzurra, riviera di ponente e sud Italia. di dypsis lept. non ho notizie.

Patroclo
quote:

DYCTIOSPERMA NON E' PER I NOSTRI CLIMI. VUOLE MOLTA UMIDITA'.E SOFFRE IL FREDDO.E' PER LA FLORIDA E GIA' IN CALIFORNIA VIENE MENO BENE.



Vabbè non importa; non stiamo parlando solo di palme per i nostri climi...la stessa cocos non è per il clima italiano. Stavo solo cercando una somiglianza con la cocos...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

AndreaGabrieli
quote:

Stavo solo cercando una somiglianza con la cocos...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b


Allora se non poni la ristrettezza del clima, se ne possono trovare tantissime di palme simili alla Cocos Nucifera...

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo
quote:

quote:

Stavo solo cercando una somiglianza con la cocos...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b


Allora se non poni la ristrettezza del clima, se ne possono trovare tantissime di palme simili alla Cocos Nucifera...

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


A proposito sai qualcosa sulla Euterpe edulis???

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

costiero SOPPORTA LIEVI GELATE, ESISTE UN IBRIDO PIU' RESISTENTE E IN CASA NON REGGE IL TERMOSIFONE.

Patroclo Stavo riflettendo su una cosa. Ho una stanza dove la luce entra, una specie di ripostiglio con finestre senza termosifoni. Nella stagione invernale, dato che mi pare di capire che le palme non sopportano l'aria secca del termosifone...le palme durante l'inverno potrei metterle là tanto anche se non è riscaldata all'interno la temperatura anche nei giorni più freddi non arriverà mai prossima allo zero. Che dite?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

Scritto Da - patroclo on 12 Maggio 2009 13:03:16

costiero io avevo pensato di metterne una per le scale in inverno ma poi la gente le rovina per dispetto. ho abbandonato l'idea. ho visto pero' che e' stato creato un ibrido piu' resistente, se ne parlo' in una discussione passata.

Patroclo
quote:

io avevo pensato di metterne una per le scale in inverno ma poi la gente le rovina per dispetto. ho abbandonato l'idea. ho visto pero' che e' stato creato un ibrido piu' resistente, se ne parlo' in una discussione passata.



E come si chiama?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

costiero e' un ibrido tra euterpe edulis ed euterpe oleracea, piu' produttivo e piu' rapido nella crescita. e resiste alle gelate, sembra.

judenzo
quote:
E come si chiama?

Patroclo


Dovrebbe essere la Jamaican tall


Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)

costiero jamaican tall ? ma non e' una varieta' di cocos nucifera ? l'ibrido di euterpe e' stato prodotto in brasile ma non ne conosco il nome, ricordo che c'era un sito che ne vendeva i semi.

judenzo
quote:
costiero
jamaican tall ? ma non e' una varieta' di cocos nucifera ? l'ibrido di euterpe e' stato prodotto in brasile ma non ne conosco il nome, ricordo che c'era un sito che ne vendeva i semi.

Mi riferivo all'oggetto della discussione.

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)

costiero se ricordo bene avevo letto che e' una varieta' di cocco tra le piu' resistenti ma non abbastanza per i nostri climi, purtroppo.

Patroclo
quote:

se ricordo bene avevo letto che e' una varieta' di cocco tra le piu' resistenti ma non abbastanza per i nostri climi, purtroppo.



Non ricordi il sito dove l'avevi visto? o qualche particolare magari si può ritrovare.

Italia Chieti
Zona Climatica 8b

costiero era qui su tropicamente forum ma sai bene che si passa di pala in frasca ( e' il caso di dirlo) non saprei dire bene dove.comunque sempre su cocco.

AndreaGabrieli
quote:

A proposito sai qualcosa sulla Euterpe edulis???

Italia Chieti
Zona Climatica 8b


Se so qualcosa?

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

AndreaGabrieli P.S.

Forse però sarebbe meglio aprire una nuova discussione...

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo
quote:

P.S.

Forse però sarebbe meglio aprire una nuova discussione...

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Cioè non è possibile...hai tutte le varietà di palme....quanti anni ha quell'esemplare?
Sono daccordo sull'aprire una nuova discussione!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:

Cioè non è possibile...hai tutte le varietà di palme....quanti anni ha quell'esemplare?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


In realtà tutto si può dire, ma non che sia un esemplare! Infatti è un piccolo "seedling" che ha quasi due anni!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

AndreaGabrieli Omaggio a Cocos Nucifera per il suo compleanno!!!

BUON COMPLEANNO!!!

Infatti proprio il 21 maggio dell'anno scorso lo ricevetti dalle Hawaii(Us)!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

costiero tanti auguri....

Andrex Salve a tutti,ieri ho visto da un vivaio in zona cocos nucifera germinate con due foglie a 10 euro.....se vi può interessare.....

Greg

Scritto Da - andrex on 22 Maggio 2009 14:27:28

ffeeddee
quote:

Salve a tutti,ieri ho visto da un vivaio in zona cocos nucifera germinate con due foglie a 10 euro.....se vi può interessare.....

Greg

Scritto Da - andrex on 22 Maggio 2009 14:27:28


All'Ikea il cocos nucifera è in promozione a 6,99 € con 4-5 foglie.

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

AndreaGabrieli
quote:

quote:

Salve a tutti,ieri ho visto da un vivaio in zona cocos nucifera germinate con due foglie a 10 euro.....se vi può interessare.....

Greg

Scritto Da - andrex on 22 Maggio 2009 14:27:28


All'Ikea il cocos nucifera è in promozione a 6,99 € con 4-5 foglie.

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)


...ma se non mi sbaglio quelle che si trovano in Italia non sono le varietà tall, ma quelle dwarf che significa nano. Mi pare in particolare che vendano la varietà orticola nino!
Infatti se notate i piccioli di quelle "italiane" sono verdi e quelli, per esempio, della mia sono arancioni!

Ciao,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

ffeeddee Se uno deve tenerla in vaso meglio allora la dwarf (nana) che la tall (alta)...
O no?

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

AndreaGabrieli Certamente!
Però la dwarf l'ho provata e cresce veramente piano; la tall dà più soddisfazione!!!!!!

Ciao,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

costiero andrea, ieri ti ho spedito i semi che ti avevo promesso, arriveranno in settimana, poi pubblica le foto e vediamo se qualcuno li conosce. ciao.

AndreaGabrieli GRAZIE MILLE

quote:
poi pubblica le foto e vediamo se qualcuno li conosce

Senz'altro lo farò!!
Grazie,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo allora andrea come va sta cocos nucifera? Senti se tenuta in un vaso molto grande che dimensioni può raggiungere?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:

allora andrea come va sta cocos nucifera? Senti se tenuta in un vaso molto grande che dimensioni può raggiungere?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Ciao,

dall'ultima foto ha messo un'altra foglia completamente e si accinge a metterne un'altra, che tuttavia non si è ancora aperta.
In vaso comunque certo non può raggiungere le dimensioni che ha in natura (E sarebbe anche scomodo da gestire)!
Comunque penso che in un vaso da 60/70cm di diametro che non vada oltre i 2/3 metri...
Un mio amico comperò, tempo addietro, sei Chamaerops Excelsa che avevano la stessa età. Tre li mise in terra e tre li sistemò in grandi vasi. Oggi quelli in vaso sono sui 70/90 cm e quelli in terra sono sui 3 metri!!! Questo per sottolinerare come in vaso le palme tendano a "nanizzarsi"...

Ciao,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

costiero Andrea, ho visto cocchi in vaso da 3 metri ma poi credo che muoiano asfissiate dal vaso troppo piccolo, e' esigente, mi dicono che si mangia la terra del vaso.

Patroclo ok metti una foto appena puoi?
Ma ora la tieni fuori a Numana?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli Ciao,

quote:
Ma ora la tieni fuori a Numana?

Al momento è a Milano sul balconcino con Veludu, Tamarindo, Mango, Calabaceira etc. etc.
Infatti stabilmente abito a Milano e poi appena posso vado a Numana! Tra breve comunque andrò sia per portare il Cocco e controllare le altre piante che al momento bevono grazie a un impianto d'irrigazione, sia per le vacanze!!!

Ciao,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

costiero per capire quanto sia amata la cocos nucifera guardate che quasi 1000 persone hanno letto questa discussione.o almeno ci sono andati sopra 1000 volte.

AndreaGabrieli
quote:
ok metti una foto appena puoi?

Come da richiesta!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo Congratulazioni è veramente una bella palma...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:

Congratulazioni è veramente una bella palma...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


La Cocos Ti ringrazia per il gentile apprezzamento!

Presto comunque la porterò a Numana affinchè possa beneficiare al meglio della calda e umida estate marchigiana!

Saluti,

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

ffeeddee A proposito di Cocco, qualcuno conosce questo sito e chi lo fa?

http://www.coconutpalm.info/3frames-ITA.htm

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

Patroclo Ciao andrea...quando crescerà ancora un po pensi di cambiarli il vaso?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:
...quando crescerà ancora un po pensi di cambiarli il vaso?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Certamente!

Ora però non è ancora il momento, infatti le radici non escono nemmeno dal vaso...
Tuttavia quest'estate aggiungerò nel vaso della nuova sabbia marina come giustamente ricordava Yudenzo all'inizio della discussione

quote:
probabilmente dovresti un pò interrarla così:
Enzo
Calabria/ clima sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale s.l.m./ 9b


Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo Si bravo fai bene ad aspettare se sta bene cosi meglio non rinvasarla troppo spesso. Comunque mi permetti una considerazione...qua è stato detto che la cocos nucifera è la più bella palma in assoluto...(d'altronde quasi tutti in questo forum hanno almeno tentato di "averla"). Ma secondo me se proviamo ad invertire le parti tra canariensis e cocos ovvero mettiamo che la cocos resista alle basse temperature e la phoenix no, probabilmente diremo che la phoenix è la palma più bella e tenteremo comunque di coltivarla in vaso...non credi?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

ffeeddee Patroclo la cocos nucifera e' la palma più diffusa al mondo, costa poco tentare di coltivarla, e' bella ma non la più bella, guarda un po' di foto sul sito pacsoa
ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

judenzo
quote:
Si bravo fai bene ad aspettare se sta bene cosi meglio non rinvasarla troppo spesso. Comunque mi permetti una considerazione...qua è stato detto che la cocos nucifera è la più bella palma in assoluto...(d'altronde quasi tutti in questo forum hanno almeno tentato di "averla"). Ma secondo me se proviamo ad invertire le parti tra canariensis e cocos ovvero mettiamo che la cocos resista alle basse temperature e la phoenix no, probabilmente diremo che la phoenix è la palma più bella e tenteremo comunque di coltivarla in vaso...non credi?

Di cocos nucifera ne ho visto a migliaia, ma una dactylifera adulta, rigorosamente Deglet Nour, è molto più bella, anzi è la palma per eccellenza.

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)


Patroclo judenzio mi trovi pienamente daccordo. Scusa ma che significa deglet nour?
...perchè ho provato a ricercarla su google ma non ho trovato granchè...

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

Scritto Da - patroclo on 28 Giugno 2009 10:40:56

judenzo
quote:
judenzio mi trovi pienamente daccordo. Scusa ma che significa deglet nour?
...perchè ho provato a ricercarla su google ma non ho trovato granchè...

Deglet nour è una varietà, a mio avviso la più bella sia nel portamento che nella colorazione.


Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)


costiero ancora una volta si desidera cio' che non si ha, se cocos crescesse da noi forse non le daremmo molta importanza. evoca tropici e spiagge incantate, paradisi lontani e non riproducibli da noi, per questo e' cosi' amata. immaginate una qualsiasi spiaggetta italiana con le palme da cocco......

judenzo
quote:
ancora una volta si desidera cio' che non si ha, se cocos crescesse da noi forse non le daremmo molta importanza. evoca tropici e spiagge incantate, paradisi lontani e non riproducibli da noi, per questo e' cosi' amata. immaginate una qualsiasi spiaggetta italiana con le palme da cocco......

Nella stragrande maggioranza delle spiaggie italiane non è possibile trovare le palme a causa del moto ondoso e dell'erosione, proprio per questo non sono riproducibili qui da noi. Ai tropici ci sono le varie barriere coralline che mantengono il mare "calmo".

Enzo
Calabria tirrenica meridionale (sul mare) / zona climatica 9b (USDA)
Sub-tropicale mediterraneo costiero meridionale (Koppen)

Patroclo Scusate ma la cocos nucifera tenuta in vaso non tende a "bonsaizzarsi" come le altre palme? Nelle foto di Andrea sembra di no!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:

Scusate ma la cocos nucifera tenuta in vaso non tende a "bonsaizzarsi" come le altre palme? Nelle foto di Andrea sembra di no!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Certo che tende a bonsaizzarsi, ma ora il vaso è ancora grande per cui ha ancora spazio!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

Patroclo No dico pure quando sarà più grande...ad esempio guarda questa foto:

http://www.agraria.org/piantedavaso/cocos.htm

Di solito in appartamento ho visto cocos sempre di questa "forma". Quando raggiunge l'età massima che può avere in vaso non è proprio bonsaizzata ma mantiene la forma più o meno di quella tua in questo momento. Per capirci una phoenix in vaso sembra proprio una phoenix in miniatura, mentre una cocos in vaso non raggiunge la forma di una adulta in terra.

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

pietropuccio
quote:

No dico pure quando sarà più grande...ad esempio guarda questa foto:

http://www.agraria.org/piantedavaso/cocos.htm

Di solito in appartamento ho visto cocos sempre di questa "forma". Quando raggiunge l'età massima che può avere in vaso non è proprio bonsaizzata ma mantiene la forma più o meno di quella tua in questo momento. Per capirci una phoenix in vaso sembra proprio una phoenix in miniatura, mentre una cocos in vaso non raggiunge la forma di una adulta in terra.



Ciao,
mi permetto di dissentire, anche la Cocos crescendo in vaso si "bonsaizza" (anche meno di una Phoenix) ma si caratterizza come le adulte, il fatto che generalmente non se ne vedano è perchè muoiono prima.
Malgrado il microscopico vaso, in parte occupato dalla noce, qui la foglia è quasi caratterizzata:

E qui lo è del tutto (il giallume è dovuto allo spstamento dalla serra al pieno sole):

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

AndreaGabrieli
quote:
il fatto che generalmente non se ne vedano è perchè muoiono prima.

E' verissimo!
La foto che ci hai mostrato, Patroclo, è di una pianta ancora giovane! Infatti la Cocos per caratterizzarsi ci mette dai cinque ai sei anni!

Andrea Gabrieli,
Numana(An)
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

AndreaGabrieli AGGIORNAMENTO da Numana!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


costiero quando torni a Milano ?

dddemars Salve a tutti,
Bello Andrea !
E per il mio, ecco la tradizionale foto dell'estate : ora 7 anni !
vignette de 2009 (mi-août)

dd

Scritto Da - dddemars on 27 Agosto 2009 23:39:21

Patroclo
quote:

AGGIORNAMENTO da Numana!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Per il momento sembra uguale alle mie syagrus....

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:

quando torni a Milano ?



Il 3 settembre, tuttavia dal 9 al 15 sarò nuovamente a Numana!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Patroclo Ciao andrea...una cosa volevo chiederti quando pensi di rientrarla la cocos?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

ffeeddee Anche la mia var. ikea ha messo una foglia nuova, piuttosto scura, la tengo a mezzombra

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

AndreaGabrieli
quote:

Ciao andrea...una cosa volevo chiederti quando pensi di rientrarla la cocos?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Ciao,

l'anno scorso l'ho ritirata in casa (solo per la notte) quando le minime autunnali iniziavano a scendere sotto i +15°C per poi rimetterla fuori di giorno. (Questo accadeva all'inizio dell'ottobre scorso). L'ho poi ritirata perennemente in casa verso metà ottobre!

Quest'anno penso di fare altrettanto, ma dipende dalle temperature...

Per ora, comunque l'"Hawaiian Coconut" è ancora a Numana, mentre io sono tornato a Milano!
Settimana prossima comunque (dal 9 al 15 settembre) torno nelle Marche e porterò anche lei a Milano!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


ffeeddee Eccovi una foto recente dell'esemplare che cresce più a nord degli USA, riscaldato dall'asfalto e dalle case a Newport Beach in California, a 33° N.
Dicono che abbia 29 anni.

bye

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

AndreaGabrieli Caspita!!! Pare che stia bene!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


costiero e com'e' il clima a Newport beach ? tropicale ?

AndreaGabrieli
quote:

e com'e' il clima a Newport beach ? tropicale ?



subtropicale!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


ffeeddee
quote:

e com'e' il clima a Newport beach ? tropicale ?


Per oggi sono previsti: 17° C di minima e 24 ° C di massima...

A gennaio la minima "media" è sui 7-8 gradi e la massima sui 20° C

bye

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

costiero ma credo che il clima di quella zona ,a parte le temperature, sia comunque diverso dal nostro, senno' avremmo buone speranze anche qui.... chi rimedia i semi di quella palma cosi' resistente ? ho qualche dubbio che riesca a fruttificare, magari sopravvive soltanto.

Scritto Da - costiero on 08 Settembre 2009 07:48:09

Patroclo Per quel che ne so in california il clima è mediterraneo...la cocos li dovrebbe essere proprio al limite, perchè bisogna considerare oltre alle temperature invernali basse anche che piove d'inverno e non d'estate come la palma vorrebbe....

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

ficus ma la media delle massime è di 20°C!
non di rado si raggiungono (e si superano) i 30°C anche in pieno inverno, per cui la pioggia fa poco danno.


Claudio
Goni (CA)
USDA 8b/9a

costiero e' in un'aiuola, sicuramente la innaffiano.

Caio La differenza sostanziale è che la costa Californiana ha una temperatura con molti meno sbalzi termici rispetto al Mediterraneo e con meno precipitazioni.
La corrente fredda dell'ocenao pacifico lambisce le coste in modo costante tutto l'anno creando un clima del tutto particolare, in effetti questo determina che le massime e le minime siano quasi sempre molto vicine, con sporadici picchi che si riducono a pochi giorni l'anno, al contrario dei nostri climi che in inverno possono avere sbalzi di oltre 20° e più tra min. e max.
Poi si dovrebbe monitorare se effettivamente nel luogo dove vive questo bell'esemplare di Cocos si siano realmente raggiunte le temperature di 7-8 gradi, potrebbe essere collocato all'interno di un microclima che non conosciamo.
Di certo per l'Ipotesi di Cocco nel Mediterraneo ci metterei una Pietra sopra
Complimenti comunque per le cure che rivolgete ai vostri esemplari, con ottimi risultati.
saluti, caio.
quote:

quote:

e com'e' il clima a Newport beach ? tropicale ?



subtropicale!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Caio La differenza sostanziale è che la costa Californiana ha una temperatura con molti meno sbalzi termici rispetto al Mediterraneo e con meno precipitazioni.
La corrente fredda dell'ocenao pacifico lambisce le coste in modo costante tutto l'anno creando un clima del tutto particolare, in effetti questo determina che le massime e le minime siano quasi sempre molto vicine, con sporadici picchi che si riducono a pochi giorni l'anno, al contrario dei nostri climi che in inverno possono avere sbalzi di oltre 20° e più tra min. e max.
Poi si dovrebbe monitorare se effettivamente nel luogo dove vive questo bell'esemplare di Cocos si siano realmente raggiunte le temperature di 7-8 gradi, potrebbe essere collocato all'interno di un microclima che non conosciamo.
Di certo per l'Ipotesi di Cocco nel Mediterraneo ci metterei una Pietra sopra
Complimenti comunque per le cure che rivolgete ai vostri esemplari, con ottimi risultati.
saluti, caio.
quote:

quote:

e com'e' il clima a Newport beach ? tropicale ?



subtropicale!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


costiero chissa' che un giorno un ibrido possa colonizzare i nostri giardini, per ora la palma piu' simile e' la kentia.

Patroclo a che temperatura resiste la kentia?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

costiero qui a civitavecchia e' un po' al limite, gli inverni piu' freddi bruciano le foglie e se e' troppo esposta parte addirittura tutta la pianta. esemplari in cortili riparati dai palazzi svernano tranquillamente senza danni e formano il tronco ma non ho mai visto fare i semi qui.
saluariamente di notte la temperatura puo' andare sotto i -4° ma solo per poco tempo. certi anni non gela neanche.

costiero ora che ci penso, che fine ha fatto quell'ibrido vero o presunto tra cocos e butia di cui si era parlato in passato ? c'era anche una foto qui nel forum. era in florida mi sembra, ad Orlando...

Salvo.a Visto che il cocos nucifera è una delle più ambite palme e che si presta più a dubbi di coltivazione nelle vari parti del mondo, alimento la discussione segnalando, la presenza in Argentina nella città di Resistencia , di alcuni esemplari con delle temperature medie alquanto basse d'inverno e molto simili a quelle del sud italia in inverno ( comunque non identiche ) , la classificazione della zona viene data come usda 9B dagli esperti locali, le minime storiche riportate dovrebbero essere riviste con un circa + 4° in più, in quanto la stazione meteo non è perfettamente in città, comunque sembrerebbe che temperature vicine allo zero ( seppur di raro e non continue ) si registrano nella zona

di seguito foto di un esemplare e tabella delle temperature medie della città Resistencia in Argentina


la testimonianza , la foto ed i dati climatici, li prendo da un blog , creato da un amatore e professionista di livello internazionale di nome José A. Grassia, che invito a visitare in quanto molto interessante a questo link http://palmasenresistencia.blogspot.com/ , preciso che la diffusione di Cocos Nucifera a Resistencia non è diffusa, ma trattasi di casi di esemplari protetti da costruzioni..


ai fini di discussione rimetto in basso la tabella di temperature medie della mia zona , l'unica differenza ( sostanziale ) che vedo è la media delle temperature massime , superiore di circa 5/6° di giorno a Resistencia rispetto al paese dove vivo in provincia di Palermo in inverno.



Saluti
Salvo

Scritto Da - salvo.a on 13 Settembre 2009 16:56:44

ficus
quote:

ora che ci penso, che fine ha fatto quell'ibrido vero o presunto tra cocos e butia di cui si era parlato in passato ? c'era anche una foto qui nel forum. era in florida mi sembra, ad Orlando...



ora è cresciuto, è così:

Claudio
Goni (CA)
USDA 8b/9a

costiero Bisogna trafugare qualche noce da Resistencia ...

AndreaGabrieli UDITE, UDITE

Il mio Cocco Hawaiiano è ritornato a Milano!!!

Dopo ben quattro mesi di ferie al mare!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Patroclo
quote:

Visto che il cocos nucifera è una delle più ambite palme e che si presta più a dubbi di coltivazione nelle vari parti del mondo, alimento la discussione segnalando, la presenza in Argentina nella città di Resistencia , di alcuni esemplari con delle temperature medie alquanto basse d'inverno e molto simili a quelle del sud italia in inverno ( comunque non identiche ) , la classificazione della zona viene data come usda 9B dagli esperti locali, le minime storiche riportate dovrebbero essere riviste con un circa + 4° in più, in quanto la stazione meteo non è perfettamente in città, comunque sembrerebbe che temperature vicine allo zero ( seppur di raro e non continue ) si registrano nella zona

di seguito foto di un esemplare e tabella delle temperature medie della città Resistencia in Argentina


la testimonianza , la foto ed i dati climatici, li prendo da un blog , creato da un amatore e professionista di livello internazionale di nome José A. Grassia, che invito a visitare in quanto molto interessante a questo link http://palmasenresistencia.blogspot.com/ , preciso che la diffusione di Cocos Nucifera a Resistencia non è diffusa, ma trattasi di casi di esemplari protetti da costruzioni..


ai fini di discussione rimetto in basso la tabella di temperature medie della mia zona , l'unica differenza ( sostanziale ) che vedo è la media delle temperature massime , superiore di circa 5/6° di giorno a Resistencia rispetto al paese dove vivo in provincia di Palermo in inverno.



Saluti
Salvo

Scritto Da - salvo.a on 13 Settembre 2009 16:56:44


Vedi salvo.a Resistencia si trova a 27 di latitudine...è totalmente un'altro clima. Infatti a causa della latitudine inferiore e non di poco visto che Palermo si trova a 38-39 là in inverno il sole picchia abbastanza e riscalda di parecchio l'aria e il suolo (palermo una MEDIA massima di oltre 20 gradi se la sogna d'inverno, mentre a causa della distanza dal mare della città argentina c'è una maggiore dispersione del calore per cui le minime risultano basse rispetto alle massime. Tuttavia il calore che riceve nelle ore diurne è sufficiente a tenere in vita la pianta.

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

costiero insomma l'inverno siciliano e' troppo lungo per la cocos, anche a Lampedusa. eppure mi viene da pensare che quei cocchi argentini si siano un po' abituati ad un clima estremo per loro, da frontiera. forse hanno una maggiore resistenza rispetto a quelle che vivono e si riproducono tranquillamente ai tropici, insomma forse sono un po' piu' toste.
allora ? chi va in Argentina a prendere le noci ?

costiero
quote:

quote:

ora che ci penso, che fine ha fatto quell'ibrido vero o presunto tra cocos e butia di cui si era parlato in passato ? c'era anche una foto qui nel forum. era in florida mi sembra, ad Orlando...



ora è cresciuto, è così:

Claudio
Goni (CA)
USDA 8b/9a



ma non ha ancora le foglie adulte. aspettero'....

ficus Dai, si vede che ha qualcosa della Butia, anche se assomiglia molto di più alla Cocos.
PS: é stato creato anche un'altro ibrido (Butia x Cocos).
inoltre esiste anche un ibrido (Cocos x Jubaeopsis, che è il genere più affine), ma non si trovano foto neanche a pagarle...

Claudio
Goni (CA)
USDA 8b/9a

ffeeddee
quote:

ma non ha ancora le foglie adulte. aspettero'....



Anche perché quello della foto è l'unico esistente a quanto si sa...

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

ficus C'è solo da sperare che cresca in fretta...

Claudio
Goni (CA)
USDA 8b/9a

AndreaGabrieli
quote:
Ciao andrea...una cosa volevo chiederti quando pensi di rientrarla la cocos?

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Ora l'ho ritirata!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


costiero e non ci mandi neanche una foto ?......

AndreaGabrieli
quote:

e non ci mandi neanche una foto ?......



Eccola quì! Al calduccio della mia stanza-serra!

La foglia che sta aprendosi adesso è divisa nella parte bassa: praticamente sta iniziando a caratterizzarsi!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


Giuto Andrea complimenti per la tua stanza serra...
Ma quando le devi innafiare come fai???
Saluti
Giuto

AndreaGabrieli
quote:

Ma quando le devi innafiare come fai???
Saluti
Giuto



Ho fatto un vialetto tra i vasi!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


costiero e la strel. nicolai a Numana sta bene ?

AndreaGabrieli
quote:

e la strel. nicolai a Numana sta bene ?



Benissimo! Ora sta emettendo polloni..

EccoTela in una foto di agosto:


P.S.

Ho anche aggiunto alla mia "collezione" durante l'estate:
Musa Sikkimensis,
Ensete Glaucum,
Ensete Ventricosum "Maurelii"!!!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


ffeeddee Fate un confronto col sud della Florida, il tiziodel post trovò sulla spiaggia una noce di cocco nel 2007, la piantò ed ora ha una bella Palma in giardino, con foto

http://www.palmtalk.org/forum/index.php?showtopic=20655

ciao

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

costiero tanta benevola invidia......

Salvo.a ho letto un post in cui uno dei cultori del butyagrus nick in rete Mauser sta portando avanti una ibrinazione butia x cocos nucifera... se ci riesce penso che avremo un pò di tropicale nel mediterraneo...

aspettiamo e speriamo

Ciao
Salvo

costiero vero, ma pare che la cosa sia stata casuale e comunque quella palma e' figlia unica, ci vorranno decenni prima che si diffonda. penso faranno prima a creare una varieta' di cocco che resista alle gelate leggere, ma sempre in un lontano futuro. accontentiamoci delle kentie, che un po' gli somigliano.
qualcuno coltiva satakentia in italia ?

Patroclo Salve vorrei chiedervi una cosa a tutti...nel caso in cui si riuscisse a fare in modo di riscaldare il suolo (portarlo a una temperatura costante di 24-28), mentre la temperatura dell'aria rimanesse quella dei nostri climi potrebbe crescere una cocos nucifera? Ve lo chiedo poichè su wikipedia è scritta la seguente cosa: "Da studi effettuati la fascia in cui può sopravvivere questa pianta sembrerebbe essere limitata dalla temperatura minima a cui si porta il terreno più che da abbassamenti repentini a cui può essere soggetta la parte aerea. La limitata temperatura del substrato causa attacchi fungini letali all'apparato radicale e questo spiegherebbe la sopravvivenza in zone soggette a brevi escursioni fredde (che non interessano il terreno), e la impossibilità di adattamento a climi come quello mediterraneo in cui le temperature non sono eccessivamente basse, ma insistono per periodi sufficienti a raffreddare in profondità il suolo."

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

Salvo.a
quote:

Salve vorrei chiedervi una cosa a tutti...nel caso in cui si riuscisse a fare in modo di riscaldare il suolo (portarlo a una temperatura costante di 24-28), mentre la temperatura dell'aria rimanesse quella dei nostri climi potrebbe crescere una cocos nucifera? Ve lo chiedo poichè su wikipedia è scritta la seguente cosa: "Da studi effettuati la fascia in cui può sopravvivere questa pianta sembrerebbe essere limitata dalla temperatura minima a cui si porta il terreno più che da abbassamenti repentini a cui può essere soggetta la parte aerea. La limitata temperatura del substrato causa attacchi fungini letali all'apparato radicale e questo spiegherebbe la sopravvivenza in zone soggette a brevi escursioni fredde (che non interessano il terreno), e la impossibilità di adattamento a climi come quello mediterraneo in cui le temperature non sono eccessivamente basse, ma insistono per periodi sufficienti a raffreddare in profondità il suolo."

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a


Ciao

ritengo che quanto detto su wikipedia corrisponda in buona parte alla realtà, è da un pò di tempo che ho la tua stessa idea , se si riuscisse a riscaldare un pò il suolo ( parlo di Palermo ) ci potrebbero essere buone provabilità di coltivazione del cocus n..ma il mio è solo un sentore da sperimentare, l'idea mi viene ulteriolmente rafforzata da un post visto su altro forum dove un appassionato del Chile coltiva una ravenala madagascariensis , nel suo giardino..

ha praticamente concetizzato quello che pensavo, e cioè ,posizionare la pianta in luogo soleggiato , in una aiuola ad hoc creata, oon substrato molto sabbioso al cui interno passa un filo riscaldato con termostato, il tutto in funzione nei mesi freddi dicembre-febbraio ( sempre riferito a palermo ) , con una copertura amovibile grazie alla sistemazione di aste interrate...

qui una foto del sistema

penso che regolando un termostato ( a Palermo ) sui 13/15° , con questo sistema si potrebbe godere di avere in piena terra la un cocos nucifera, in piena aria per 9 mesi l'anno, e senza eccessivi costi energetici , considerate le temperature medie...

praticamente è una serra personalizzata e da usare all'occorrenza...

tu come pensavi di arrivare a quelle temperature ??? e come frenare lo scambio termico con l'ambiente ??

saluti
Salvo

Patroclo Ciao Salvo, praticamente tu hai fatto una sorta di serra...io avevo in mente un'altra idea.
Il mio ingresso è formato da una stanza coperta per 3/4 dove si trova un terraio grande e profondo praticamente di fianco alle scale. Ora volevo applicare una o due piastre riscaldanti da laboratorio (quelle che consumano meno possibilmente) propio sul terreno di modo che non vi siano scambi con l'ambiente esterno...poi far crescere la pianta "storta" (stile caraibico) in modo che la chioma della pianta spunti fuori...questo per verificare se si tratta effettivamente del suolo oppure è legato anche ad altri fattori. Poi ti posterò una foto cmq perchè detto cosi non si capisce bene...
Per quanto riguarda la temperatura Salvo credo che dovresti portarla almeno sui 20 gradi se non altro perchè un minimo di dispersione di calore del suolo vi è sempre (palermo ha una media di 12 gradi a gennaio).
Più che altro quello che vorrei fare è un esperimento....

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

Salvo.a Ciao Patroclo

se posti una foto penso che si capisca meglio..

preciso che la foto non è mia, ma del Chileno che l'ha già attuato...io penso allo stesso sitema..

per le temperature è da vedere se il sistema si riesce a renderlo ermetico , all'interno penso si dovrebbe creare calore ed umidità..che si accumula di giorno, difficilmente è coperto a Palermo...

anche il mio come il tuo non è altro che un esperimento che vorrei effettuare, concordando sul fato di farlo crescere storto...ed inoltre in una aiuola piccola in modo che non cresca esageratamente...

saluti


Patroclo ok appena posso posto la foto... del terraio!

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

AndreaGabrieli Tempo addietro lessi di un tale che, vicino a "Frisco" (San Francisco), con lo stesso sistema del Signore cileno citato da Salvo, riuscì a coltivare una Cocos Nucifera all'estrno!!! Ciò era già risultato strabiliante...

Inoltre nella grande serra "Diamant Vert" di Parc Phoenix a Nice, che ho visitato l'anno scorso, c'era una Cocos Nucifera! E anche quì il riscaldamento di tutta la struttura era sotterraneo e tale da scaldare ben bene le radici!!!

Pertanto concordo anche io sul fare un tentativo... e......magari non solo a Palermo

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


AndreaGabrieli Un'altra domanda interessante che però mi viene in mente è: "ammettendo che il sistema funzionasse, quanto andrebbe innaffiato??????"

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


pietropuccio Ciao,
ricordo che esiste un altro fattore limitante, di pari importanza, oltre la temperatura delle radici, ed è la temperatura al meristema, cioè all'apice vegetativo della pianta. Quando la temperatura al meristema scende intorno a 10-12°C la proliferazione cellulare si arresta, e questo è il principio della fine della Cocos.
Naturalmente gli esperimenti vanno comunque fatti, se si vuole.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Salvo.a
quote:

Ciao,
ricordo che esiste un altro fattore limitante, di pari importanza, oltre la temperatura delle radici, ed è la temperatura al meristema, cioè all'apice vegetativo della pianta. Quando la temperatura al meristema scende intorno a 10-12°C la proliferazione cellulare si arresta, e questo è il principio della fine della Cocos.
Naturalmente gli esperimenti vanno comunque fatti, se si vuole.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Ciao Pietro

grazie dell'avere fatto luce su questo fondamentale aspetto su cui non riflettevo, non conoscendo.

Secondo te in linea generale potrebbe funzionare a Palermo ??

saluti
Salvo

costiero domanda sciocca...se pure le radici del cocco resistono, col tempo forma una grossa chioma che non si potra' piu' proteggere con una copertura sperimentale come quella del signore cileno, le foglie sporgeranno ed esposte al freddo non seccherebbero ogni anno, anche col clima di palermo ?

pietropuccio
quote:

Secondo te in linea generale potrebbe funzionare a Palermo ??


Il solo riscaldamento del suolo (che poi in piena terra ed aria non è come riscaldare un terrario)? Non credo, ammesso che non muoia, le foglie saranno completamente "bruciate" alla fine dell'inverno, come giustamente dice Costiero, e la pianta avrà notevoli difficoltà a riprendersi. Costruire una serra mobile riscaldata è possibile, è solo una questione economica, una Cocos in piena terra, alla giusta temperatura, non impiega molto a fare foglie di 5 m, con ciò che ne consegue.
Detto ciò, caso credo unico alle nostre latitudini (ed anche più sotto), l'ultima Cocos che ho lasciato fuori per raggiunti limiti di altezza (2,5m), in balcone davanti un muro esposto a sud, con mia grande sorpresa non è morta, ma ha perso tutte le foglie ed in estate ha fatto una sola foglia di appena 60 cm. C'è da notare che lo scorso inverno l'andamento delle temperature minime è stato piuttosto anomalo, fino a metà febbraio non sono scese sotto i +10 con due succesive brevi puntate a circa +3 per poi riprendere l'andamento precedente.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

roberto bruno
quote:

Ciao,
ricordo che esiste un altro fattore limitante, di pari importanza, oltre la temperatura delle radici, ed è la temperatura al meristema, cioè all'apice vegetativo della pianta. Quando la temperatura al meristema scende intorno a 10-12°C la proliferazione cellulare si arresta, e questo è il principio della fine della Cocos.
Naturalmente gli esperimenti vanno comunque fatti, se si vuole.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)



ciao Pietro,io ho sempre ritenuto proprio questo il principale fattore limitante la coltivazione di specie al limite per una data latitudine,piuttosto che il raffreddamento delle radici cui si può più facilmente ovviare con vari espedienti.Comunque per i tanti fan del Cocos questo è un link molto interessante:
http://www.polarpalm.net/prot.html.
Mi sembra il sistema più economico ed efficace per mantenere caldo il meristema e tutta la palma in generale.Io resto però del parere che è giusto garantire a una pianta giusto il minimo per non farla defungere in quanto tutto il resto non permette progetti a lungo termine.Fatevi un Butiagrus!


AndreaGabrieli Roberto,

scusa, ma non riesco a visualizzare il Tuo link.

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


roberto bruno riprova qui
http://www.polarpalm.net/bg/winterpalms.html

pietropuccio Ciao Roberto,
grazie per l'interessante segnalazione (togliere il punto alla fine dell'indirizzo per visualizzare il sito). Di questo metodo ogni tanto si parla nei forum di palme, sicuramente può fare qualcosa, in connessione con un ottimo isolamento, ma non c'è da aspettarsi molto essendo le potenze utilizzate piuttosto basse.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

ffeeddee
quote:

riprova qui
http://www.polarpalm.net/bg/winterpalms.html



Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

costiero indubbiamente l'argomento cocos trova il favore di molti utenti del forum ma io credo che obbligare una cocos a vivacchiare male nel nostro clima sia un po' una crudelta', non stiamo in un paese tropicale e propongo di metterci una pietra sopra, e' triste vedere palme impacchettate per mesi con la speranza di farle sopravvivere qualche anno. e' una specie con precise esigenze, purtroppo. ma ci sono altre palme per i nostri climi, che magari sono state scoperte da poco e sono ancora poco conosciute. qui da noi c'e' una certa arretratezza su questo argomento e la gente pianta sempre le stesse cose, anche se basterebbe andare su internet per ottenere semi rari. siamo provinciali anche in questo.

Patroclo
quote:

Ciao,
ricordo che esiste un altro fattore limitante, di pari importanza, oltre la temperatura delle radici, ed è la temperatura al meristema, cioè all'apice vegetativo della pianta. Quando la temperatura al meristema scende intorno a 10-12°C la proliferazione cellulare si arresta, e questo è il principio della fine della Cocos.
Naturalmente gli esperimenti vanno comunque fatti, se si vuole.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Vedi Pietro l'esperimento sta proprio in quello per vedere se il meristema resiste a una certa temperatura (certo poi supporre che resista a -10 è da folli). Poi quando dici: "Il solo riscaldamento del suolo (che poi in piena terra ed aria non è come riscaldare un terrario) "
NON É UGUALE![:01] In un terrario eviti lo scambio di calore con il terreno circostante che in piena terre rimane cmq più freddo...invece il terrario è isolato ed è più facile mantenere una temperatura più alta. Secondo me è importante è un esperimento molto interessante. A supporto di ciò cito anche una tua discussione in cui racconti l'avventura della tua dictyosperma album e dici che con la temperatura bassa in primavera la palma riprese a rifiorire regolarmente (quindi teoricamente il meristema non fu danneggiato) ma poi un marciume alla base del fusto raggiunse il meristema e ne provocò la morte.
Insomma a mio avviso sarebbe interessante...diciamo che è un esperimento meristema-radici....

Italia Chieti
Zona Climatica 8b/9a

Scritto Da - patroclo on 12 Novembre 2009 15:53:47

ffeeddee
quote:


Fatevi un Butiagrus!


Eccolo! sta crescendo. somiglia abbastanza, del resto è parente..

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

Ampli
quote:

quote:

riprova qui
http://www.polarpalm.net/bg/winterpalms.html



Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)


Alla faccia del risparmio energetico!!!
Perchè non chiediamo l'apertura di un centinaio di centrali nucleari per trasformare il meridione in un enorme villaggio vacanze tropicale pieno di palme da cocco natalizie?!?!?!
E poi con le scorie possiamo farci migliaia di lettini abbronzanti ai raggi x e per i più "in" lettini ai raggi gamma!!!!!

Ciao
Giovanni


Noci (BA)
USDA 8b/9a

costiero magari coi pannelli solari......

AndreaGabrieli Aggiornamento del Cocco hawaiiano ora nella "stanza-serra" riscaldata!

Da notarsi la condensa sulla finestra dovuta all'umidità ambientale artificialmente aumentata grazie all'ausilio di un umidifucatore!
(intorno a 67%)

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)


tauitko Ciao,
Ho acquistato da IKEA 2 Cocos Nucifera .... da quanto ho letto dall'interessantissima discussione direi che si tratta di dwarft variante nino giusto?
Quando mi cosigliate di travasarle (come periodo) e che terra e concimazioni conviene usare ?
La prima delle 2 ha le foglie intermedie con delle macchiette “trasparenti”… potrebbe essere il segno che stia per morire ?
Grazie dei consigli
Ciao

AndreaGabrieli Ciao,

questo è un periodo molto brutto per comperare le Cocos perchè se esposte a basse temperature, magari durante il viaggio o lo sacrico dai camion anche per pochi giorni dell'ordine di +10°C, si rovinano irrimediabilmente arrestando la crescita merisistemica... Alcune, anche se ancora verdi poi, sono già morte!

Ad ogni modo, se sopravivveranno, dovrai svasarle (delicatamente) e togliere un pò di quella terra troppo torbosa che tende a far marcire le radici se irrigate troppo. Infatti è una pianta a cui non piace "il freddo ai piedi bagnati". La mia la coltivo in subsstrato composto da sola sabbia di mare, ma va bene anche un misto di terra e sabbia...

Auguri (alle Cocos)!

Andrea Gabrieli,
Numana(An):
-zona climatica 8b/9a (USDA)
-clima (Csa) mesotermico umido con estate asciutta (Koppen)
Milano:
-zona climatica 7a/b (USDA)
-clima (Cfb) mesotermico umido (Koppen)

tauitko Grazie...
Aspetterò di vedere se sono ancora vive...
Se qualcuno ha altri suggerimenti...
Nel leggere la discussione mi ha incuriosito la questione dell'esocarpo... che se non ho capito male sarebbe il frutto vero e proprio...
In generale, non è meglio seminare solo il seme che dovrebbe corrispondere alla tipica noce di cocco ?
Ho visto che la tua quando ti è arrivata aveva le foglioline senza radici...
Di solito quando germina il seme non nasce prima l'ipocotile (futura radice) e poi spunta il cotiledone ?

Ciao Grazie

costiero Andrea, e' tanto tempo che non ti fai sentire, come sta il tuo cocco ? e le piantine del sahel ??

ffeeddee
quote:

Andrea, e' tanto tempo che non ti fai sentire, come sta il tuo cocco ? e le piantine del sahel ??


quoto e aggiungo una curiosità: una cocos nucifera variegata che cresce a Kauai (Hawaii)

foto di Kyle Wicomb

Federico

Ravenna
Zona climatica 8a/8b (USDA)

mammolino volevo quasi tentare di far germogliare un cocco .... ma quando sono stato a casa e dopo averlo messo al sole , si è aperto , cioè , si è crepato su un fianco ....
a questo punto , posso continuare a tentare o è tutto tempo perso ?

grazie


costiero se e' con la buccia esterna va bene, altrimenti...

mammolino
quote:

se e' con la buccia esterna va bene, altrimenti...




con la buccia esterna non le ho trovate ..... provo lo stesso , non si sa mai

pietropuccio
quote:


con la buccia esterna non le ho trovate ..... provo lo stesso


Se l'embrione è vitale germina senza problemi; come sai sul seme ci sono tre "occhi" (opercoli), due finti, salvo rare eccezioni, ed uno vero. I finti si riconoscono perchè sono infossati, in quello vero, sotto una sottile pellicola, c'è l'embrione (attenzione a non rovinarlo). Il seme va seminterrato in orizzontale con l'opercolo vero posto poco al di sotto della superficie (1 - 2 cm), il terriccio deve essere superdrenante, 50% di sabbia o agriperlite va bene, per il resto la comune terra da giardino è preferibile a terricci torbosi, e va mantenuto umido ma non zuppo. Temperatura non inferiore a 20°C. Occorre qualche mese prima di vedere spuntare qualcosa.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

mammolino ok , grazie pietropuccio

kandevilla
quote:

Grazie a Tutti!

Costiero, penso proprio che a primavera aggiungerò della sabbia!

Judenzo, penso di rinvasarla ormai l'anno prossimo poichè penso che le radici non abbiano ancora riempito tutto la "zolletta" di sabbia! Cosa ne pensi?

Se riesco nel fine-settimana farò una nuova foto all'"Hawaiian Coconut" per farVi vedere quanto sia cresciuto!

Ciao,

Andrea Gabrieli
USDA Milano: 7a/b
USDA Numana(An): 8b


Pisellino bah, novità? sta palma da cocco quanta è diventata? presumo che sia almeno di tre metri adesso no?

:D

David Buonasera, qualcuno ha foto o altro in merito alle Cocos nucifera che crescono nei giardini delle residenze private in Mar Rosso?
Grazie!

David
Capo d'Orlando (ME) Sicilia, USDA 9b Subtropicale-Mediterraneo
e Milano, USDA 7b Continentale.

maculato saluti a tutti....
Fede come sta il tuo Butiagrus...
quali esperimenti hai fatto con questa palma finora?

costiero per David...ho la vecchia guida touring dell'Africa Orientale Italiana del 1938 dove per Massaua, in Eritrea, si parla esplicitamente di cocco.

David Grazie della info Costiero!!;)

David
Capo d'Orlando (ME) Sicilia, USDA 9b Subtropicale-Mediterraneo
e Milano, USDA 7b Continentale.

southern sicily Ieri ho casualmente scoperto un vivaista che vende le Cocus n. qui in Sicilia.

Ero in giro in un Centro commerciale quando ho visto esposto qualche esemplare.

Altezza circa 1,80-2 metri, con alcune foglie già ben sviluppate. Prezzo: 20 €.

(Se solo avessi dove metterla....)

Pozzallo

pietropuccio Stiamo parlando di Cocos nucifera? Perchè in Sicilia i vivaisti chiamano "cocus" la Syagrus romanzoffiana.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

southern sicily
quote:

Stiamo parlando di Cocos nucifera? Perchè in Sicilia i vivaisti chiamano "cocus" la Syagrus romanzoffiana.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Era sicuro una Cocus nucifera.
Oltre a riportare il nome su un cartellino stampato allegato ad essa - il che mi fa supporre che si tratti di piante importate e non di produzione propria - si vedeva chiaramente, alla base della stessa, la noce di cocco.

Pozzallo

southern sicily Purtroppo non riesco a trovare foto del vivaio con la Cocos n. Comunque,
le piante in esposizione erano esattamente come le seguenti:


Pozzallo

pietropuccio Sicuramente Cocos nucifera, ma queste con la noce sono vendute da tempo nei garden e nei centri commerciali, anche se negli ultimi anni se ne vedono di meno visto che inesorabilmente muoiono. Provengono dal nord Europa per la decorazione di interni e sono considerate piante verdi "usa e getta".

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)


Scritto Da - pietropuccio on 18 Ottobre 2018 23:34:18

southern sicily Capisco..

Tuttavia proprio nei centri commerciali - o stazioni ferroviarie, aeroporti... sufficientemente illuminati e caldi - queste specie potrebbero riscuotere un discreto successo.

Simile a quanto realizzato, ad esempio, presso la stazione di Madrid-Atocha:


Pozzallo

pietropuccio Certamente, qualsiasi sistemazione molto luminosa con temperature non inferiori a 16 °C può essere adatta.

Pietro Puccio
Palermo
Zona climatica 9b (USDA)
Temperato subtropicale (Koppen)

Stefano De C. Solo che poi messa in una stazione come quella, poi devi tagliarla perchè "buca" il soffitto

Stefano
Roma

southern sicily Cocus nucifera in vendita pure da Auchan, al prezzo di circa 16 euro.

Pozzallo

ANDREA_MILLE il problema è che dopo cresce..

Taranto (TA)
Clima:Subtropicale
Zona Usda: 9b/10a

Tropicamente Forum

Utenti nel Forum: 0 Membri  14 Anonimi 

© 2004 - Lucia Barabino

Torna Su
Snitz Forums